none_o


Bellissimo scritto il precedente, anche se (visione solo mia personale) ci vedo un po’ di politica nella penna.

C’è in paese uno scrittore, sì certo, politico anche lui, ma che insieme alla fede sinistra dà la mano destra al volontariato e insieme cuore e tempo e fatica e impegno:

Nedo Masoni.

Sono contento che Renzi abbia fondato un nuovo partito. .....
Non mi sono mai sognato di voler attaccare personalmente .....
Non so se hanno pagato per il suolo pubblico o se fosse .....
Caro Amico che ti firmi affamato forse sei affamato .....
Intervista a Matteo Renzi
none_a
RICCARDO MAINI sempre Residente a MdA
none_a
di GIUSEPPE TURANI
none_a
di Renzo Moschini
none_a
Vecchiano 5 Stelle
www.vecchianoa5stelle.it
none_a
Governo Conte
none_a
"Guarisce da solo, anche ascoltando Iglesias".
none_a
LILIANA SEGRE, 89 anni oggi.
none_a
“Io lo vedo così”
none_a
Associazione La Voce del Serchio
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Solidarietà
none_a
Marina di Pisa
none_a
Calci
none_a
ASBUC Migliarino 21 settembre
none_a
Circolo Arci Filettole
none_a
San Giuliano Terme, 15 settembre
none_a
Cioccolato
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Vecchiano, 27 settembre
none_a
  • AD ACCOGLIERE GLI STUDENTI DELLE SCUOLE DI CALCI MOLTI SPAZI, AULE E GIARDINI RINNOVATI

      Suona la campanella

    Mancano tre giorni all’inizio della scuola e lunedì prossimo la campanella suonerà per i tanti alunni calcesani che potranno contare su aule, spazi comuni e giardini rinnovati e più sicuri...


di Bruno Pollacci
none_a
Parco di San Rossore, 14 settembre
none_a
Polisportiva Sangiulianese
none_a
Pappiana
none_a
Il Lonfo non vaterca né gluisce
e molto raramente barigatta,
ma quando soffia il bego a bisce bisce,
sdilenca un poco e gnagio s'archipatta.
È .....
CERCHIAMO UN TRATTORISTA CON ESPERIENZA ALLA GUIDA DELLE PRINCIPALI MACCHINE AGRICOLE.
AZIENDA AGRICOLA TENUTA ISOLA

DISPONIBILITA' FULL TIME
di Renzo Moschini
none_a
di Renzo Moschini
none_a
di Renzo Moschini
none_a
Rigoli-Villa Alta
La prosa ritorna a Villa Alta
“Con gli occhi dello spettatore”

28/1/2015 - 0:40

La prosa ritorna a Villa Alta
“Con gli occhi dello spettatore”
 
Si è conclusa la due giorni di “TEATRO in VILLA” organizzata da Renato Raimo e patrocinata dalla Associazione  Recitarcantando Amici del Teatro di Pisa,  che ha visto la location di VILLA ALTA ospitare la messa in scena de “ La ragione degli Altri” di L. Pirandello. Un percorso che Villa Alta ha condiviso a pieno aprendo le sale e la magia di un tempo che fu a più di 200 persone intervenute per l’evento.
Una commistione di teatro, sapori, e convivialità che ha colpito in pieno il cuore, l’anima e il palato dei presenti. L’iniziativa di Raimo, diretta alla valorizzazione del territorio vuole far riscoprire il piacere di un teatro più intimo e profondo, in un contatto più diretto tra pubblico, vicenda e attori, per poi condividere le emozioni provate in un momento conviviale, gustando le prelibatezze del nostro territorio, nella suggestione delle sale della Villa. Lo spettacolo, curato e interpretato  da Renato Raimo ha trovato nella stessa ambientazione di Villa Alta la perfetta scenografia per la messa in scena di un’opera di Pirandello molto attuale e toccante riscuotendo consenso in tutto il pubblico. A dar vita ai 5 personaggi fondamentali della storia a fianco di Raimo che ha ricoperto il ruolo di Leonardo, Eleonora Zacchi nel ruolo di Livia sua moglie, Riccardo De Francesca nel ruolo di Guglielmo padre di Livia, Prunella Meschini nel ruolo di Elena l’amante, e la piccola Anna Paola Evangelista nel  delicato ruolo di Dina, il frutto della colpa. Emozionato il pubblico colpito dalla immediatezza delle emozioni mosse dagli interpreti sul delicato tema affrontato da Pirandello: e se provassimo ad ascoltare le ragioni anziché puntare il dito sulle colpe?
L’aspetto conviviale cominciato  con l’aperitivo d’accoglienza è proseguito con la cena dopo spettacolo, sapientemente curata da “Bottega del Parco”con distesa di sapori del nostro territorio. Nei calici i Vini “villa saletta” offerti da Toscana Sapori.
 
Ero presente alla serata di Villa Alta e ho sentito il bisogno di trasmettervi le sensazioni provate, un modo per dirvi grazie:
 
La serata inizia con una vista spettacolare su Villa Alta, immersa nel verde delle colline di Rigoli. Percorrendo il lungo viale di cipressi e salendo le gradinate prima di entrare nella Villa è inevitabile non farsi rapire dall’immenso panorama sull’orizzonte. Una volta entrati la sensazione è quella di un tuffo nel passato tra affreschi, ampi soffitti, stanze con volte a cupola. Curiosando tra le varie sale si respira un gusto retrò ed elegante allo stesso tempo.
Si parte con un aperitivo gustando i sapori dei vini e dei formaggi locali e l’atmosfera diventa subito conviviale, mentre sale l’attesa del momento centrale della serata, la messa in scena della “Ragione degli altri” di Pirandello.
Veniamo invitati a prendere posto, d’improvviso cala il buio in sala e parte la musica. Il proseguo è un turbinio di emozioni date dalla particolarità del contesto che diversamente dal teatro permette allo spettatore di sentirsi al centro della scena. La vicinanza fisica con gli attori, il cambio di luci in vari angoli della sala, dal portone, alle scale, alle stanze laterali, i costumi, la musica ci fanno immediatamente calare nella storia ed è come se il tempo si annullasse. Nell’avvicendarsi dei vari atti si viene trascinati nei vari punti di vista dei personaggi (la moglie, il padre della moglie, l’amante, il marito e la bambina) creando il paradosso di non riuscire a prendere la parte di nessuno perché ciascun protagonista racconta il suo vissuto, la sua drammaticità, la sua ragione e soprattutto la ragione del cuore. Al termine ciascuno porta via con sé qualcosa, certamente l’esperienza che si vive è di estrema realtà ai tempi passati ma che ricalca molto i vissuti della nostra società odierna con una rivisitazione del punto di vista della bambina che diviene parte attiva della storia.
Dopo lo spettacolo segue una cena buffet sempre con prodotti locali (affettati, formaggi, primi, accompagnati da ottimi vini del territorio).
Una serata insolita questa che permette di nutrire Anima, Bocca e Occhi, il tutto condito da un sapore retrò.
Un ringraziamento grande alla sensibilità della famiglia  Cecchetti che ha aperto le porte di Villa Alta di Rigoli. Visto l’enorme successo dell’evento appena concluso vi diamo appuntamento alle prossime iniziative di “Teatro in Villa” e vi lasciamo alle sensazioni che ci sono state fatte pervenire da una persona tra le molte presente all’evento.
 
 

 

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: