none_o

Poche righe, molto concrete, che non lasciano spazio ad altre interpretazioni o strumentalizzazioni.
Liliana Segre, la senatrice a vita sopravvissuta all'olocausto e oggetto, nelle ultime settimane, di numerosi attacchi sul web, ha declinato in maniera netta la proposta, partita dal mondo del giornalismo e poi ripresa anche da diversi esponenti politici, di essere candidata al ruolo di Presidente della Repubblica. 

Circolo ARCI Migliarino
none_a
Sezione Soci Coop Valdiserchio-Versilia
none_a
PUBBLICA ASSISTENZA S.R. PISA
none_a
Pubblica Assistenza Migliarino
none_a
San Ranieri miraoloso.

Levato quer viziaccio .....
. . non al Carroccio
6000 sardine 200 scorfani 100 gallinelle e il caciucco .....
"Questo è il segnale che se tutti ci muoviamo, forse .....
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
I racconti di Michele
none_a
Consorzio Vino Chianti
none_a
Le squadre di Val Di Serchio
di Marlo Puccetti
none_a
Il Lonfo non vaterca né gluisce
e molto raramente barigatta,
ma quando soffia il bego a bisce bisce,
sdilenca un poco e gnagio s'archipatta.
È .....
Alla cassa di un supermercato una signora anziana sceglie un sacchetto di plastica per metterci i suoi acquisti.
La cassiera le rimprovera di non adeguarsi .....
PISA
Una mostra per Sandro Pertini

16/2/2015 - 9:20



INAUGURAZIONE MOSTRA SANDRO PERTINI

Dal 16 al 28 febbraio a Palazzo Gambacorti - Comune di Pisa mostra documentaria su Sandro Pertini. Conferenze e proiezione film per ricordare i 25 anni dalla morte del Presidente Repubblica
 
Una voce importante è quella del Presidente della Repubblica.

Dal 1946 ad oggi la battaglia per il Quirinale è sempre stata ricca di colpi di scena. Ma questa volta il nome di Sergio Mattarella è emerso da una precisa e forte volontà politica fin dalla quarta votazione sabato 7 febbraio scorso come aveva promesso ed assicurato il Capo del Governo Matteo Renzi.

 

Nella giornata dell' insediamento e giuramento del dodicesimo presidente della Repubblica Sergio Mattarella l'associazione I Cavalieri coglie l'occasione per ricordare un altro grande presidente: Sandro Pertini. La città di Pisa lo farà con mostra documentaria intitolata “L’uomo dello sdegno e della speranza” curata da Andrea Balestri dell’associazione I Cavalieri e voluta fortemente dal Comune di Pisa tanto da ospitarla nell’atrio di Palazzo Gambacorti, sede del Comune di pisa in Piazza XX Settembre.

 

L'inaugurazione avverrà lunedì 16 febbraio prossimo, ore 17.30 con il taglio del nastro da parte del Sindaco di Pisa On. Marco Filippeschi a cui seguiranno alcune letture della Prof Pazzini e della Prof. Pisani illustri docenti universitari.

 

La Mostra ha ricevuto la validazione scientifica della Associazione Nazionale Sandro Pertini, ed il patrocinio della Regione Toscana, della Provincia di Pisa e dell’Università degli Studi di Pisa e della Fondazione Sandro Pertini.

 

Lunedì 23 febbraio ore 17.30 (vigilia del 25° anniversario della scomparsa di Sandro Pertini avvenuta il 24 febbraio 1990) nella Sala Regia Comune Pisa è prevista una conferenza a cui parteciperanno (salvo improrogabili impegni politici) On. Claudio Martelli, On. Paolo Fontanelli, On. Marco Filippeschi, rappresentanti sindacali, associazione nazionale partigiani italiani ed altre autorità civili e religiose cittadine. Coordinamento del giornalista Antonio Valentini (Il Tirreno).

 

Oltre alla mostra che conta ben 40 pannelli con una leggera biografia, foto, caricature, recensioni e interviste, giornali d’epoca, verranno esposti una collezione di francobolli, lettere, documenti e libri sulla vita e la storia di Sandro Pertini.

 

Nel corso delle due settimane sono previste conferenze, tavole rotonde e proiezione di film documentari fra cui una bella produzione di Rai Educational dal titolo “Mi Mancherai” in programma giovedì 26 febbraio ore 10.30 al Cinema Teatro Lux Piazza S. Caterina, 6 Pisa che vedrà la presenza dell'assessore politiche sociali e scolastiche Marilù Chiofalo, del Prof. Stefano Caretti (docente universitario e presidente Associazione Nazionale Sandro Pertini) e On. Valdo Spini (presidente Fondazione Circolo Fratelli Rosselli).

 

Pensare che proprio a Pisa Sandro Pertini fu arrestato il 14 aprile 1929 in Corso Vittorio Emanuele (oggi Corso Italia) in quanto clandestino e poi detenuto politico era la sua prima volta che veniva a Pisa dopo aver visitato Piazza dei Miracoli. Poi vi è tornato da Presidente della Repubblica il 24 maggio 1984 “E’ una delle visite più belle che lascia dentro di me un ricordo incancellabile.” così Pertini commentò la sua giornata pisana.

 

Come si ben delinea la Mostra costituisce un itinerario artistico e fotografico, una fusione di armonie in bianco e nero che fanno rivivere l’emozione degli anni passati per cui vuole essere da monito e quindi strumento di conoscenza per le generazioni giovanili che non hanno vissuto quegli anni e che hanno conosciuto solo di riflesso la figura del Presidente più amato e stimato dagli italiani che termina con le sue parole: “Ai vecchi perché ricordino, ai giovani perché sappiano quanto costi riconquistare la libertà perduta”.

 

Un ringraziamento particolare va al Dott Giacomo Giuntoli (direttore artistico) al Sindaco di Pisa On. Marco Filippeschi agli assessori: Dario Danti, Federico Eligi, Marilù Chiofalo (al prezioso lavoro di equipè svolto dalle segreterie) al cinemateatro Lux (Andrea Vescio). Agli sponsor: Banca di Pisa e Fornacette, Giusti Auto, Dev Italia, Osteria Ussero e partner tecnico Zero 50 Grafiche.

 

ORARIO APERTURA MOSTRA: Dal 16 al 28 Febbraio 2015 dalle ore 9.00 alle ore 19.00 (lunedì –venerdì) e ore 9.00 alle ore 13.00 (sabato) presso Atrio Comune di Pisa – Palazzo Gambacorti PISA. La Mostra è ad ingresso gratuito. Infoline 335 5863364 (Daniele Conti) e 050 910516 (Comune Pisa). E-mail: info@icavalieri.org
 

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: