none_o

Nei giorni 26-27-28 aprile verranno presentati manufatti in seta dipinta: Kimoni, stole e opere pittoriche tutte legate a temi pucciniani , alcune già esposte alla Fondazione Puccini Festival.Lo storico Caffè di Simo, un luogo  iconico nel cuore  di Lucca  in via Fillungo riapre, per tre mesi, dopo una decennale  chiusura, nel fine settimana per ospitare eventi, conferenze, incontri per il Centenario  di Puccini. 

#NotizieDalComune #VecchianoLavoriPubblici #VecchianoSport
none_a
Pisa, 17 marzo
none_a
Comune di Vecchiano
none_a
. . . quello che si crede sempre il migliore, ora .....
. . . la merxa più la giri, più puzza e te lo stai .....
. . . camminerebbe meglio se prima di fare il tetto .....
Ad un grosso trattore acquistato magari con l'aiuto .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Colori u n altra rosa
Una altra primavera
Per ringraziarti amore
Compagna di una vita
Un fiore dal Cielo

Aspetto ogni sera
I l tuo ritorno a casa
Per .....
Oggi è venuto a mancare all’affetto di tutti coloro che lo conoscevano Renato Moncini, disegnatore della Nasa , pittore e artista per passione. .....
di Luca Panicucci (SEL)
Comunicato sull’elezione del nuovo coordinatore provinciale di Sinistra Ecologia Libertà

14/10/2015 - 11:33

Comunicato sull’elezione del nuovo coordinatore provinciale di Sinistra Ecologia Libertà

 


Lunedì 12 ottobre a Pontedera l’Assemblea Federale di Sinistra Ecologia Libertà ha eletto il nuovo coordinatore provinciale del partito: si tratta di Luca Panicucci, 28 anni, già responsabile organizzazione nel coordinamento di Francesco Cecchetti.

 “Stasera inizia per me una nuova avventura. Ringrazio tutte le compagne e i compagni per la fiducia che mi hanno accordato eleggendomi coordinatore provinciale. La nostra è una comunità politica straordinaria, fatta di idee, di cultura politica, di competenza e di esperienza, fatta soprattutto di donne e uomini in carne ed ossa che ogni giorno si impegnano per immaginare e costruire un mondo diverso. Una comunità che sono onorato di poter rappresentare” è la sua prima dichiarazione, seguita da un ringraziamento: "Ringrazio a nome di tutto il partito Francesco per lo straordinario impegno di questi anni. E’ stato e resta un punto di riferimento importante per la sinistra pisana e so che non farà mancare il suo contributo al percorso che stiamo faticosamente costruendo".
Una scelta in continuità dunque, ma anche che guarda al futuro e al coinvolgimento di energie nuove in vista del prossimo e necessario processo di unificazione della Sinistra italiana.
“Quello che dobbiamo costruire” dichiara Panicucci “è un progetto politico forte, autorevole e credibile, che sappia rivolgersi a quella “maggioranza invisibile” che negli anni è stata defraudata del futuro e di una rappresentanza. Perché se è vero che uniti non c’è storia, un’unità senza un progetto condiviso si svela presto agli occhi degli elettori per quello che è, ossia un cartello elettorale. E dobbiamo avere ben chiaro che costruire un partito non può significare per noi abbandonarsi a una lunga storia di cattive abitudini. E che la nostra gente ci chiede il miracolo di farlo presto e però anche di farlo bene".
"Sinistra Ecologia Libertà” continua Panicucci “resta un punto di riferimento imprescindibile per tutta la sinistra italiana. Sel è nata per essere l’energia propulsiva di una forza politica più grande di lei, e infatti già da gennaio ci siamo messi con generosità a disposizione. E' difficile ma dobbiamo provarci: solo se sapremo darci una prospettiva politica di ampio respiro, se sapremo comunicare la nostra idea di paese, la nostra narrazione del futuro, solo allora saremo in grado di superare le storiche divisioni della sinistra e di essere sentiti come utili da chi vogliamo rappresentare".
Sui recenti allontanamenti che hanno colpito il partito anche a Pisa, il neoeletto coordinatore dichiara: “Non voglio sminuire le ragioni di chi si è allontanato, né tantomeno voglio far finta di non vedere i problemi difficili che abbiamo davanti a noi.  Si tratta di persone validissime, e so che ci ritroveremo di sicuro nel nuovo partito che mi auguro presto sapremo costruire, anche con il loro contributo. Resto però convinto che in questo momento di Sinistra Ecologia Libertà ci sia bisogno, proprio per rendere più forte quel processo: c’è bisogno delle nostre idee e delle nostre ragioni, delle nostre battaglie, delle nostre energie. C’è bisogno di noi per ricollegare la parola Sinistra alla parola Popolo, c’è bisogno di noi per calare la radicalità della politica nella concretezza delle scelte, c’è bisogno di noi come antidoto contro il minoritarismo. Ecco perché qualsiasi cosa nascerà a sinistra nel prossimo futuro non potrà che vederci protagonisti, insieme naturalmente alle energie migliori della sinistra, del mondo del lavoro, dell’associazionismo, dell’intellettualità diffusa. Solo così sapremo far ritornare la Politica un processo collettivo e inclusivo, una cosa bella ed entusiasmante da fare insieme. A partire dalle giovani generazioni, le prime ad essere disilluse dalla politica e della sinistra, e le prime che quindi dovremo saper riconquistare all'impegno e alla passione per il cambiamento”.
Per quanto riguarda le prossime amministrative “naturalmente la sovranità delle decisioni spetterà ai nostri circoli territoriali. Quello che posso dire è che come sempre la nostra priorità sarà la costruzione di un progetto politico aperto a tutta la sinistra; un progetto politico chiaro, che si ponga il problema del governo concreto dei processi. E che valuti poi, sulla base della propria chiara progettualità, se ci sono le condizioni per costruire alleanze”.
 

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri