none_o

In questo periodo di grande confusione una guida medica per chi è malato o pensa di esserlo perché ha avuto, o pensa di aver avuto, un contatto con un positivo al Covid. Un contributo della Voce per fare chiarezza.
 

Angori Massimiliano
none_a
Comune di Vecchiano
none_a
Massimiliano Angori
none_a
. . . . . . . . . . . . . . . . è il mio suggerimento .....
. . . ancor di più se avessi il tuo indirizzo mail, .....
. . . t' accontento. Una cosa giusta l'hai detta : .....
Un vecchianese; un pole di la sua ricalcando un pensiero .....
Vecchiano è Voilontariato
#tantifiliunasolamaglia


“Il gioco serio del teatro”

Vecchiano è volontariato
#tantifiliunasolamaglia

L'associazione culturale La Voce del Serchio ospite del giornale online da cui è nata

....Ci siete? Proviamo ad aprire quella porta e ad incontrarci?
Mandateci un messaggio e noi organizzeremo un incontro.

C’è un’idea strana che aleggia su Migliarino, una sorta di profezia, a Migliarino non c’è niente e non succede niente.Siamo sicuri che a Migliarino non ci sia nulla? Proviamo a fare un inventario...

La bellezza è negli occhi di chi guarda
di Luigi Polito e Sandro Petri
none_a
Di Matteo Cannella
none_a
La bellezza è negli occhi di chi guarda
di Luigi Polito e Sandro Petri
none_a
bit.ly/segre2020-"Il mare nero dell'indifferenza",
none_a
Elezioni del PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA ITALIANA
none_a
Alberto Zangrillo - covid
none_a
Circolo Arci Vasca Azzurra Nodica
none_a
Comelico Superiore, Veneto
none_a
"Che tempo che fa"
none_a
di Marlo Puccetti
none_a
Squadre di calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Squadre di calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Squadre calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Accade a volte
che in sere con orli d'autunno
il ricordo sovvenga di quando
sul finire di scale e cortili
cosparsi nel vento
folle divenni,
senz'altro .....
Con grande dispiacere e soltanto casualmente in questi giorni sono venuta a conoscenza della morte del Dottor Assanta. Ritengo sia stato un esempio di .....
di Renato Raimo
"Silenzi di Guerra'

24/2/2016 - 15:32

"Silenzi di Guerra', nasce da un'idea di Renato Raimo.

Scritto da Federico Guerri, e adattamento alla scena dallo stesso Raimo. In scena Raimo interpreta il ruolo di Franco Ferrara, un padre che si muove sullo sfondo della prima geurra mondiale.

Con lui sul palco, musica live, la speciale partecipazione di Marco Lo Russo alla fisarmonica, che ha arrangiato le musiche originali di Andrea Marra.

 

Triplo appuntamento per la tappa al teatro Verdi di Pisa: 

 

Sabato 27 febbraio ore 10.00 matinèe per le scuole

Sabato 27 febbraio ore 21.00 serale in abbonamento 

Domenica 28 febbraio ore 17 pomeridiana in abbonamento.

 

Sinossi:

Il silenzio prima delle urla e dell’attacco, il silenzio prima e dopo le esplosioni, il silenzio di tutte le parole che i soldati, per paura o per troppa cura, non dicono. La Prima Guerra Mondiale è un deserto privo di parole, la trincea un luogo d’attesa.

La storia di un professore universitario che, per inseguire il figlio, porta i propri passi sulle orme dei soldati. Un Geppetto d’inizio Novecento che, per amore, entra di sua volontà nel ventre della Balena e sa raccontarcene ogni particolare. Renato Raimo – accompagnato dalla musica del maestro Marco Lo Russo – ci trasporta per mano, con umanità e crudeltà, nei tunnel e nelle trincee del primo conflitto mondiale e ce ne fa uscire cambiati.

A cento anni dalla Grande Guerra si rinnova il ricordo di coloro che si sacrificarono per la patria, costretti ad abbandonare gli amori, le madri e i padri, gli amici, la propria gioventù. Non retorica, ma un messaggio d’amore vero, valori veri non virtuali.

Una storia tra l'altro realmente avvenuta tra Pisa e Gorizia: protagonisti Gabriele Torelli e il figlio Ruggiero, allievo della Normale di Pisa e matematico, ovvero un padre che si vide portare via l'amato figlio dalla "grande guerra", e in memoria del quale donò i suoi libri all'università di Pisa e istituì anche un premio. Vicenda a testimonianza della quale esiste una targa all'interno della Sapienza di Pisa. Lo spettacolo di giovedì 19 sarà invece dedicato a Ilvo Valori, giovanissimi cecinese caduto della prima guerra mondiale.

 

“Silenzi di guerra' è anche un doppio libro: Federico Guerri, l’autore della pièce originale, ha raccolto in una trilogia dei monologhi di guerra dal titolo “Teatri di Guerra”, mentre l'adattamento per la scena firmato da Renato Raimo ha ispirato un editore di Roma che ha visto lo spettacolo e ha pensato di farne un testo per una collana.

Il libro “Silenzi di Guerra” è in uscita e sarà presentato in anteprima a Pisa il prossimo 23 febbraio, alla vigilia dello spettacolo in stagione al teatro Verdi.

 

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri