none_o


La Settimana della Lingua Italiana nel Mondo è l’evento di promozione dell’Italiano come grande lingua di cultura classica e contemporanea, che la rete culturale e diplomatica del Ministero Italiano degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale organizza ogni anno, nel mese di ottobre, intorno a un tema che viene declinato tramite la realizzazione di conferenze, mostre e spettacoli, incontri con scrittori e personalità.

P.A. (sezione di Migliarino).
none_a
A.S.B.U.C. di Migliarino
none_a
Piazza Garibaldi-Vecchiano
none_a
Sezione Soci Coop Valdiserchio-Versilia
none_a
. . . . . . . . . . . . . . . alla pacatezza di MATTIA .....
Nella mia vita è accaduto una volta che, dovendo .....
MA SE RENZI PRENDE TUTTI QUESTI SOLDI E CREDO CHE I .....
Mi tocca fare ulteriori precisazioni, nonostante la .....
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
di Giuseppe Pierozzi
none_a
Racconto breve di: Giuseppe Pierozzi
none_a
RITROVATO A PISA L'ARON PIU' ANTICO DELLA TOSCANA
none_a
Le squadre di Val di Serchio
none_a
ALLE OFFICINE GARIBALDI DI VIA GIOBERTI
none_a
SECONDA CATEGORIA.
none_a
Il CONI nazionale conferisce
none_a
Vola danza fiocca lenta
giù dal cielo lieve lieve
tutto intorno presto imbianca
il candore della neve.
Il silenzio la magia
ogni bimbo sa incantare
ed .....
Alla cassa di un supermercato una signora anziana sceglie un sacchetto di plastica per metterci i suoi acquisti.
La cassiera le rimprovera di non adeguarsi .....
none_o
Ritorno al futuro (2)

4/9/2016 - 9:14

Va avanti il progetto delle piste ciclabili
Vecchiano, una realizzazione complessa per i vincoli ambientali
Vecchiano.  Un  grande progetto studiato nei  particolari.  Ecco il motivo dei   lunghi tempi di progettazione e dei lavori che alla fine,  con  ben 6 lotti, presenteranno una  pista ciclabile di circa 4  chilometri che passa   dentro una vegetazione ricca, lambendo le rive del  fiume Serchio.  Il tema portato avanti anche dalla legislazione precedente  lascerebbe dei  dubbi ma in realtà Vecchiano realizzerà questa grande  opera piano piano regalando    così   un passaggio   alternativo a tutti coloro che amano le due ruote. Il progetto non sembrerebbe di facile attuazione. In realtà non è cosi  perché costruirlo tutto impone tutta una serie di accorgimenti che inesorabilmente  comporteranno delle battute di riposo. Ciò che di sicuro   si sa è che nel 2002 partirà la terza fase dei lavori ed ancora un’altra parte di tragitto verrà completata. Ma   vediamo invece in dettaglio  come saranno queste piste ciclabili tanto attese.    Intanto il territorio  attraversato dalla pista ciclabile in progetto è soggetto ai vincoli di protezione delle bellezze naturali, tutela delle zone di particolare interesse ambientale, formazione sistema delle aree protratte della Toscana. Tutte le piste avranno comunque segnaletica a cippi indicatori. Infatti questi faranno da corollario ai  pannelli indicatori che offriranno  nozioni anche ai turisti presentando i  luoghi identificandoli e offrendo dettagliatamente indicazioni sui servizi esistenti. Il progetto comprende la   realizzazione di due modeste opere d’ arte previste  per l’attracco del battello sul  fiume Serchio e per l’attraversamento di un fosso esistente lungo la via dal  Mare. In entrambi i casi trattasi di strutture molto semplici. Per la strutture verranno  adottati gli stessi materiali già adottati per la realizzazione delle opere d’arte della pista già realizzata da “Case di Marina” a “Marina di Vecchiano”.
Dal Tirreno del 28 gennaio 2001
 
Il saggio dice: chi vivrà vedrà e niente è di più vero in quel “chi vivrà”!

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




4/9/2016 - 20:52

AUTORE:
Risparmio

Domanda all amministrazione ma quanti soldi ci sono stati spesi per realizzare quella pista ciclabile?con le amministrazioni precedenti?ed ora si vuol continuare?sara'meglio cambiare percorso per non buttar via altri soldi anche perché l'Europa penso che non ce n'è da più come ha fatto per la riserva del FRATINO pensaci Massimiliano.

4/9/2016 - 9:32

AUTORE:
Tony

Intanto l'unico attore della scena, da buon anfitrione, interpreta la parte, ma poi basta una piena che gli dia l'ispirazione, e disegna studia corregge e realizza percorsi a suo piacimento.
Per adesso è l'unico soggetto dinamico che dà del filo da torcere a tutti gli "impiccioni" sedentari che credono di conoscere bene la sua vera indole!