none_o


In questo nuovo articolo di Franco Gabbani viene trattato un argomento basilare per la società dell'epoca, la crescita culturale della popolazione e dei lavoratori, destinati nella stragrande maggioranza ad un completo analfabetismo, e, anzi, il progresso culturale, peraltro ancora a livelli infinitesimali, era totalmente avversato dalle classi governanti e abbienti, per le quali la popolazione delle campagne era destinata esclusivamente ai lavori agricoli, ed inoltre la cultura era vista come strumento rivoluzionario. 

. . . altrimenti in Italia tutto il potere centrale .....
Sei fuori tema. Ma sappiamo per chi parli. . .
. . . non so se sono in tema; ma però partito vuol .....
Quelle sono opinioni contrastanti, il sale della democrazia, .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Nei tuoi occhi languidi
profondi, lucenti
piccolo mio
inestimabile tesoro
vedo il futuro
il tuo
il presente
quello del tuo babbo
il passato
quello .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
Teatro Rossini Pontasserchio.
Nerone - Spettacolo teatrale per il 130° della Pubblica Assistenza S.R. Pisa

13/9/2016 - 16:49

Nerone - Spettacolo teatrale per il 130° della Pubblica Assistenza S.R. Pisa
Per festeggiare il 130° Anniversario della fondazione dell'Associazione, avvenuta il 30 Settembre 1886, la Pubblica Assistenza S.R. Pisa vi invita Sabato 24 alle ore 21 allo spettacolo teatrale "Nerone" presentato dal gruppo teatrale "Il Crocchio Goliardi Spensierati" al Teatro Rossini di Pontasserchio. L'evento è gratuito, vi aspettiamo numerosi per divertirci e festeggiare insieme il nostro anniversario.
Lo spettacolo è nato nell’immediato dopoguerra per saziare la sete di allegria che la popolazione pisana manifestava dopo un periodo di immani sciagure. Fu rappresentata poi nei maggiori teatri della penisola e fu un cavallo di battaglia della “Brigata dei Dottori” durante gli anni ’50. Sul palco si alternano, in bizzarre ed imprevedibili situazioni, numerosi personaggi della decadente Roma imperiale (i richiami all’attualità non sono pochi): imperatori, guerrieri, concubine, vecchi senatori e persino fattucchiere si susseguono in un turbinio di intrighi che terrà lo spettatore col fiato sospeso fino all’incredibile finale a sorpresa. Il testo è stato completamente riscritto per le esigenze di un pubblico nuovo anche se fedele alla tradizione; numerosi brani musicali aggiungono brio alla commedia rendendola ancor più leggera e gradevole, ed un garbato prologo in ottave introduce lo spettatore nell’atmosfera della commedia. L’irresistibile balletto goliardico dei “Cosciotti non depilati” è il fiore all’occhiello di questa sgargiante rappresentazione. Nel complesso lo spettacolo riesce quanto mai dinamico e spiritoso, in grado di divertire argutamente il pubblico che è trascinato in un susseguirsi continuo di risate. 

 

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri