none_o


In questo nuovo articolo di Franco Gabbani viene trattato un argomento basilare per la società dell'epoca, la crescita culturale della popolazione e dei lavoratori, destinati nella stragrande maggioranza ad un completo analfabetismo, e, anzi, il progresso culturale, peraltro ancora a livelli infinitesimali, era totalmente avversato dalle classi governanti e abbienti, per le quali la popolazione delle campagne era destinata esclusivamente ai lavori agricoli, ed inoltre la cultura era vista come strumento rivoluzionario. 

Circolo ARCI Migliarino- 13 giugno ore 21
none_a
Di Claudia Fusani
none_a
Comune di Vecchiano
none_a
Ripetere 1000 volte la verità assoluta dei fatti con .....
. . . storia non la cambio di certo io.
La prima .....
. . . non si cambia a piacimento.
Poi vedi Mattarella .....
. . . che un disegnino ti serve un corso di lettura/ .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per scrivere alla rubrica: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Tirrenia, 17 giugno
none_a
di Alessio Niccolai con Alma Pisarum APS
none_a
Villa di Corliano, 27 giugno
none_a
Pugnano, 22 giugno
none_a
Tirrenia, 15 giugno
none_a
Le cose andrebbero meglio
se non bene
se si procedesse
tutti quanti insieme. . .
rispettando modi, tempi, capacità
valorizzando le competenze .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
Toscana Notizie
Protezione civile, squadre toscane attive anche a Fermo e Amandola

21/1/2017 - 13:36

Protezione civile, squadre toscane attive anche a Fermo e Amandola
21 gennaio 2017 | 13:18 Scritto da Pamela Pucci     
FIRENZE – Stanno operando anche a Fermo e Amandola, in provincia di Fermo, i soccorritori della Colonna mobile della Protezione civile toscana arrivati nelle Marche per fornire il servizio di spalatura neve nelle zone colpire dal terremoto.Ieri sera il lavoro delle squadre toscane, che grazie all'ausilio frese e trattori possono aprire nella neve varchi più grandi di quelli scavati con le pale, si era concentrato sulla città di Fermo. Da questa mattina, invece, uno dei mezzi pesanti è stato spostato verso Amandola.
Si ricorda che dalla Toscana sono partite 12 squadre, ciascuna composta da 3 persone dotate di pale e similari e che tutte le squadre sono dotate di brande e sacchi a pelo.
I soccorritori toscani dispongono inoltre di 4 frese manuali, 7 bobcat di cui 3 dotati di fresa, 1 autocarro con cassone 4x4 ribaltabile su tre lati con portata da 90 quintali, due trattori con fresa (forniti dagli enti locali), un camion con vomere (fornito sempre dagli enti locali). La colonna è accompagnata da un modulo vivande calde e da una segreteria.
La Colonna mobile della Protezione civile toscana nel corso di questa emergenza ha operato nei Comuni di Muccia, Pievebovigliana, Pieve Torina e Fiordimonte, nel maceratese, oltre a Fermo e Amandola, in Provincia di Fermo.  
 

Toscana Notizie

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri