none_o

Proseguendo la serie di articoli sulle vicende ( e leggende) del territorio, Agostino Agostini ci regala il resoconto immaginifico del serpente-alato, che abitava il castello dei Pagano da Vecchiano. Fu ucciso - secondo la leggenda - da Nino Orlandi nel 1109 nella selva palatina di Migliarino (oggi tenuta Salviati). Imbalsamato fu posto nel Duomo di Pisa ma ando' perduto nell'incendio del 1595. Una ulteriore riprova della grande ricchezza storica del nostro territorio.

Buongiorno a tutti, sono Costanza Modica, ho 17 anni, .....
Ammetto l'errore, ho solo visto il simbolo di presentazione, .....
. . . . Buonafede Alfonso, candidato sindaco di Firenze, .....
Cosa ci dicono le votazioni in Sardegna?

Calenda .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
none_a
Associazione ambientalista - LA CITTÀ ECOLOGICA APS
none_a
di Umberto Mosso
none_a
di Bruno Pollacci
Direttore dell'Accademia d'Arte di Pisa
none_a
Eccolo
Come una furia scatenata
è arrivato il vento
a riportare tormento
alle marine
Prima con le piogge
che hanno colpito
la montagna
con smottanento
frane .....
LA TARI è ARRIVATA E SALATA
MA IL KIT PER LA RACCOLTA NON ANCORA
SIAMO A MARZO.

COME MAI?
COSì NON VA BENE.
Comune di Calci: Elevate sanzioni da 600 euro
Calci dice basta a chi deturpa il decoro del territorio abbandonando i rifiuti nell'ambiente.

9/2/2017 - 14:16


CALCI DICE BASTA A CHI DETURPA IL DECORO DEL TERRITORIO ABBANDONANDO RIFIUTI NELL'AMBIENTE: ELEVATE SANZIONI DA 600 EURO

 

Fin dall'insediamento l'Amministrazione Comunale calcesana ha avviato una forte campagna di sensibilizzazione della cittadinanza sul tema della raccolta rifiuti, sulla necessità di differenziare bene e sull'obbligo di evitare l'abbandono di rifiuti dell'ambiente.

Pratica, quest'ultima, purtroppo diffusa, che contribuisce a peggiorare il decoro di alcune zone del paese e appesantire i costi della raccolta rifiuti per la collettività! Sono state mandate diverse comunicazioni a domicilio di tutti i cittadini. E sono state avviate campagne per il mantenimento del decoro, come “IO AMO CALCI”, apponendo una serie di avvisi di sensibilizzazione nei luoghi di frequente abbandono e vicino alle campane del vetro.Sebbene la stragrande maggioranza dei cittadini abbia un comportamento civile (i dati della differenziata lo dimostrano), un certo numero di persone persiste a danneggiare tutti con comportamenti inaccettabili. Per questo il Comune si è anche attivato per mettere in campo una serie di azioni finalizzate a prevenire e evitare comportamenti incivili. Oltre ai controlli di Geofor sulla qualità della differenziazione (sulla quale invitiamo i cittadini a fare sempre e comunque meglio!), il Comune ha attivato l'ANC (Associazione Nazionale Carabinieri) per controlli e segnalazioni ed ha predisposto ulteriori controlli congiunti polizia municipale/ufficio LLPP ogni qualvolta si configuri l'ammasso di abbandoni nel territorio al fine di poter cercare di individuare tracce dei responsabili per perseguirli e sanzionarli.

Con la dotazione della telecamera mobile e gli avvisi sui  controlli "a tappeto" il Comune si è dotato di un efficace strumento di controllo “a distanza” del territorio.Arrivano adesso i primi risultati tangibili.Nelle scorse settimane, infatti, grazie all'ausilio della telecamera mobile ed al lavoro della Polizia Municipale di Calci sono stati individuati e sanzionati alcuni responsabili dell'abbandono rifiuti nell'ambiente in una via periferica del territorio comunale.Sono state comminate quindi 2 diverse sanzioni, ex Decreto Legislativo 152/2006 art. 192 c. 1, dell'entità di 600 euro ciascuna ai cittadini individuati in due diverse circostanze (uno residente a Cascina, l'altro a Calci).

A titolo informativo, sebbene esse siano state elevate grazie a strumenti comunali ed al lavoro della Polizia Municipale di Calci, i proventi di queste sanzioni per legge andranno alla Regione (precedentemente funzione provinciale assunta a seguito della Riforma Del Rio dalla Regione Toscana).

Per l'Amministrazione Comunale il contrasto a questo odioso fenomeno è prioritario per la corretta gestione del territorio, per favorire il mantenimento del decoro, il rispetto e la conservazione dell’ambiente.

Cogliamo l'occasione di questa comunicazione per rinnovare l'appello ad assumere comportamenti civili al fine di vivere, tutti, in un territorio più pulito.

Informiamo altresì che i controlli proseguiranno e si intensificheranno.

 

Calci, li 9 Febbraio 2017                  L'Amministrazione Comunale---Massimiliano Ghimenti Sindaco di Calci

Fonte: L'Amministrazione Comunale
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

10/2/2017 - 10:17

AUTORE:
caterina

e' giustissimo sanzionare chi abbandona immondizia pere la strada....comunque c'e da dire che talvolta sono proprio i camioncini della spazzatura, troppo carichi, che perdono qualche sacchetto e non curanti tirano dritto abbandonado per la strada.
quindi oltre ai cittadini andrebbe controllato meglio anche l operato degli addetti al ritiro della spazzatura!!!!!!!