none_o

Qualche anno fa, se chiedevi ad un bambino, cosa volesse fare da grande, rispondeva l’astronauta, oppure il calciatore, le bambine invece volevano fare le hostes, le maestre oppure le cantanti.
Con ingenuità mista a fanciullesca inesperienza, esprimevano desideri e formulavano auspici irrealistici..

I 10 anni della Voce
none_a
Libri
none_a
Ricordo
none_a
Il Diario di Trilussa
none_a
Stamattina fanno scouting. . . .
. . . ma non volevano .....
http:/ / www. lavocedelserchio. it/ vediarticolo. php?id=27917&page=0&t_a=sagra-della-zuppa-2018

Comunque. .....
. . . . . . . . . . . . . che studi abbia fatto il .....
. . . . . . . . . . . . . . . . al programma che il .....
La Natura vista da Simona Tedesco
none_a
Agrifiera di Pontasserchio, 22 aprile
none_a
Agrifiera di Pontasserchio, 21 aprile
none_a
Agrifiera di Pontasserchio, 21 aprile
none_a
-Il Fortino- sabato 26
none_a
Pisa, 23 maggio
none_a
San Giuliano Terme, 27 maggio
none_a
Pisa, 22 maggio
none_a
Vecchiano
none_a
Pisa, 19 maggio-7 ottobre
none_a
  • ALLA CITTADINANZA DI MIGLIARINO

      04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30
    AVVISO DI ASSEMBLEA


    Il comitato A.S.B.U.C. di Migliarinoinvita tutti i cittadini della frazione a partecipare all’assemblea indetta presso la nuova sede ASBUC in via S. D’Acquisto n. 1 in Migliarino:     in prima convocazione per il giorno 30 Aprile 2018 alle ore 12.00,   in seconda convocazione per il giorno 04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30


  • GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA LINGUA MADRE

      Una domenica un poco strana il 25


    Anche per quest’anno la GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA LINGUA MADRE, evento che il G.U.T. (Gruppourturatoscana) porta in giro nella zona pisana, ed oltre, sarà ospite dell’ASBUC di Migliarino 


Pontasserchio
none_a
Campi solari (vedi locandina)
none_a
Pisa
none_a
Migliarino, 21 maggio
none_a
COME UN SASSO NEL FIUME


Resto in silenzio ad aspettare te,
a contemplare il tuo tenero viso,
i tuoi occhi candidi, dolcissimi,
semplici che .....
A Migliarino Pisano Viale dei Pini lato Salviati affittasi appartamento arredato di 90 mq. sviluppato su unico piano composto da Ingresso indipendente .....
Uno sguardo dal Serchio
APPROCCIO ALLA VENDITA DI IMMOBILI

9/6/2017 - 15:59


A seguito della pubblicazione dell'articolo sul "Mercato immobiliare nella Valdiserchio", abbiamo ricevuto alcune  richieste per un approfondimento tecnico per chi si trova a dover vendere un immobile.
Abbiamo girato la questione a Davide Saviozzi, che ci ha dato le indicazioni che potete leggere, chiedendogli anche di predisporre una serie di informazioni ulteriori che potrebbero essere utili per i nostri lettori.
Intanto ci ha dato questa nota.

 Vendere un proprio immobile  è un passo che spesso genera grattacapi , preoccupazioni e tensioni anche all’ interno della famiglia più tranquilla del mondo.
Il percorso che indico è quello da me ritenuto ottimale ma chiaramente la cronologia delle tappe può anche svolgersi contemporaneamente alla pubblicizzazione dell’ immobile, ma andiamo per gradi.
Quando si deve mettere in vendita un immobile che sia con il supporto di un’ agenzia immobiliare o anche da semplice privato, è buona regola far controllare preventivamente l’ immobile  da un proprio tecnico di fiducia che svolga la professione di geometra , perito edile, architetto o ingegnere in modo da sapere prima se è tutto in regola o se l’immobile necessita di sanatorie edilizie.
Questo è un passaggio fondamentale perché la raccolta dei titoli autorizzativi quali possono essere le concessioni edilizie , le licenze edilizie , le sanatorie ecc .servono per verificare l’ effettiva regolarità dell’ immobile.
Se si appura che c’ è un problema è meglio farlo presente fin dalla visita in loco dei potenziali acquirenti , in quanto la conformità sarà poi verificata anche da un loro tecnico che produrrà una relazione da consegnare al notaio.
Per cui giocare d’ anticipo è utilissimo per rendere più lineari le varie fasi della compra-vendita .
Ricordo che avere un Abitabilità/Agibilità , specialmente se di 30 o 40 anni fa non è automaticamente garanzia di regolarità dell’ immobile e che per regolarizzarlo e poterlo commercializzare possono essere necessari anche alcuni mesi , tempistiche che a volte possono far saltare un accordo di vendita
Gli altri documenti da reperire  sono l’ A.P.E. ( attestato di prestazione energetica ), redatto da tecnico abilitato, che è un documento introdotto come necessario fin da subito ormai da qualche anno.
Detto in parole povere , indica  la capacità di risparmio energetico dell’ immobile , i titoli di provenienza con cui si è diventati proprietari ossia contratti di compra- vendita , successioni e/o donazione ( quest’ ultima potrebbe creare dei problemi alla vendita).
In caso di successione servirà anche il precedente atto con il quale chi vi ha lasciato l’ immobile ne era divenuto proprietario a sua volta.
Servono anche le visure catastali e le planimetrie catastali che devono risultare conformi allo stato attuale dell’ immobile; ma queste sono più facili da reperire e anche se risultasse che l’ immobile necessita di una nuova planimetria catastale, la procedura è molto più sbrigativa e meno costosa rispetto a regolarizzare un immobile dal punto di vista urbanistico ( in Comune).
Le altre documentazioni necessarie per una vendita sono le certificazioni di conformità degli impianti per le abitazioni costruite dopo l’ entrata in vigore della legge 46/90.
Ma non spaventatevi nel caso non ne siate in possesso, perché dovrebbero comunque essere allegate alla pratica di Agibilità/Abitabilità depositata in Comune alla fine dei lavori.
In caso di smarrimento totale di questi documenti per gli impianti eseguiti prima dell’entrata in vigore del D.M. 37 del 2008, il certificato è sostituito da una dichiarazione di rispondenza, in cui si attesta che, in esito a sopralluogo ed accertamenti, gli impianti sono conformi alla normativa in vigore al momento della loro realizzazione.
 Per gli impianti realizzati prima dell’ entrata in vigore della legge 46/90 non c’è l’ obbligo delle certificazioni in quanto all’ epoca non previste, ma questa situazione va già specificata fin dalla firma della proposta d’ acquisto o del preliminare
Tutto questo insieme di documenti sono necessari per la vendita e visto che in ogni caso serviranno ,  è bene munirsene prima ( o almeno avviarne il recupero ) in modo da avere  e  poter fornire al potenziale acquirente ed al suo tecnico un quadro della situazione ben preciso che renda i vari passaggi più rapidi.
Finisco qui questa illustrazione invitandovi a seguire la prossima puntata che parlerà di come un venditore si può relazionare con le agenzie immobiliari e di come si svolge una valutazione di vendita.
 

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: