none_o

Ho letto finalmente con soddisfazione su un comunicato dell’Amministrazione Comunale vecchianese le due paroline che da tempo attendevo: Pista Ciclabile. Potrebbe essere la prima volta, ma potrebbe essermi sfuggita, che viene ufficialmente annunciata dall’Amministrazione Vecchianese l’intenzione di creare piste ciclabili nel nostro territorio. E’ una nota di merito per questa nuova Amministrazione che spero, negli anni che ancora ha a sua disposizione......

Omaggio
none_a
Compleanno
none_a
La Foto
none_a
Le Parole di Ieri
none_a
Una domanda pubblica al Sindaco di San Giuliano Terme .....
Chi ama la cultura e la libertà di pensiero ti ha .....
. . . fanno parte della Frazione di Migliarino Pisano, .....
Sindaco Angori alla bufalina è stato fatto la fossa .....
di Carlo Delli
none_a
Come cambiano autovelox e multe con il decreto Minniti
none_a
Uno sguardo dal Serchio
none_a
Volete voi apparire in foto nel posto più bello del mondo su questa rubrica? inviatele a questo indirizzo: lavocedelserchio@yahoo.it
none_a
Polisportiva Sangiulianese
none_a
A Pugnano (Italy)
none_a
Sezione di Migliarino
none_a
Molina
none_a
San Giuliano Terme
none_a
L’INCIDENTE


Seduti su quei sedili lordati di sangue,
col capo chino, vidi
quella scena orrenda
che mi trafisse il cuore.
Giovani vite spezzate
da .....
Affitto a Vecchiano nel centro del paese, di fronte al palazzo comunale, un appartamento di recente ristrutturazione composto da cucina, bagno, camera .....
Il Gruppo di San Rossore
PARCHI: MALE A TERRA, PEGGIO A MARE

20/6/2017 - 17:12


PARCHI: MALE A TERRA, PEGGIO A MARE

 


Probabilmente –anche se non è sicuro- la vicenda della nuova legge sui parchi sta per concludersi nel peggiore dei modi. E se per i parchi  a terra sarà un bel pasticcio per quelli a mare -come è stato detto- sarà ancora peggio, un vero disastro. E pensare che si era avuta la faccia tosta di motivare la nuova legge con l’esigenza di rilanciare soprattutto le aree protette marine.   Intendiamoci già quel testo che piaceva alla ministra dell’ambiente Prestigiacomo di chiaro aveva solo che intendeva azzoppare e pesantemente la vecchia legge e cercare di far cassa con misure che con la tutela ambientale non avevano nulla a che a fare.
Ora, mentre una serie di documenti internazionali sostengono che le aree protette marine hanno un ruolo determinante nella difesa del mare dall’inquinamento all’erosione costiera alla pesca sempre più allarmanti, il nostro parlamento sta per sfornare una legge che aggraverà la situazione. Un tempismo davvero brillante.

Così anche la nostra regione pagherà  dazio. Innanzitutto lo pagherà nel santuario dei cetacei di cui ormai nessuno sa più niente come della Carta di Livorno. Il parco nazionale dell’Arcipelago Toscano resterà ancora senza area protetta marina in compenso le moto potranno scorrazzarci come vogliono e pure i pescatori abusivi. Dell’osservatorio sul mare concordato a suo tempo con il ministro Orlando che avrebbe dovuto sanzionare l’avvio della nuova gestione della riserva della Meloria affidata al nostro parco, ormai con Galletti sono state cancellate anche le tracce. Comunque vada a finire in parlamento con il passaggio della legge al voto del Senato dobbiamo a questo punto mettere mano a iniziative politiche e istituzionali non solo per rinnovare la più che legittima e sacrosanta denuncia, ma anche per avviare nei parchi e con gli enti locali e la regione iniziative che permettano di rimediare ai danni di un parlamento che ha fatto lo gnorri dinanzi a denunce  e proposte serie.
Renzo Moschini

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: