none_o


Una vicenda tutta personale viene descritta in questo nuovo articolo di Franco Gabbani, una storia che ci offre un preciso quadro sulla leva per l'esercito di Napoleone, in grado di "vincere al solo apparire", ma che descrive anche le situazioni sociali del tempo e le scorciatoie per evitare ai rampolli di famiglie facoltose il grandissimo rischio di partire per la guerra, una delle tante. 

Vittoria del Vecchiano Centro al Palio Rionale
none_a
Circolo ARCI-Migliarino
none_a
Comune di Vecchiano- Nuova Allerta Meteo Gialla in arrivo
none_a
. . . uno sul web, ora, che vaneggia che la sua .....
. . . . . . . . . . . a tutto il popolo della "Voce". .....
. . . mia nonna aveva le ruote era un carretto. La .....
. . . la merda dello stallatico più la giri più puzza. .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
di Fabiano Corsini
none_a
Pisa, 24-27 giugno
none_a
Tirrenia, 17 giugno
none_a
di Alessio Niccolai con Alma Pisarum APS
none_a
Villa di Corliano, 27 giugno
none_a
Le cose andrebbero meglio
se non bene
se si procedesse
tutti quanti insieme. . .
rispettando modi, tempi, capacità
valorizzando le competenze .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
Oggi, 30/6 nasce DEMOCRATICA
Nuovo quotidiano digitale del Partito Democratico

30/6/2017 - 23:34

Oggi nasce DEMOCRATICA, il nuovo quotidiano digitale del Partito Democratico.

La voce della più grande comunità politica italiana, lo strumento di informazione e discussione per le centinaia di migliaia di iscritti, militanti, amministratori e rappresentanti politici del PD.

Un quotidiano digitale e multimediale diffuso ogni giorno e gratuitamente.Leggi subito il primo numero di DEMOCRATICA QUI 

Scarica ogni giorno (dalle h13.30) e diffondi DEMOCRATICA da www.partitodemocratico.it e da www.unita.tv, sulla app BOB del Partito Democratico (disponibile per Android e iOS) e sul messenger Facebook all’indirizzo m.me/partitodemocratico.it

seguendo le istruzioni del bot risponditore automatico



+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

2/7/2017 - 17:19

AUTORE:
Internauta

Nel 2017 - XXI secolo la grande idea comunicativa del più grande partito di massa italiano è quella di proporre un quotidiano in .pdf... Qualcuno dica all'ufficio comunicazione del PD che non siamo più negli anni '90. Vi prego, aiutateli.

1/7/2017 - 13:35

AUTORE:
Bruno Baglini Migliarino

...ma la via è obbligata come in una autostrada a più corsie, puoi sorpassare o in caso di guasto ti fermi nella corsia d'emergenza ma non puoi tornare indietro.
Le cabine telefoniche così come i gettoni del telefono che divennero moneta scambiabile sono ormai obsolete come sono diventate tante cose del passato.
Già ai tempi dell'Unità diffusa domenicalmente nelle case da noi comunisti ci fu chi "brontolò" perchè Giancarlo Pajetta dette un intervista alla Repubblica di Scalfari che vendeva un milione e duecentomila copie.
Solo che il battagliero Giancarlo era già un pezzo avanti a noi "bonaccioni" che si leggeva solo l'Unità la domenica e solo in quel giorno "forse pareggiava" in copie con Repubblica, il Corriere della Sera, La Stampa.
Alla stazione FS di Migliarino, nel /75 la domenica mattina scaricavo 960 copie dell'Unità per le 5 frazioni vecchianesi e 15 copie dell'Avanti, fra settimana, Aldo del Capitani giornalaio del mio paese ritirava alla stazione 4 copie dell'Unità e 2 dell'Avanti (anche se alcuni compagni erano abbonati al loro unico giornale)

Ora, l'inutilità riconosciuta dai più era di aver lasciato il sottotitolo "giornale fondato da Antonio Gramsci" e 90 anni si fanno sentire.
....dice ma...i Vangeli...si bona Ugo.
Li si parla spesso di pane, olio, vino e di pecore e se aggiornati le pecore passerebbero in sott'ordine sicuramente a fronte della robotica e le stampanti 3d.

...dice...cosa c'incastra la nascente Democratica con il tira e molla Staino-Renzi per il giornale cartaceo L'Unità.
Già l'amico Staino voleva essere direttore anche dell'Unità tv.it, poi prima di dimettersi da Direttore dell'Unità per diversi giorni invece di fare un giornale che giornale quotidiano non lo era affatto, lo riempì di fumetti suoi e di altri fumettari e...allora ditelo.
Fare un pianto solo e non tanti è alle volte la miglior soluzione e fosse solo il male che quel giornale li lo leggevano ai tempi di Togliatti-Longo e Berlinguer tutti i componenti dei 26 partiti derivati dal PCI...
...ora "pare" che da ieri 30/6 ad oggi 1/7 "quelli" riuniti a Roma dall'ex Sindaco di Milano abbiano già cambiato nome e sigla.
Così va il mondo, per restare nell'"Unità" si dividono ad ogni starnuto e...basta un venticello e zacchete!

Comunque l'informazione non ci manca e basti vedere anche nel nostro piccolo. A dieci anni dalla nascita del "nostro/vostro" giornale online VdS, nella giornata di ieri 30/6/17 il contatore segnava 14.083 visite ed ha raggiunto il massimo storico mensile con 452.211 letture/visite.
In marcia... come direbbe nostro cugino Macron e chi ha più filo, tesserà.

piesse, l'effetto Renzi con l'arrivo di Guazzaloca nella rossa Bologna nel 1999 e la "perdita" 18 anni dopo di La Spezia del giugno /17 con l'effetto dello spezzino Orlando c'incastrano "poghino" direbbero a Toredellago.

1/7/2017 - 12:06

AUTORE:
Democratico

L'iniziativa del Pd ha scatenato subito la polemica di Sergio Staino, direttore de L'Unità: "Hanno fatto tutto di nascosto, mentre chiedevo incontri ai rappresentanti del Pd, nel frattempo stavano preparando questa nuova iniziativa". Staino punta poi il dito contro Romano, "proprio colui che era il mio condirettore e che avevo allontanato perché rappresentava l'antigiornalismo in persona". Riguardo a Renzi, Staino ha spiegato che era stato lui stesso a chiedere un giornale "non sdraiato sul Pd, ma che favorisse il confronto. Ora invece fanno la velina della redazione che diventa il giornale di partito". Il direttore parla poi del giornale da lui diretto: "Ufficialmente c'è ancora, ma in realtà non c'è nulla. I giornalisti sono fermi in attesa di notizie. A maggio non hanno pagato gli stipendi, a giugno nemmeno. C'era un accordo per la cassa integrazione per procedere alla ristrutturazione. Adesso non si sa più nulla".