none_o


I giornali riportano notizia di un’importante riunione avvenuta nel mese di luglio fra l’assessore regionale Federica Fratoni, il sindaco di Viareggio Giorgio Del Ghingaro e il presidente del parco Gianni Maffei Cardellini.

Alcuni stralci delle loro dichiarazioni.

Poi la “questione movida”-dice Del Ghingaro-, la marina di Torre del Lago, per tornare ad essere attrattiva, non può sottostare ai vincoli di orario e di decibel e del Parco...

Le Parole di Ieri
none_a
La Foto
none_a
Ricordo
none_a
Nel Solleone
none_a
Concordo in pieno con l'analisi fatta da Maini sul .....
Quale può essere il giudizio che viene dato al comportamento .....
La nostra petizione , lega nord, e'stata fortemente .....
Come dall’allora PDL 2009, fu fatto presente all’Amministrazione .....
Come cambiano autovelox e multe con il decreto Minniti
none_a
Uno sguardo dal Serchio
none_a
Volete voi apparire in foto nel posto più bello del mondo su questa rubrica? inviatele a questo indirizzo: lavocedelserchio@yahoo.it
none_a
S.A.T.
none_a
Rimini-Danze Latine
none_a
Pontasserchio
none_a
Campionati di calcio a 5 stagione 2017-2018
none_a
Hockey online
none_a
L’INCIDENTE


Seduti su quei sedili lordati di sangue,
col capo chino, vidi
quella scena orrenda
che mi trafisse il cuore.
Giovani vite spezzate
da .....
Attraverso questo giornale, se possibile, vorrei segnalare alla Soc. Geofor, che l'ultima fornitura di sacchetti per la raccolta dell'umido, quelli .....
Le Parole di Ieri
Da Scaciare a Scepre

30/7/2017 - 15:40

 
SCACIARE
Lett: SCACCIARE . [Mandare via bruscamente]
Letteralmente sarebbe levare il cacio che in questo caso non sarebbe sinonimo di formaggio, bensì di quelle piccole secrezioni rapprese, talvolta presenti in qualche parte del nostro corpo non perfettamente pulita. Tipico il cacio della zona genitale maschile (solco balano-prepuziale).
Probabilmente l’origine del termine è proprio da scacciare, con la perdita di una c, come spesso avviene alle parole in Toscana, ed assume un significato più vigoroso di “mandar via bruscamente”, con un maggior senso di rimprovero e di esclusione:
m’hanno scaciato!” è appunto sinonimo di cacciato, ed anche in malo modo.
Scaciato dalle peggio fie” era un’espressione offensiva tipica livornese per indicare un rifiuto anche da parte di ragazze poco piacenti.
 
SCARTINO
Lett: nc.
Scartino non ha un significato preciso che si possa, cioè, tradurre con una singola parola italiana. Esisteva un “giocare a scartino” che significava giocare al pallore dribblando la palla invece che fare, come si soleva dire: “du’ tiri in porta”. Andare di scartino voleva dire usare moderazione, leggerezza, delicatezza.
Si, ma vacci di scartino!” si poteva dire alla mamma che medicava con lo "spirito" le piccole sbucciature dei ginocchi, ed anche “e ci s’è andato di scartino!” quando una persona esagerava, a suo favore, in una divisione tra amici (!) di beni comuni.
 
SCATIZZOLO
Lett: nc.
Non esiste in italiano un termine simile, si trova solo un arcaico “scatizzare” con il significato di [sgorgare, scaturire, sprigionarsi come di fiamma].
Lo scatizzolo aveva infatti a che fare con il fuoco ed era precisamente un’asta di legno che serviva per attizzare il fuoco nel forno. Era compagno dello spazzolo: una spazzolina che serviva per pulire il forno formata da un mazzo di foglie di gialo legate in cima ad una pertica.
 
SCAZZARE
Lett: nc.
Verbo ancora oggi di uso comune, col significato di tentare la sorte, aver fortuna, approssimare.
Ho un po’ scazzato” significa essersi arrabattati, avendo unito un po’di fortuna ad un po’ di furbizia per raggiungere uno scopo, fondamentalmente non negativo.
Dal verbo deriva "scazzone" che è l’unico termine riportato dal vocabolario con la definizione:
[scorpione di mare, pesce velenoso del genere acantotteri, lungo fino a 26 cm e buono per fritture]!
Più negativo è invece l’uso del termine cazzo: fatto ”a cazzo”, “a cazzo di cane”, una “cazzata” sono tutte espressioni indicative di una cosa non riuscita, indicanti una connotazione negativa.
Lo stesso discorso vale per il derivato cazzone, non riferito a misure fisiche ma indicativo di una persona che si comporta in maniera scorretta.
 
SCEPRE
Lett: nc.
Siepe. Probabile trasformazione dialettale del nome originale oppure derivazione diretta dal nome latino della siepe detta appunto sepes.
Bello l’accrescitivo sceprone al contrario del pur presente, ma sinceramente brutto, termine italiano “siepone”, a cui viene preferita, di solito e giustamente, l’espressione grossa siepe.
A Vecchiano sceprone indica anche un grosso temporale in arrivo (P.C.)

FOTO.

Campo del Troncolo:  Mezzogiorno-Tramontana del 31-8-1961 

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: