none_o

Una quarantina di anni fa, rientrando sporadicamente dalla residenza in nord Italia, per visite parentali e reimmergermi nelle acque locali, dove un grande Alessandro sciacquava solitamente i panni il secolo precedente, non appena valicato l’Appennino, mi rendevo conto di quanto siamo “ghiozzi”, pesanti, a volte grevi, blasfemi, volgari, bischeri e sciamannati noi toscani! Man mano che mi avvicinavo a Vecchiano, avvertivo sempre più chiaramente ....

Il Diario di Trilussa
none_a
Storia
none_a
Compleanno
none_a
I 10 anni della Voce
none_a
Vorrei ringraziare pubblicamente i Senatori che con .....
. . . . buona Pasqua a Riccardo Maini.
Quest'anno .....
Ringrazio affettuosamente Giò per il particolare pensiero .....
la tmm chiude e molte famiglie avranno grossi problemi .....
Migliarino
none_a
Soci Unicoop
none_a
Primaziale Pisana, conf stampa
none_a
di Rosanna Betti
none_a
Pisa, 14 dicembre
none_a
Che fai bambina mia
su quella porta
guardando da lontan
per quella via?
Ah, se sapessi,
quando la fu morta
se la portaron via
di là la mamma .....
Causa trasferimento abitazione, vendiamo mobili usati in ottimo stato.
Visibili a Nodica, comune di Vecchiano.

cinzia. mantellassi@ virgilio. .....
Acqua di Serchio
La "Vongola d'oro"

7/8/2017 - 7:35

Dà una risposta uno dei massimi esperti di molluschi d’acqua dolce, Gianbattista Nardi: «È una specie aliena, dell’estremo oriente. Trasportata dall’uomo attraverso le navi prima nel Nord Europa, poi nel Nord Italia. Sul Garda è arrivata probabilmente con i motoscafi dei turisti olandesi. Io l’ho raccolta per la prima volta a Manerba nel 2002. Gli uccelli possono poi aver fatto da vettore per le larve, espandendo la loro presenza anche nella Bassa». Nardi, che sull’argomento ha scritto un testo insieme ad Antonio Braccia, dieci anni fa aveva ipotizzato una futura esplosione demografica della Corbicola. Così è stato. Il suo ritrovamento in grandi quantità nel fosso a Corzano ne è una dimostrazione. E snocciola elementi inediti per la letteratura scientifica di settore (e non solo): «Negli ultimi anni l’ho ritrovata, a macchia di leopardo, anche tra Ghedi, Leno, Manerbio, l’Oglio e il lago d’Iseo. Ma è stata trovata anche nel Po, nel Brenta e nei laghi di Mantova. Il problema è che dove si è acclimatata ha portato danni economici (ostruzione di canali irrigui, scarichi civili e industriali) e ambientali (alterazione di equilibri chimico fisici dei bacini e sostituzione della fauna autoctona)». Non ha infatti predatori. Aironi e ratti non la riconoscono come cibo. E quindi prolifera indisturbata.


Ora parlo io: sono passati molti anni dall’articolo e dai primi ritrovamenti in Italia della “Corbicola flumicula” al nord, documentati  poi fino ai confini della provincia di Ferrara, mai, che ne sappia, in Toscana dove non sembrerebbe arrivata.
Ho  trovato questi “gusci” di Corbicola, dal bel nome  di “vongola d’oro”, nel Serchio e devo dire che è la prima volta e credo che tali esemplari, avvistati così in basso rispetto ai luoghi sopra citati, sia quindi notizia da primo piano (almeno per gli amanti della Natura).


Una cosa che il malacologo Nardi si è dimenticato di dire è che la corbicola fa da indicatore della qualità dell’acqua essendo molto sensibile agli agenti inquinanti e quindi molte presenze, molta bontà dell’acqua.
E poi questa ostilità per l’alieno  non la capisco, il siluro è dannosissimo e pericolosissimo per l’ecosistema (mangia ogni cosa che si muove e che è a tiro)e andrebbe estirpato, ma la piccola corbicola mai ”sostituirà la fauna autoctona” perché non ha nessuno con cui competere, quali altri bivalvi vi sono in Serchio?
Gli unici bivalvi sono le mastodontiche “anodonte”, dette stupidamente “cozze di fiume”, color marrone verdastro e non nero, habitat sotto la sabbia e non aggrappata agli scogli, taglia che raggiunge i 20 cm, e sono rare nelle acque de nostro fiume.
Quindi:
 Benvenuta piccola corbicola, fai il tuo mestiere!

 

Il Serchio ti da la sua Acqua  e la sua Voce

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




7/8/2017 - 9:14

AUTORE:
u.m.

Non mi fido tanto delle notizie, o suggerimenti, della "rete" e, anche se da una parte si dice di "sì son commestibili" e da una "è gommosa", provo di persona e te lo faccio sapere, non voglio responsabilità.
Se le trovo vive, per ora tre aperte e vuote!
Qualcuno le avrà pur mangiate!

7/8/2017 - 8:55

AUTORE:
Zeus

Aironi e ratti non la riconoscono, ma è commestibile?, perché se la risposta è si, allora un cenno probremi!