none_o

La prima foto mostra l’ingresso della pista ciclabile lungo la via del Mare al podere i Leccetti. C’è uno stretto passaggio accanto al cancello chiuso e una stradina che conduce fino all’argine. Qui il ciclista che ha letto Migliarino alla sua sinistra è già in imbarazzo: portarsi sull’argine o seguire la strada a fianco sottostante? L’argine è impraticabile, solo un vialetto sconnesso centrale con erba alta ai lati.....

Le Parole di Ieri
none_a
Ricordo
none_a
Ricorrenza
none_a
Omaggio
none_a
l' altra mattina alle ore 6 ascoltavo il notiziario .....
In viaggio con il PD, dai energia al treno. Puoi .....
Legge cosa gli interessa. . . . quando e su cosa gli .....
. . . . perche? Quando comprate il Corriere della sera .....
Uno sguardo dal Serchio
none_a
di Carlo Delli
none_a
Come cambiano autovelox e multe con il decreto Minniti
none_a
Uno sguardo dal Serchio
none_a
Avane, 28 ottobre
none_a
Castello dei Vicari - Lari
none_a
Arena Metato
none_a
Viareggio.
none_a
Pontasserchio, 14 ottobre
none_a
L’INCIDENTE


Seduti su quei sedili lordati di sangue,
col capo chino, vidi
quella scena orrenda
che mi trafisse il cuore.
Giovani vite spezzate
da .....
Speedy Wash di Gambini Cinzia
Via Mazzini 6 Migliarino Pisano
Aperto dalle 08:00 alle 22:00 tutti
i giorni anche festivi
Tel. 328 4122388

Solo .....
San Giuliano Terme
Antiquariato e prodotti locali, un connubio molto gradito

2/10/2017 - 18:26

Per la prima volta, domenica scorsa al mercato di Antiqua si è unito, nell'area del Parco dei Pini, un mercato dei produttori locali, organizzato in collaborazione con la condotta slow Food di Pisa e Monte Pisano.
Così, ai vari oggetti che si potevano ammirare negli stand dei quasi 70 espositori, un record assoluto, si sono aggiunti i prosciutti e salumi di cinta senese di Chianni e Nibbaia, il miele della Val Graziosa, la birra artigianale di Vecchiano, l'aglio rosso di Santa Maria al Monte, il farro di San Martino, i formaggi dela Valdera, le ultimissime melanzane di Migliarino...
Tutto a km 0, ma soprattutto di grandissima qualità.
A giudicare dagli acquisti, i frequentatori hanno molto apprezzato la novità.
Visto il successo, il mercato dei produttori locali ( e già ci sono nuove richieste per partecipare ), verrà replicato nelle prossime edizioni.
Ma non basta. La Pro Loco di San Giuliano sta anche pensando di invitare artigiani locali .
Insomma si rischia che la prima domenica del mese diventi un appuntamento irrinunciabile per i cittadini delle varie frazioni di San Giuliano e non solo... 

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




12/10/2017 - 19:46

AUTORE:
Collezionista antifascista

Chi ha paura di un simbolo fascista non è sicuro delle proprie idee.
Sono altre le cose che preoccupano un vero antifascista ma forse Leni non lo sa e per lei antifascismo significa fare repulisti di certi innocui cimeli.

12/10/2017 - 12:46

AUTORE:
Leni

leggendo quello che hai scritto, ti invito a cercare sui banchi una collezione di cervelli, magari ti può servire di più del busto di Benito. Il male della gente e che non legge o non sa leggere...

11/10/2017 - 9:39

AUTORE:
Antifascista

Una cosa è certa.
Bisogna fare proprio attenzione all'ignoranza (chi ignora) siano stati personaggi quali: Ernesto Che Guevara, Angela Davis, Nguyen Sing Cung (Hò Chi Minh) ispiratori di magliette e rivoluzionari al pari di Giuseppe Garibaldi e fare di ogni erba un fascio non giova a nessuno.

11/10/2017 - 8:18

AUTORE:
Cittadino

Io sono in accordo a togliere tutti I gadget con simboli fasciasti pero' a quel punto per far cosa giusta bisogna eliminare anche le magliette con il "CHE" e la falce e martello.

10/10/2017 - 18:35

AUTORE:
VENANZIO FONTE

Grazie al sig. pecori per averci messi al corrente di questa mozione comunale che chiarisce definitivamente un argomento che ritengo possa ormai ritenersi esaurito nel suo contesto e non avrebbe a questo punto più ragione di essere dibattuto.
Grazie a tutti

10/10/2017 - 17:49

AUTORE:
Antifascista

Copio/incollo argomentazione su mozione approvata dai gruppi consiliari sangiulianasi; l'Altra San Giuliano (Rifondazione Comunista - Comunisti Italiani), Partito Democratico, Movimento 5 stelle, Impegno e Solidarietà, Sel.
............................................................................

Pugno duro contro i gadget fascisti

Approvata la mozione contro la diffusione di oggettistica raffigurante immagini, simboli o slogan rievocativi dell'ideologia fascista
SAN GIULIANO TERME — La mozione, che prende le mosse da una iniziativa promossa da Anpi, è stata votata dai gruppi consiliari de l'Altra San Giuliano (Rifondazione Comunista - Comunisti Italiani), Partito Democratico, Movimento 5 stelle, Impegno e Solidarietà, Sel.
Il documento impegna sindaco e giunta a intraprendere azioni finalizzate a contrastare la vendita e la diffusione di oggettistica raffigurante immagini, simboli o slogan rievocativi dell'ideologia fascista.
"Per fare ciò - spiega il presidente della sezione Anpi di San Giuliano Terme e Calci Stefano Pecori - è necessario introdurre nel codice penale una nuova fattispecie di reato che consenta di perseguire alcune condotte che non sono comprese all'interno della normativa vigente, quali la diffusione e la vendita di beni raffiguranti persone, immagini o simboli chiaramente riferiti a contenuti propri del partito fascista o nazifascista"
"Non possiamo che essere soddisfatti dell'esito della votazione del consiglio comunale di San Giuliano - prosegue Pecori - così come per quello di Calci che ha votato la mozione alcuni giorni prima. Un segno importante per la nostra zona che fu teatro di coraggiose azioni partigiane e di altrettante tragedie che colpirono le popolazioni civili per mano dei nazisti e dei fascisti italiani. Un segno importante per ricordare nel miglior modo possibile il 70esimo anniversario della Costituzione Repubblicana nata dalla resistenza".

Stefano PecoriPresidente ANPIsezione San Giuliano Terme-Calci

10/10/2017 - 16:28

AUTORE:
venanzio fonte

sempre volentieri rispondo a tutti coloro che intervengono, anche perchè , come dico sempre, è importante che si parli di pro loco, visto che stiamo cercando di affermarci e di farci conoscere proprio ai sangiulianesi, per avere da loro l'aiuto necessario per capire cosa si deve fare , cosa si può fare di utile per San Giuliano e le sue frazioni e come i cittadini giudicano quello che facciamo.
La cosa importante però, è che nel contesto del nostro discorso inerente in questo caso ad "antiqua" e alla prova che abbiamo fatto nell'abbinarla anche ai nostri prodotti locali "slow food", non si abbiano a innescare discorsi politici.
Questo perchè come associazione siamo assolutamente apartitici e apolitici, aperti a tutto e a tutti, indistintamente dai colori politici, purchè i suggerimenti , o le critiche siano fatte per il bene del turismo, del commercio....etc..etc..etc....
di san giuliano terme.
Rispondo quindi ai due "collezionista" e "antifascista", dicendo loro che secondo i punti di vista, entrambe le loro considerazioni possono essere giudicate valide, perchè espressioni personali su argomenti discutibili.
La cosa indiscutibile però è la "legge" e i regolamenti "comunali".
A questi ci si deve attenere per obbligo e per giusto rispetto.
Quindi l'accettare la segnalazione di "leni" e provvedere in merito, non è che attenersi alle regole.
Del resto già attenendosi alle regole si commettono tanti errori, figuriamoci se non ci si attenesse ad esse che po' po' di confusioni potrebbero venire fuori.
Ringraziando anche voi per l'intervento, vi saluto cordialmente
Venanzio

10/10/2017 - 10:21

AUTORE:
Antifascista.

Si! La Repubblica Italiana è nata dalla lotta al nazifascismo e l'apologia "di quella roba li" è reato.
Pertanto invito a disertare per almeno 50 anni tali negozi che espongono "quella roba li " vietata delle leggi Italiane.

10/10/2017 - 9:21

AUTORE:
Collezionista

Voglio ricordare a Leni che chi vende oggetti relativi al fascismo non è detto che sia fascista e chi vende ritratti di Lenin o di Stalin può non essere comunista, è un commerciate che fornisce oggetti a collezionisti che non è detto, anche per loro, che siano apologeti ma semplicemente conservano cose che male o male appartengono al passato e fanno parte della storia.
Secondo il pensiero di Leni allora si dovrebbero togliere dai banchi antichi santini o crocifissi perché sarebbero un'apologia di cristianesimo che potrebbe urtare i non cristiani o i non cattolici.

9/10/2017 - 16:53

AUTORE:
venanzio fonte

"leni" buonasera,
come vede rispondo subito alla sua gradita segnalazione, assicurandole che per il futuro questo problema non sussisterà piu'.
Non tanto perchè vogliamo essere censori di ideologie, è giusto che ognuno personalmente conservi quella che ritiene più opportuna, ma soprattutto perchè è giusto rispettare la legge, in particolare quella del nostro comune.
Purtroppo non sempre possiamo controllare singolarmente la merce che viene esposta, l'aiuto dei cittadini ci serve anche a questo, a segnalare cose che a volte a noi possono sfuggire, siano esse positive o negative.
Grazie ancora per la segnalazione e per averci letto.
Venanzio

9/10/2017 - 9:28

AUTORE:
Leni

Gentile presidente Fonte,
attraversando il mercatino di Antiqua, sono già due volte che, presso lo stesso espositore, davanti all'oreficeria Celandroni, vedo esposti simboli evidenti del fascismo (busti del duce, insegne ecc.) Vorrei ricordarle che questo è vietato dalla legge ed anche di recente il consiglio comunale di sgt si è espresso in questa direzione.
La prego di far rispettare la legge.

6/10/2017 - 9:12

AUTORE:
venanzio fonte

Sempre plaudendo a chi in qualche modo si inserisce nelle tematiche della pro loco, voglio ringraziare ovviamente anche il "Sangiulianese" non solo per le parole positive che ci rivolge, ma soprattutto perchè ha toccato un tasto particolarmente importante nel contesto del suo discorso quando dice:
"l'importante è che non si rimanga fermi nel pantano dell'immobilismo e del degrado che ha caratterizzato gli ultimi anni del nostro comune".
E' proprio questo il punto, cercare di fare cose che non sono mai state fatte (vedi mettere il punto informazioni turistiche in piazza) , sfruttare spazi che non sono mai stati sfruttati( vedi lo sloow food messo nella pinetina) e altre cose che faremo in seguito.... che non saranno sempre indovinate o non avranno sempre esito positivo, ma noi ci proviamo!!!!
importante però a questo punto è il supporto dei cittadini, che ci devono aiutare con consigli e critiche costruttive nei nostri tentativi, affinchè si confermino i progetti che avranno successo e si abbandonino quelli che si riveleranno poco utili, al turismo al commercio, alla cultura, all'enogastronomia, all'arredo urbano e quant'altro potremmo mettere sul piatto della bilancia.
Nella cronaca di San Giuliano si dovrebbe sempre poter leggere il nostro programma iniziale.
Alcune cose le abbiamo fatte, altre sono in programma, come "un fiore per San Giuliano" , la partita di calcio per il tesseramento pro loco, i corsi di: lingua, cucina, delle erbe e dei fiori e il calendario 2018.
Calendario sul quale verranno riportati per ogni mese gli eventi che si svolgono durante l'anno nel nostro comune, con delucidazioni sugli eventi......ecco...anche questo è un tentativo di portare nelle case non solo dei sangiulianesi gli eventi, ma anche in casa dei pisani o dei lucchesi, affinchè sappiano che in quelle date o in quei mesi nel nostro comune si svolgono determinati eventi.
Anche per questo però è fondamentale il sostegno e l'aiuto dei cittadini, che non solo devono acquistare il calendario che venderemo a un prezzo di recupero spese o poco più (4/5 euro ma si devono impegnare a diffondere agli amici, ai parenti meno informati e quelli fuori del comune il calendario stesso.
Guardate che la pubblicità porta a porta o voce a voce come dir si voglia è la migliore in ogni senso.
Concludo quindi ringraziando ancora una volta gli intervenuti a questo dibattito, e ricordo a tutti che :
noi ci siamo ......e vi aspettiamo.
Venanzio

5/10/2017 - 18:14

AUTORE:
Sangiulianese

Tempo fa scrissi un commento alle parole di Venanzio Fonte, manifestando la mia perplessità sulle reali possibilità di rivitalizzare Antiqua, in un contesto di una San Giuliano sempre meno capace di attirare interesse e persone.
A distanza di pochi mesi devo ricredermi. Gli espositori di Antiqua sono più che raddoppiati e migliorati ( ovviamente ad andarsene per primi erano stati quelli più di qualità) e questa idea del mercato di produttori locali mi sembra davvero ottima.
Non capisco i dubbi di Fanny. Innanzitutto l'intelligente decisione di fare un mercato nettamente separato evita qualsiasi confusione. E oltretutto fa rivivere un luogo abbandonato, come è stato detto, che ha invece grandi potenzialità.
E anche la scelta dei produttori è stata oculata, dato che li avevo già visti nell'area del Comune di San Giuliano, quindi con una qualità consolidata. Se aumenteranno sarà solo un bene. E comunque stampe antiche e salami, formaggi o miele non sono in competizione, ma si abbinano molto bene.
Potrebbe essere in effetti differente con l'artigianato, ma non essendo chiaro cosa si vuol fare, si vedrà. L'importante è che non si rimanga fermi nel pantano dell'immobilismo e del degrado che ha caratterizzato gli ultimi anni del nostro comune

4/10/2017 - 18:17

AUTORE:
venanzio fonte

Grazie a Dio, esistono ancora persone come voi , "soddisfatto" e "Fanny" che intendono esprimere per scritto le loro opinioni sui fatti.
Solo così a mio avviso si può crescere e migliorare.
"Soddisfatto", che ringrazio per l'apprezzamento , ci dà quella fiducia e quella voglia di continuare su ciò che a volte viene fatto per sperimentare; mentre Fanny, lo ringrazio perchè mi dà l'opportunità di spiegare quali sono i fini che si nascondono dietro fattori e eventi all'apparenza strani.
E vengo al dunque.
Il parco dei pini "luogo abbandonato dall'amministrazione comunale" come lei lo definisce, ci sembrava uno spazio perso nel contesto del centro di San Giuliano.
In previsione di aumentare anche il numero in qualità e quantità degli espositori di antiqua ci siamo chiesti perchè non utilizzare quello spazio abbandonato, dove nessun espositore voleva comunque andare perchè dicevano: " lì non passa mai nessuno".Abbiamo ragionato, e abbiamo fatto una prova.
Visto che la pro loco deve pensare ad animare il paese ma anche a mettere in evidenza i prodotti locali , perchè non provare a vedere se intanto con qualcosa di diverso i visitatori non vengono attratti anche da ciò che si vede nel parco???
Devo dire che la prova ha dato esito positivo.
Con questo abbiamo dimostrato a tutti gli espositori che se un domani alcuni si dovessero colocare nella pinetina per le maggiori richieste di presenza, quella sarebbe una zona da sfruttare, buona come tutta la strada e la piazza.
Esperimento che riproveremo anche la prossima volta per vedere effettivamente se c'è crescita o indifferenza da parte del pubblico.
In merito all'artigianato, devo dire che forse ci siamo spiegati male.
Non intendiamo affatto mescolare le due cose.
Si da' però il caso che già da anni la prima domenica di dicembre, in aria natalizia , alcune associazioni artigianali di San Giuliano hanno esposto per la via di Boboli i loro prodotti, ma solo in quella particolare giornata, occupando un'altra zona molto bella del centro che solo poche volte viene sfruttata.
Ed è sempre compito della pro loco evidenziare e mettere in luce anche le associazioni artigianali del nostro comune.
Diciamo allora che la prima domenica di dicembre, il 3 di dicembre se non vado errato, avremo forse per la prima volta un centro di San Giuliano completamente vivacizzato: il parco dei pini, boboli , la piazza e tutta la strada come sempre.
Credo che per il periodo prenatalizio, la presenza di tanti espositori,che occuperanno tutto il centro di San Giuliano, indipendentemente dal tipo di merce che esporranno daranno a San Giuliano un bel segno di collaborazione, e di socializzazione che in questo momento dovrebbero dare in tanti.
Da gennaio, poi riprenderemo secondo programma, e secondo l'esperienza fatta in queste due ultime manifestazioni.
Comunque, quando qualcosa di quel che facciamo, al lettore non torna, vi siamo veramente grati se ce ne chiedete la spiegazione, perchè essendo operanti, come nuovo consiglio pro loco, da pochi mesi, abbiamo bisogno di collaboratori, di idee e di critiche purchè costruttive, perchè solo così, come tu hai fatto Fanny, si riesce a crescere insieme.
Grazie di quanto ci hai consigliato.
Un cordiale saluto.
Venanzio

un ringraziamento particolare anche a tutti coloro che hanno la pazienza e la bontà di leggerci.

4/10/2017 - 8:45

AUTORE:
fanny

buongiorno,
l'idea di domenica credo sia stata sensata anche se i venditori erano relegati in quel parco dei pini abbandonato da anni dall'amministrazione comunale. Credo tuttavia che la mescolanza di prodotti troppo differenti possa alla lunga far morire il germoglio originale. Chi compra il salame ed i formaggi non va a comprare la stampa antica.
Vedrete che i venditori di antiquariato (anche se continuano ad esserci banchi che non ci incastrano nulla) inizieranno a lasciare la piazza. Se poi aggiungete l'artigianato sarà veramente la fine. L'artigianato non può convivere con l'antiquariato: si chiama Antiqua, non Bricolage!
Parlo per esperienza personale. Non fate questo errore.
Buon lavoro

3/10/2017 - 14:24

AUTORE:
Soddisfatto

Stupenda iniziativa con pronta risposta...nutriamoci con ciò che viene prodotto nei dintorni e lasciamo agli altri la merce d'oltre oceano!