none_o


Ho risistemato la mia vespa PX 150 a miscela. Mi porto sempre dietro l'olio in una tanichetta; vivo come un atto d'eroismo miscelare artigianalmente benzina e olio. Vedessi come i benzinai mi aiutano nel "fabbricare" il carburante. Sono solidali, romantici, tornano anche loro più giovani. Il mezzo è del1982. Un ex meccanico che sapeva dove mettere le mani l'ha rimessa al pezzo e poi è stata tirata al lucido. Ritinta rosso fuoco....

Quando nel / 72 il PCI prese nelle due sezioni migliarinesi .....
Ovviamente è una mia personalissima opinione, contestabilissima, .....
Ecco degli indizi utili: https:/ / youtu. be/ LqezUyIUngw
Li .....
Una cosa non si può dire della nuova legge elettorale .....
Serravezza, 24 gennaio
none_a
San Giuliano
none_a
Domenica 21 Gennaio
none_a
“Agorà

RACCONTARE
none_a
Pisa, 18 gennaio
none_a
Vecchiano
none_a
CSI Pisa
none_a
CSI
none_a
Vecchiano
none_a
Tornando vella sera dalla fiera
La mì moglie a casa mi viense a mente
Grassa pallata dice brutta gente
Linguacce malidette da galera

Certo pasta .....
IL GIORNO 18 GENNAIO DALLE ORE 16. 30 ALLE ORE 18. 30 LE INSEGNANTI ACCOGLIERANNO TUTTI I GENITORI PER VISITARE LA SCUOLA IN OCCASIONE DELLE ISCRIZIONI .....
Migliarino
Ignoranti

10/10/2017 - 19:25

Con una certa regolarità davanti al Circolo Acli di Migliarino compaiono questi sacchini gettati oltre il ciglio della strada. Qualcuno poi li raccoglie ma poi, a distanza di qualche tempo, compaiono di nuovo.


Si sprecano le definizioni di questi non-cittadini, vengono chiamati con molti epiteti offensivi ma io credo che la definizione migliore di questi “signori” (altro nome non appropriato, un po’ come tanti “onorevoli” che affollano il nostro Parlamento) sia ignoranti.


Cioè credo che non siano cretini oppure sporcaccioni, furbi, criminali eccetera come sono stati definiti nei tanti post che sono arrivati a commento di molte foto, ma siano semplicemente ignoranti, persone senza cultura. Cittadini che non hanno maturato una coscienza civile e soprattutto quella conoscenza che fa vivere nel presente e soprattutto capire l’importanza dell’atto, il valore cioè di quello che si sta facendo.


Se si potesse risalire, magari dando un’occhiata ai rifiuti, agli autori, si scoprirebbe con stupore che magari sono persone normali, che la mattina vanno al lavoro, che allevano i loro figli (male? Forse, ma li allevano) e che si comportano in maniera del tutto normale. Ma poi, con quella mancanza di fondo si sentono diversi, a volte addirittura superiori e più furbi degli altri, di quelli cioè che perdono tempo e impegno a dividere i loro rifiuti.

 

Loro non lo fanno perché è più comodo mettere tutto insieme e gettare il sacchino sul ciglio passando con la macchina; perché non riescono a capire la barbarie, la bruttezza, il valore negativo del loro gesto.


Perché sono ignoranti, nel senso più completo del termine, ecco perché.

Nick

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




13/10/2017 - 16:20

AUTORE:
Osservatore 1

Non vi arrendere neppure alle evidenze manifeste?
Quante volte oltre ai cani, gatti e volpi, dopo un forte temporale con acqua e vento ho visto i miei rifiuti sempre posizionati nel contenitore fatto con quattro tubi da acqua ed un po di fildiferro mentre altri sacchetti galleggiavano per strada ostruendo poi ponticelli e fognatura.
Non costa niente credetemi fare le cose con garbo e fare almeno parvenza di ordine.
Vedere per credere.
Se poi paiono belli i sacchetti attaccati al cancello di una bella villa....nzeno' li stragia r gatto.....fate voi, ma lo schifo è schifo per tutti.

13/10/2017 - 15:02

AUTORE:
Osservatore di più

Quello che scrive Osservatore 1 è molto discutibile prendendo ad esempio la zona dove abito con diversi cani e gatti in libera uscita. Il mercoledì intanto nessuno mette fuori niente come scritto nelle regole, poi nessun sacchetto contiene residui di cibo anche in quantità minime. Sia il cane che il gatto "operano " se sentono qualcosa

11/10/2017 - 1:03

AUTORE:
Osservatore 1

...ed anche altri ignorano più di lui.

li davanti al Circolo ACLI di Migliarino Pisano manca un contenitore a protezione dei "nostri" rifiuti ma che non sono considerati rifiuti per i cani, gatti e volpi e...soprattutto per queste ultime che non sano amate, coccolate, sfamate come i gatti e cani di famiglia e quindi randage come qualche sfortunato micio e canino senza padrone e...approfittano della stoltezza di chi ha fatto il giusto posto fra la siepe ed il muretto di cinta di casa per: la buca per la posta, la cassettina dei contatori, acqua, gas, corrente elettrica e forse anche per il palo della luce che sarebbe da bischeri collocarlo in mezzo al marciapiede cosi come è da superbischeri lasciare il sacchettone dei rifiuti buttato li sul marciapiede e non in un contenitore al pari dei contenitori dei contatori acqua, luce e gas inseriti ben bene dentro la recinzione e non sul marciapiede.

Meditate gente meditate... il servizio raccolta rifiuti casa x casa è arrivato ben ultimo come servizio e quindi se lo lasciamo "a bariambe" quello è il risultato inesorabile delle cose fatte male.

Ergo avere più cervello di cani, gatti, volpi, talponi è un dono che il creatore di tutti noi ci ha fatto, quindi non mandiamolo in friassea il nostro cervello per favore.
Collochiamo i rifiuti in un contenitore protetto e solido e così non vedremo più quella bruttura, che brutture rimangono anche se "composte" quelle file di sacchetti "cacati" in maniera seriale il mercoledì e giovedì di ogni settimana.
Immaginiamoci di essere paese turistico dove i nostri ospiti sarebbero costretti a vedere quelle processioni di sacchi sui nostri marciapiedi.
A Moena, ma anche a Castiglione della Pescaia, non si passeggia fra le file di sacchi sui marciapiedi.