none_o

Percorrere la via Traversagna dal monte fino a Migliarino andando lentamente e guardandosi intorno può essere molto istruttivo. La prima cosa che salta agli occhi è la maleducazione di noi cittadini. Spazzatura ovunque. La maggior quantità è ammassata sotto il ponte che spassa oltre la Barra. Un cumulo di rifiuti fra cui frigoriferi e mobili vetusti che non sono passati per la Geofor.

Il Diario di Trilussa
none_a
LIBRI
none_a
Personaggi
none_a
I 10 anni della Voce
none_a
. . . . . . . . . . . . ricordo che il virus del " .....
oggi sono stato a santa anna di Stazzema ho partecipato .....
. . . . . . . . . . . . . inorgoglisce è nella fantasia, .....
Quello che mette in difficoltà il nostro paese, creando .....
Volterra-domenica 19 agosto
none_a
Tirrenia,14 agosto
none_a
Marina di Pisa, 10 agosto
none_a
Palaia, 10 agosto
none_a
Tirrenia, 7 agosto
none_a
Calci, 12 agosto
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      Cercasi operatori

    Il  Circolo ARCI Migliarino che gestisce la Ludoteca Comunale in versione estiva presso l'Oasi Dunadonda cerca personale qualificato per il perido di luglio e di agosto. Gli interessati possono inviare una mail alla posta del Circolo   arcimigliarino@gmail.com. Vedi sotto.


  • ALLA CITTADINANZA DI MIGLIARINO

      04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30
    AVVISO DI ASSEMBLEA


    Il comitato A.S.B.U.C. di Migliarinoinvita tutti i cittadini della frazione a partecipare all’assemblea indetta presso la nuova sede ASBUC in via S. D’Acquisto n. 1 in Migliarino:     in prima convocazione per il giorno 30 Aprile 2018 alle ore 12.00,   in seconda convocazione per il giorno 04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30


Io che ho spiegato le vele tutte finché la riva scompare,
esplorato ogni terra invisibile,
ogni visibile mondo, sfidato correnti, mostri marini, .....
Dopo l’ultimo consiglio comunale abbiamo finito di capire chi sono i consiglieri di minoranza. Incapaci, ignoranti egocentrici. Il tema ponte si discute .....
S.I
Dalla loro parte: Sinistra Italiana con la scuola che lotta

12/10/2017 - 20:00

Dalla loro parte: Sinistra Italiana con la scuola che lotta

"Non si cambiano le cose cambiando i loro nomi: il lavoro gratuito obbligatorio si chiama furto del tempo e sfruttamento; mettere a lavorare gli studenti si chiama anche risparmiare sul lavoro e creare disoccupazione. L'ultima notizia, dal variegato mondo dell'alternanza /sfruttamento viene dall'Emilia, dove una grossa agenzia interinale ha un piano per procurare 300.000 – trecentomila! - ore di lavoro gratuito a qualche migliaio di studenti per conto di FICO, il nuovo parco supermarket di Oscar Farinetti; circa tre milioni di risparmio per l'imprenditore e schiavitù legalizzata per ragazzi e ragazze che invece, fino all'esame di stato, avrebbero il diritto e il dovere semplicemente di studiare. Non c'è bisogno di citare le storture più evidenti (come le violenze e i ricatti sessuali alle studentesse fatte dal titolare di due centri estetici in Brianza, o il grave incidente del diciassettenne di La Spezia, che ha rischiato la vita nel ribaltamento del muletto che conduceva) per essere contrari all'alternanza scuola/lavoro così come delineata dalla legge 107 e dai suoi decreti attuativi. Basta soltanto aver letto la Costituzione e continuare a avere in mente concetti come la dignità del lavoro e l'importanza della formazione per garantire a ciascuno/a il pieno sviluppo del proprio potenziale umano". Così Ettore Bucci, segretario provinciale di Sinistra Italiana, ed Ilaria Ferrara, responsabile provinciale per la scuola, che esprimono l'adesione del partito alla mobilitazione studentesca di venerdì 13 ottobre. "Mentre l'Italia, seppur meno degli altri paesi, registra una lieve crescita del PIL, nel dispositivo del Documento di Economia e Finanza non è previsto alcun aumento degli investimenti nel settore dell'istruzione, dove siamo gli ultimi per percentuale di spesa nei paesi OCSE, i penultimi per giovani che arrivano alla laurea, tra i primi invece per il numero di NEET (né studio né lavoro) e per abbandoni del percorso formativo. A fronte di questo disastro la risposta del governo è rendere impossibile la partecipazione all'esame di maturità a chi non ha fatto l'alternanza, rendere sempre più costoso e difficile l'accesso all'Università e ventilare l'ipotesi di risparmiare ancora sulla scuola, tagliando di un anno il liceo. Sinistra Italiana appoggia la lotta delle e degli studenti che scenderanno in piazza, anche a Pisa, venerdì 13 ottobre, contro chi vuole prepararli a un futuro di diseguaglianza, precarietà e sfruttamento. Sinistra italiana si batte per un'altra idea di scuola e di lavoro, contro Buona Scuola, Jobs Act e legge Fornero, nello spirito della Costituzione nata dalla Resistenza".


-- 

Sinistra italiana
Coordinamento per la Provincia di Pisa

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: