none_o


Dopo la solita razione di catastrofi ingurgitata nei telegiornali, insieme ad altre notizie nefaste, scorso l’elenco di malversazioni, truffe, omicidi, scontri, annunci eclatanti e dichiarazioni preoccupanti, rilasciate in libertà, da politici volponi, in campagna elettorale, sbirciato la lista delle previsioni economiche apocalittiche, sorbito le analisi pessimistiche a dir poco, sui futuri fenomeni e sviluppi sociali ....

Ricordo
none_a
Anniversario
none_a
I 10 anni della Voce
none_a
Il Diario di Trilussa
none_a
Le Parole di Ieri
none_a
Mi scuso con Alias e Cittadino 2 , ma non posso condividere .....
Il Sig Maini invece ci narra e ci illustra ciò che .....
Il problema è l'approccio mentale, signor Maini. .....
Egr. democratico, sono stufo di vedere i turisti .....
Migliarino, 21 febbraio
none_a
Il programma di +Europa
none_a
Verso le elezioni politiche
none_a
Lungomonte Pisano, 20 febbraio
none_a
Verso le elezioni politiche
none_a
Le foto di Luigi Polito
none_a
Le foto di Luigi Polito
none_a
Curiosando
none_a
Accadde Oggi
none_a
Tornando vella sera dalla fiera
La mì moglie a casa mi viense a mente
Grassa pallata dice brutta gente
Linguacce malidette da galera

Certo pasta .....
Mercoledì 21 Febbraio alle ore 21
21 30 presso la sede della Lega
Sezione Val di Serchio a Vecchiano in
Piazza P. Pasolini avrà luogo un incontro .....
di Renzo Moschini
Nuova legge o nuova politica ?

3/11/2017 - 12:36

Nuova legge o nuova politica ?
Giunti a questo punto in cui ci si continua a chiedere –sembra il gioco delle scommesse-se la nuova legge sui parchi ce la farà a giungere al voto finale, visto il fitto calendario del parlamento, è forse il momento di cambiar musica.
Ha ragione infatti  Carlo Alberto Graziani del Gruppo di San Rossore che sul Manifesto ha scritto che proprio guardando alle zone terremotate dove operano due grandi parchi nazionali si tocca con mano che la stancante chiacchiera sulla legge, con i problemi da affrontare e risolvere su quei territori ha ben poco –anzi niente a che fare. Una vicenda iniziata male nel 2011 e che forse appunto passerebbe ancora una volta   alla prossima legislatura.
Il punto infatti irrisolto -e così irrisolvibile-  è che  dal 2011 manca la politica di un ministero che, dopo la breve parentesi di Orlando, siede in tribuna e assiste senza fare un tubo con Federparchi che gli tiene bordone. Franceschini con Mattarella e Gentiloni discute di paesaggio. Galletti della proposta di convocare la Terza Conferenza nazionale dei parchi invece se ne frega. Eppure dovrebbe essere evidente che ai problemi, e non solo delle zone terremotate e di quei parchi non è certo dalle manfrine sulla legge  che può venire un aiuto. Prima o poi lo si capirà?

 
Renzo Moschini

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: