none_o


Dopo la solita razione di catastrofi ingurgitata nei telegiornali, insieme ad altre notizie nefaste, scorso l’elenco di malversazioni, truffe, omicidi, scontri, annunci eclatanti e dichiarazioni preoccupanti, rilasciate in libertà, da politici volponi, in campagna elettorale, sbirciato la lista delle previsioni economiche apocalittiche, sorbito le analisi pessimistiche a dir poco, sui futuri fenomeni e sviluppi sociali ....

Ricordo
none_a
Anniversario
none_a
I 10 anni della Voce
none_a
Il Diario di Trilussa
none_a
Le Parole di Ieri
none_a
Mi scuso con Alias e Cittadino 2 , ma non posso condividere .....
Il Sig Maini invece ci narra e ci illustra ciò che .....
Il problema è l'approccio mentale, signor Maini. .....
Egr. democratico, sono stufo di vedere i turisti .....
Migliarino, 21 febbraio
none_a
Il programma di +Europa
none_a
Verso le elezioni politiche
none_a
Lungomonte Pisano, 20 febbraio
none_a
Verso le elezioni politiche
none_a
Le foto di Luigi Polito
none_a
Le foto di Luigi Polito
none_a
Curiosando
none_a
Accadde Oggi
none_a
Tornando vella sera dalla fiera
La mì moglie a casa mi viense a mente
Grassa pallata dice brutta gente
Linguacce malidette da galera

Certo pasta .....
Mercoledì 21 Febbraio alle ore 21
21 30 presso la sede della Lega
Sezione Val di Serchio a Vecchiano in
Piazza P. Pasolini avrà luogo un incontro .....
Pisa
Inaugurate le "Officine Garibaldi"

7/11/2017 - 16:41


 
Il Comune di Pisa ha centrato un altro obiettivo.

Sabato 4, nel pomeriggio, è stato inaugurato il complesso “Le officine Garibaldi” costruito dove sorgeva l’Istituto Einaudi.

Sono stati spesi 8 milioni di euro di cui 3,5 dal fondo Piuss, il resto fra Provincia e la Regione Toscana.

Questo edificio si aggiunge ad altri distribuiti per la città con l’intento di dare una risposta sempre più esaustiva ai cittadini che chiedono sul territorio spazi sociali, culturali e ricreativi.

 

Pisa è una delle poche città che ha avuto la capacità di spendere tutti i finanziamenti europei Piuss messi a disposizione..

Ospiterà la nuova biblioteca provinciale.

Negli ampi spazi a disposizione potranno essere presentati libri , rassegne musicali, eventi enogastronomici. 

Un folto pubblico si è presentato davanti alla avveneristica struttura richiamati anche dal qualificato programma previsto per i festeggiamenti. Sono arrivati i BateBalengo “Big Samba band” - Percussioni afro-brasiliane, che giunti in sfilata da Lungarno Galilei hanno acusticamente invaso l’area prospiciente l’entrata con le loro percussioni.

Alla fine dell’esibizione, sottolineata da uno scrosciante applauso, il Sindaco di Pisa Marco Filippeschi, orgoglioso di presenziare  a tale evento con il vice sindaco Paolo Ghezzi, l’assessore Andrea Serfogli e i Consiglieri Regionali  Antonio Mazzeo, Alessandra Nardini e Andrea Pieroni, già Presidente della Provincia di Pisa, si sono presentati al taglio del nastro dopo la tradizionale benedizione.

All’interno il Sindaco ha spiegato come la nuova sede si inserisca in un percorso che fa riferimento alle Mura cittadine da poco restaurate, altro vanto della città, con la possibilità di un collegamento diretto con esse. L’architetto Re uno dei progettisti ne ha spiegato le caratteristiche, evidenziando come l’edificio sia stato concepito nell’ottica del risparmio energetico e le stesse vetrate, apparentemente invasive, riescono a modulare la luce all’interno.

La gestione è stata affidata ad un raggruppamento che  ha come capofila la cooperativa sociale PAIM. 

Per una città culturalmente all’avanguardia le Officine Garibaldi vogliono essere un punto d’incontro per chi si trova a Pisa come studente, turista, lavoratore.

Un elegante rinfresco affidato a Aurora Catering con la collaborazione degli studenti e studentesse dell’Istituto alberghiero Matteotti di Pisa, è stato apprezzato dai presenti.

Alla fine il tutto esaurito nell’ampia sala per ascoltare le note  uscite dal pianoforte suonato dal pisano Carlo Bernini, responsabile artistico di Andrea Bocelli.

Ha allietato la serata la cantante Debrah Testasecca.

La soprano Maria Novella Malfatti e il cantante melodico Marco Pierucci, che ha spaziato dalla musica italiana alla lirica, hanno intrattenuto i presenti in una miscellanea di canti  da My Way e Sole Mio alla lirica di “O mio Babbino caro” di Puccini.

Alla fine un brindisi con “Libiam”dalla Traviata  di Verdi come augurio per un proficuo uso della struttura.
 
Marlo Puccetti 

 


    

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: