none_o

 Alcuni mesi fa, durante una assemblea dell'associazione La Voce del Serchio, fu proposta l'idea, da parte di alcuni soci cicloamatori, di fare qualcosa per la pista ciclabile Puccini, cercando di sollevarla dalle condizioni di oblio e degrado in cui versa attualmente, dopo esser stata molto decantata e utilizzata per varie inaugurazioni in tempi propizi. L'origine del progetto....

I 10 anni della Voce
none_a
Anniversario
none_a
Le Parole di Ieri
none_a
Per non dimenticare
none_a
Il Diario di Trilussa
none_a
Dileggiare è anche raccontare gli eventi in modo distorto .....
. . . chi dal / 94 ha dileggiato l'ex cav (il fratello .....
Come ho più volte dichiarato, sono stato prima simpatizzante .....
. . . . bambinesco e canzonatorio nei confronti dei .....
Esperienze di viaggio
none_a
Esperienze di viaggio
none_a
La Natura vista da Simona Tedesco
none_a
Agrifiera di Pontasserchio, 22 aprile
none_a
Pisa
none_a
Pisa, 30 giugno
none_a
Concerto del Maestro Signorini
none_a
di Paola Manfredini
none_a
San Giuliano Terme
none_a
Tirrenia, 17 giugno
none_a
  • ALLA CITTADINANZA DI MIGLIARINO

      04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30
    AVVISO DI ASSEMBLEA


    Il comitato A.S.B.U.C. di Migliarinoinvita tutti i cittadini della frazione a partecipare all’assemblea indetta presso la nuova sede ASBUC in via S. D’Acquisto n. 1 in Migliarino:     in prima convocazione per il giorno 30 Aprile 2018 alle ore 12.00,   in seconda convocazione per il giorno 04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30


  • GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA LINGUA MADRE

      Una domenica un poco strana il 25


    Anche per quest’anno la GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA LINGUA MADRE, evento che il G.U.T. (Gruppourturatoscana) porta in giro nella zona pisana, ed oltre, sarà ospite dell’ASBUC di Migliarino 


COME UN SASSO NEL FIUME


Resto in silenzio ad aspettare te,
a contemplare il tuo tenero viso,
i tuoi occhi candidi, dolcissimi,
semplici che .....
A Migliarino Pisano Viale dei Pini lato Salviati affittasi appartamento arredato di 90 mq. sviluppato su unico piano composto da Ingresso indipendente .....
di Angela Giudiceandrea
Al Sindaco di Viareggio

12/11/2017 - 18:51


Al Sindaco di Viareggio, Buongiorno.

Sono Angela Giudiceandrea, Consigliere del Parco Migliarino San Rossore Massaciuccoli.

 

Mercoledì 8 novembre, era in discussione in Consiglio la delibera su passaggio di competenze dal Parco ai Comuni in relazione all’ “Attività edilizia libera - Opere, interventi e manufatti privi di rilevanza edilizia (articoli 136 e 137 legge regionale 65/2014) – “ nelle aree contigue. Aree che circondano le aree protette istituite per assicurarne la conservazione (art.32 legge quadro delle Aree Protette n.394 del 1991) Il Consigliere Troiso del Comune di Viareggio è intervenuto in seguito al mio intervento, che invitava ad una maggiore riflessione sull’argomento rimandando a maggiori approfondimenti in sede di realizzazione del nuovo Piano Integrato del Parco.

Ha esternato disappunto su quanto dicevo, tuonando che Viareggio sarebbe uscito dal Parco e che avrebbe riferito a lei del mio comportamento.

Non è mia abitudine usare intermediari, né subire eventuali intimidazioni. Di conseguenza ci tengo a risponderle pubblicamente, anche per sottolineare che, alle scuse ricevute dal signor Troiso, deve seguire un confronto sull’argomento, senza diktat o parole d’ordine.

Sulle Aree contigue la Legge regionale 30 del 2015 riconosce al Parco di Migliarino San Rossore Massaciuccoli funzioni urbanistiche e la legge va rispettata senza cercare di aggirarla per uscire “de facto” dal Parco anche con mezzi poco ortodossi come l’intervento in Consiglio Direttivo. Così come va rispettata la Valutazione d’Incidenza fatta dal Parco sul passaggio dell’Asse di Penetrazione a sud dello stadio, non solo in piena Area Contigua, ma anche in Zona Speciale di Conservazione (ZSC) e Zona di Protezione Speciale (ZPS) entrambe recepite dal Regolamento D.P.R. 8 settembre 1997 n. 357 modificato ed integrato dal D.P.R. 120 del 12 marzo 2003 (pdf, 61 KB).

Le quali non sono interamente incluse nelle aree interne del Parco solo perché di istituzione successiva all’approvazione del Piano territoriale nel 1989. Su sei tracciati considerati si scarta quello meno impattante sull’ambiente e meno costoso per sceglierne uno fra quelli più dannosi per la distruzione che arrecherebbe in una ZSC, costituita dalla Pineta e dalla Biodiversità che ospita.

Ossia da quella cosa che permette degli standard di vita accettabili a Viareggio. Una dignità che altre mega strutture, come il nuovo mercato dei fiori e i due mercati del pesce, non hanno assicurato; mentre hanno causato ulteriore consumo di suolo senza alcuna contropartita per i cittadini.

Un discorso analogo vale per la casa che si vuole abbattere, nel tentativo di un tracciato alternativo venuto dal nulla, senza nemmeno parlarne con i proprietari . Ci sarebbe da chiedersi come mai tanti sforzi del comune per un investimento oneroso per le casse pubbliche, sia pur regionali? A vantaggio di chi? Il progetto dell’Asse di penetrazione è vecchio di 40 anni. In questi anni il mondo è cambiato ed anche le esigenze del territorio. Purtroppo non sempre in meglio come dimostrano i proclami che compaiono sui giornali e che escludono ogni forma di dialogo con i Cittadini.

E da cui emergono fantasmi inquietanti . Lo spostamento dell’Asse lontano dal porto, la realizzazione di una viabilità asfaltata a ridosso delle dune e l’azzeramento delle aree contigue sembrano tessere di un mosaico più ampio che porterebbe alla graduale cancellazione di fatto dell’area protetta, aprendo la strada ad una serie di speculazioni edilizie che potrebbero anche condurre alla chiusura dei cantieri per convertire i capannoni in volumi abitativi e/o commerciali.

La situazione necessita di una profonda riflessione e soprattutto di chiedersi come e se quest’opera può essere ancora utile alla comunità. E questo deve essere realizzato permettendo a tutti di sedersi intorno ad un tavolo e discuterne, cosa che non può essere fatta in una assemblea. In Toscana esiste una legge sulla partecipazione (legge 46 del 2013) la invito ad applicarla.

E’ altrettanto semplice del regolamento del club nautico di Viareggio. Cordialmente Angela Giudiceandrea

Fonte: Angela Giudiceandrea
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




13/11/2017 - 9:57

AUTORE:
Renzo Moschini

Sono stato impegnato al parco di San Rossore per parecchi anni e ne conosco abbastanza bene le vicende.
Quelle viareggine le hanno caratterizzate significativamente e non al meglio. Vedo che il tempo passa ma la musica resta la stessa.
C'è sempre qualcosa che non va bene. Ricordo un amico e compagno autorevole di Viareggio che quando gli chiesi a cosa era dovuta questa scontrosità mi rispose; i viareggini sono bravi soprattutto a litigare tra di loro figuariamoci con gli altri.
Al parco ovviamente non giova.
Renzo Moschini