none_o


In questo nuovo articolo di Franco Gabbani viene trattato un argomento basilare per la società dell'epoca, la crescita culturale della popolazione e dei lavoratori, destinati nella stragrande maggioranza ad un completo analfabetismo, e, anzi, il progresso culturale, peraltro ancora a livelli infinitesimali, era totalmente avversato dalle classi governanti e abbienti, per le quali la popolazione delle campagne era destinata esclusivamente ai lavori agricoli, ed inoltre la cultura era vista come strumento rivoluzionario. 

. . . altrimenti in Italia tutto il potere centrale .....
Sei fuori tema. Ma sappiamo per chi parli. . .
. . . non so se sono in tema; ma però partito vuol .....
Quelle sono opinioni contrastanti, il sale della democrazia, .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Nei tuoi occhi languidi
profondi, lucenti
piccolo mio
inestimabile tesoro
vedo il futuro
il tuo
il presente
quello del tuo babbo
il passato
quello .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
Cascina
Il P.S.I. è solidale al Sindaca di Cascina Susanna Ceccardi

21/11/2017 - 16:48


 
Il P.S.I. è solidale al Sindaca di Cascina Susanna Ceccardi
 
        La violenza non è soltanto quella fisica, perché si vede.
        Ci sono tante forme di violenza.
        Sottili, invisibili, fatte di provocazioni, di linguaggi, di atteggiamenti di arroganze e di intolleranze verso i diversi gli stranieri i più “deboli”, violenze rafforzate dall’ignoranza  dalla superficialità e dagli interessi.
        Tra pochi giorni, il 25 novembre, si celebra la Giornata contro la violenza di genere.
        Quel giorno tutti sono per la "pace nel mondo", per la disponibilità verso l'altra metà del cielo.
        La mentalità non la cambi schioccando le dita.
        Chi è abituato a giocare con la violenza psicologica continuerà chiuso nel suo piccolo cortile, ma i socialisti non sono mai stati a guardare, sono sempre stati e sempre saranno dalla parte della pace, della tolleranza della pluralità delle idee delle culture e delle religioni.



Fonte: Carlo Sorrente (segretario P.S.I. provinciale) Stefano Cateni (segretario P.S.I. Cascina)
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri