none_o


Ho risistemato la mia vespa PX 150 a miscela. Mi porto sempre dietro l'olio in una tanichetta; vivo come un atto d'eroismo miscelare artigianalmente benzina e olio. Vedessi come i benzinai mi aiutano nel "fabbricare" il carburante. Sono solidali, romantici, tornano anche loro più giovani. Il mezzo è del1982. Un ex meccanico che sapeva dove mettere le mani l'ha rimessa al pezzo e poi è stata tirata al lucido. Ritinta rosso fuoco....

Le Parole di Ieri
none_a
Personaggi
none_a
Ricordo
none_a
I 10 anni della Voce
none_a
Tranquillo che io sono informatissimo sia sull'offerta .....
. . . sordo di chi non vuol sentire,
e non c'è .....
. . . era molto tempo che non visitavo questo forum .....
Vedi Bruno basta poco per svegliare i moribondi della .....
San Giuliano
none_a
Domenica 21 Gennaio
none_a
“Agorà

RACCONTARE
none_a
Pisa, 18 gennaio
none_a
Comitato Carnevale Vecchianese
none_a
Vecchiano
none_a
CSI Pisa
none_a
CSI
none_a
Vecchiano
none_a
Tornando vella sera dalla fiera
La mì moglie a casa mi viense a mente
Grassa pallata dice brutta gente
Linguacce malidette da galera

Certo pasta .....
IL GIORNO 18 GENNAIO DALLE ORE 16. 30 ALLE ORE 18. 30 LE INSEGNANTI ACCOGLIERANNO TUTTI I GENITORI PER VISITARE LA SCUOLA IN OCCASIONE DELLE ISCRIZIONI .....
L'iniziativa di ConfRistoranti Confcommercio con la Caritas Diocesana
Epifania al ristorante per famiglie in difficoltà

4/1/2018 - 18:22

Epifania al ristorante per famiglie in difficoltà - L'iniziativa di ConfRistoranti Confcommercio con la Caritas Diocesana


  Un pranzo al ristorante, in occasione della Festa dell'Epifania, per chi, in questi tempi di crisi e rinnovate povertà, fatica persino a mettere insieme pane e companatico tutti i giorni. E' questa l'iniziativa, nata spontaneamente tra sette ristoranti pisani, che hanno deciso di accendere la festa attraverso l'ospitalità a pranzo a sette famiglie in difficoltà del nostro territorio. L'iniziativa nasce in seno a ConfRistoranti Confcommercio e ha trovato nella Caritas diocesana, l'organismo pastorale della Chiesa pisana che nel 2017 ha incontrato quasi 1.600 persone in condizione difficoltà che vivono nel territorio pisano, il giusto riferimento per individuare quelle famiglie che trascorreranno al ristorante  la festa che tutte le feste si porta via. Si tratta di “ piccolo dono in occasione dell'Epifania, nello spirito di condivisione e reciproca conoscenza” - ammette la presidente di ConfRistoranti Daniela Petraglia: “un modo amichevole per incontrare queste famiglie, e magari l'inizio di qualcosa che non si concluderà necessariamente in occasione del pranzo. Il nostro va inteso come un vero e proprio invito a trascorrere la festa a casa nostra, perchè la vita familiare di noi ristoratori si svolge prevalentemente presso le nostre attività professionali. Un grazie alla Caritas per la disponbilità a realizzare l'iniziativa”.
“Siamo noi che ringraziamo Confristoranti Confcommercio per l'iniziativa in sé, assolutamente meritoria, e anche per il messaggio ch, implicitamente, lancia – ha sottolineato il direttore della Caritas don Emanuele Morelli -: la città che sogniamo è quella non lascia ai margini nessuno e quest'iniziativa va sicuramente in quella direzione. Auspichiamo che la collaborazione con il mondo della ristorazione possa essere estesa ad altre iniziative e magari anche ad altre categorie produttive. Il mondo dell'impresa, infatti, può giocare un ruolo determinante nell'aiutare tante persone a rimettersi in piedi e ricominciare a comminare con le proprie gambe”.


Alla fine del pranzo, come da tradizione, calza della befana per tutti i bambini. Questi i ristoranti che hanno aderito: Ristorante Il Campano (via Domenico Cavalca),Ristorante Ippodromo (via Sterpaia San Rossore), Ristorante La Pergoletta (via Delle Belle Torri), Ristorante La Scaletta (via Pietrasantina), Ristorante La Botteghina Da Vittoria (via Delle Belle Torri), Ristorante I Paccheri (via Matteucci), Ristorante Fantasma dell'Opera (via Palestro)
 


Fonte: Alessio Giovarruscio
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: