none_o


Era nata per sosta di preghiera ai pellegrini che si recavano a Roma, poi per santificare la processione del Corpus Domini che dalla chiesa di San Ranieri vi si recava a messa e a festeggiare la giornata con bancarelle di dolciumi e  “coperte” per merenda sugli “aguglioli”. Poi, per la cattiva strada che aveva preso la bella strada, tutto si dissolse lentamente fino a che un gruppo di migliarinesi si diedero da fare per chiuderne il transito...

. . . . . . . . . . . . l'epidemia corona virus, .....
. . . si perchè di bullismo se ne parla solo se succedono .....
Quasi tutti conoscono il detto "chi rompe paga ed i .....
. . . o a Migliarino martedì?
Adnkronos Salute
none_a
Libri
none_a
Il sito degli "ARTISTI PISANI SCOMPARSI" per una significativa memoria culturale
none_a
Come Steve McCurry e l'afghana dagli occhi verdi nel 2002
none_a
di Marlo Puccetti
none_a
Le squadre di Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Per gli atleti pisani 19 medaglie
none_a
Le squadre di Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Se fossi nata albero sarei cresciuta molto, almeno spero,

invece sono corta e mingherlina e accrescere è un mistero.

Mi è stata tolta l'occasione .....
Buongiorno, abito in Via Paganini a Colignola, quotidianamente percorro le strade bianche nelle vicinanze fino ad arrivare ad Asciano, lungo i condotti. .....
Pappiana
La Befana a Pappiana

10/1/2018 - 14:52


 
La grande sala del Circolo “Arci 90” di Pappiana era gremita di bambini e bambine accompagnati da genitori e parenti perché si era sparsa la voce che proprio lì sarebbe arrivata la Befana.

Ma nell'attesa, per non far annoiare i presenti, gli organizzatori della festa avevano invitato un prestigiatore, di quelli veri.

Il Magico Matteo iniziava a sbalordire i piccoli ospiti con giochi divertenti come le palline che sparivano dalla mano per poi riapparire più numerose;  i bambini chiamati a svolgere i giochi si facevano coinvolgere con facilità divertendosi perché si sentivano protagonisti.

Rimanevano attoniti dallo spago che usciva dalla gola del mago ma che non finiva più e pensare che ai bimbi gli si dice di non mettere niente in bocca.

Ma il meglio come illusionista Matteo lo dava quando invitava la sua bella assistente Irene Ricucci ad entrare in una specie di armadio ad una anta. Ma ecco che ad un tratto Irene spariva lasciando meravigliati le bambine e i bambini presenti ma incuriosendo anche gli adulti.

Alla fine la brava assistente, nel frattempo riapparsa,  faceva ballare i piccoli mentre i genitori erano impegnati a immortalare quei felici momenti.

 

Ma all'improvviso dalla porta si sentiva un vociare di persone fra cui spiccava una voce più forte che diceva “fatemi passare sono la Befana”. Era veramente la vecchia con la scopa.

Si faceva posto fra la gente raggiungendo l'unica sedia rimasta libera. Goffa con un gonnellone fino ai piedi dal quale magicamente apparivano le calze che cominciava a distribuire per la felicità degli oltre 150 fra bambini e bambine.

Una festa ben riuscita e che ormai rappresenta un appuntamento fisso per il paese e il territorio circostante.

E' una delle tante iniziative del Circolo di Pappiana, un circolo molto attivo,  dove il fiore all'occhiello rimane la ambita tombola ma dove ha sede anche la podistica Rossini che invaderà le strade del paese domenica 4 febbraio con la corsa “dal fiume Serchio ai monti pisani.”
 
Marlo Puccetti

   

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: