none_o

Percorrere la via Traversagna dal monte fino a Migliarino andando lentamente e guardandosi intorno può essere molto istruttivo. La prima cosa che salta agli occhi è la maleducazione di noi cittadini. Spazzatura ovunque. La maggior quantità è ammassata sotto il ponte che spassa oltre la Barra. Un cumulo di rifiuti fra cui frigoriferi e mobili vetusti che non sono passati per la Geofor.

Il Diario di Trilussa
none_a
LIBRI
none_a
Personaggi
none_a
I 10 anni della Voce
none_a
. . . . . . . . . . . . ricordo che il virus del " .....
oggi sono stato a santa anna di Stazzema ho partecipato .....
. . . . . . . . . . . . . inorgoglisce è nella fantasia, .....
Quello che mette in difficoltà il nostro paese, creando .....
Volterra-domenica 19 agosto
none_a
Tirrenia,14 agosto
none_a
Marina di Pisa, 10 agosto
none_a
Palaia, 10 agosto
none_a
Tirrenia, 7 agosto
none_a
Calci, 12 agosto
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      Cercasi operatori

    Il  Circolo ARCI Migliarino che gestisce la Ludoteca Comunale in versione estiva presso l'Oasi Dunadonda cerca personale qualificato per il perido di luglio e di agosto. Gli interessati possono inviare una mail alla posta del Circolo   arcimigliarino@gmail.com. Vedi sotto.


  • ALLA CITTADINANZA DI MIGLIARINO

      04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30
    AVVISO DI ASSEMBLEA


    Il comitato A.S.B.U.C. di Migliarinoinvita tutti i cittadini della frazione a partecipare all’assemblea indetta presso la nuova sede ASBUC in via S. D’Acquisto n. 1 in Migliarino:     in prima convocazione per il giorno 30 Aprile 2018 alle ore 12.00,   in seconda convocazione per il giorno 04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30


Io che ho spiegato le vele tutte finché la riva scompare,
esplorato ogni terra invisibile,
ogni visibile mondo, sfidato correnti, mostri marini, .....
Dopo l’ultimo consiglio comunale abbiamo finito di capire chi sono i consiglieri di minoranza. Incapaci, ignoranti egocentrici. Il tema ponte si discute .....
La pagina di Michele
L'amore impossibile

18/4/2018 - 18:57


Ho riflettuto molto prima di scriverti ancora, ma dopo che ti ho rivisto ho dovuto farlo.
Perdonami! So che non vuoi.
Il bisogno di comunicare, di raccontarti quello che sento è così urgente che supera ogni vergogna e annulla la mia dignità.
Ogni giorno mi sorprendo a cercare la tua auto nel parcheggio della scuola o ad aspettare di vederti uscire, oppure a cercarti fra la moltitudine che si avvia ai mezzi pubblici e a fare il tuo numero telefonico per poi rinunciare. Certo è amore! Quello che non potrà più morire! Quello che mi fa sentire adolescente, puro e invincibile. Ma anche mi commuove e mi lascia senza difese.
Lo so, non ti potrò mai avere perché i meccanismi che governano la bilancia della vita, con capriccioso potere, agiscono senza tener conto delle loro vittime e scelgono di elevare questo o rovinare quello, di nobilitare, di degradare o di perseguire così, per puro capriccio, concedono una fugace immortalità e se la riprendono quando servirebbe di più, lasciando in cambio la desolazione.
Io continuo ad aver bisogno di parole! Delle tue parole!
Qualcuno dice che il nostro destino ci assomiglia e in un modo o nell'altro ci obbliga a seguirlo; l'unica possibilità che abbiamo è quella di prenderci la rivincita quando si distrae o si confonde, lasciando tutto nelle nostre mani: la “fugace immortalità”. Non è però sempre così semplice!
Ho anche capito che l'amore non c’entra con i nostri propositi; arriva e non ci puoi fare nulla.
Le nostre strade sono ormai divise! E’ stata solo una breve parentesi, come mi avevi predetto.
Non ti voglio però nascondere che con te ho provato, da subito, l'emozione profonda di sentirmi vivo che mi ha dato la gioia di ascoltare quest'amore senza l'ombra del peccato o il rimorso della trasgressione. Poi mi sono anche chiesto, durante questa parentesi, che cosa avrebbe provocato il totale abbandono al nostro desiderio. Mi sono risposto che accettando questo meraviglioso regalo offerto dalla vita per beffare il destino, ci avrebbe legati per sempre. Invece, da ora in poi, quando ci incontreremo ci dovremo comportare con l’educata riservatezza di due estranei e riusciremo solo a percepire, oltre al devastato amore, anche la nostra profonda solitudine.
Ormai più volte al giorno sento la nostalgia del tuo naturale profumo; il piacere che provavo quando ti ero vicino non ha uguali, ma tutto questo non mi dà nessun diritto.
Da ora in poi aspetterò, per sempre, con virile rassegnazione ciò che il futuro ci ha riservato.
 
michele baglini
 

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




19/4/2018 - 13:10

AUTORE:
bat 21

una canzone di un noto cantautore dice libera l'amore o liberatene per sempre ********io non ci riesco