none_o

La Sanità Toscana sta vivendo un periodo di grande crisi e i Pronto Soccorso sono prossimi al collasso. Paramedici che fuggono e medici che non si trovano rendono la situazione drammatica a cui si aggiunge il ricorso improprio ad una struttura d’urgenza per cause banali e la nuova maleducazione dei pazienti.

Angori Massimiliano
none_a
Massimiliano Angori
none_a
Massimiliano Angori
none_a
Te l'ha ordinato il dottore di rispondere ? Dì cose .....
. . . si agghengano alle comunali e vincono sempre .....
A vendere fandonie a chi vota in una certa maniera .....
. . . . il comune pagasse la manutenzione della Via .....


"Fra gli alberi" Opera pittorica di Patrizia Falconetti

Coordinamento regionale Forza Italia Toscana
none_a
di
Umberto Mosso (a cura di BB, red VdS)
none_a
Di Umberto Mosso (a cura di BB Red, VdS)
none_a
di Michele Curci - Coordinatore comunale Forza Italia Cascina
none_a
di Umberto Mosso (a cura di Bruno Baglini, red VdS)
none_a
Incontrati per caso…
di Valdo Mori
none_a
POSTE ITALIANE
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Io, Medico (dr. Pardini e altri)
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Vicopisano
none_a
"Cinema Sotto le Stelle" a Calci
none_a
BUTI
none_a
ANIMALI CELESTI
teatro d’arte civile
none_a
COMITATO PER LA DIFESA DI COLTANO (PARCO MSRM)
none_a
Capita che ci si perde in tempi lontani, dove niente fiorisce spontaneamente.
Ma la vita vive lo stesso
In zone diverse, con ritmi diversi.
Avevo .....
ASSEMBLEA PUBBLICA ASBUC DEL 21 LUGLIO 2022
Ricordiamo che il 21 Luglio 2022 alle ore 20, 30 presso la Sala Consiliare del Comune di Vecchiano, sita .....
La pagina di Michele
L'amore impossibile

18/4/2018 - 18:57


Ho riflettuto molto prima di scriverti ancora, ma dopo che ti ho rivisto ho dovuto farlo.
Perdonami! So che non vuoi.
Il bisogno di comunicare, di raccontarti quello che sento è così urgente che supera ogni vergogna e annulla la mia dignità.
Ogni giorno mi sorprendo a cercare la tua auto nel parcheggio della scuola o ad aspettare di vederti uscire, oppure a cercarti fra la moltitudine che si avvia ai mezzi pubblici e a fare il tuo numero telefonico per poi rinunciare. Certo è amore! Quello che non potrà più morire! Quello che mi fa sentire adolescente, puro e invincibile. Ma anche mi commuove e mi lascia senza difese.
Lo so, non ti potrò mai avere perché i meccanismi che governano la bilancia della vita, con capriccioso potere, agiscono senza tener conto delle loro vittime e scelgono di elevare questo o rovinare quello, di nobilitare, di degradare o di perseguire così, per puro capriccio, concedono una fugace immortalità e se la riprendono quando servirebbe di più, lasciando in cambio la desolazione.
Io continuo ad aver bisogno di parole! Delle tue parole!
Qualcuno dice che il nostro destino ci assomiglia e in un modo o nell'altro ci obbliga a seguirlo; l'unica possibilità che abbiamo è quella di prenderci la rivincita quando si distrae o si confonde, lasciando tutto nelle nostre mani: la “fugace immortalità”. Non è però sempre così semplice!
Ho anche capito che l'amore non c’entra con i nostri propositi; arriva e non ci puoi fare nulla.
Le nostre strade sono ormai divise! E’ stata solo una breve parentesi, come mi avevi predetto.
Non ti voglio però nascondere che con te ho provato, da subito, l'emozione profonda di sentirmi vivo che mi ha dato la gioia di ascoltare quest'amore senza l'ombra del peccato o il rimorso della trasgressione. Poi mi sono anche chiesto, durante questa parentesi, che cosa avrebbe provocato il totale abbandono al nostro desiderio. Mi sono risposto che accettando questo meraviglioso regalo offerto dalla vita per beffare il destino, ci avrebbe legati per sempre. Invece, da ora in poi, quando ci incontreremo ci dovremo comportare con l’educata riservatezza di due estranei e riusciremo solo a percepire, oltre al devastato amore, anche la nostra profonda solitudine.
Ormai più volte al giorno sento la nostalgia del tuo naturale profumo; il piacere che provavo quando ti ero vicino non ha uguali, ma tutto questo non mi dà nessun diritto.
Da ora in poi aspetterò, per sempre, con virile rassegnazione ciò che il futuro ci ha riservato.
 
michele baglini
 

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

19/4/2018 - 13:10

AUTORE:
bat 21

una canzone di un noto cantautore dice libera l'amore o liberatene per sempre ********io non ci riesco