none_o


 La notizia è di pochi giorni fa e ha lasciato a bocca aperta il grande pubblico; ma non gli addetti ai lavori.  Uno studio del Centro tedesco Helmholtz per la ricerca oceanografica GEOMAR, di Kiel, pubblicato sulla rivista Science Advanced, fa sapere che il nostro Etna, il vulcano più grande d'Europa, sta scivolando lentamente nelle acque dello Ionio....

Vecchiano: Percorsi Partecipativi
none_a
Invito
none_a
Teatro del Popolo Migliarino 26 ott.
none_a
Migliarino - Pubblica Assistenza
none_a
Capacità e intelligenza ? Lei dice ?
Ma un politico .....
Signora , mi perdoni, lei sa chi era Cassandra visto .....
. . . . voluto dal 70% di elettori, iscritti e simpatizzanti. .....
Applicati, leggi meglio. Sono daccordo con loro per .....
Salute e Benessere
none_a
I luoghi dell'eccellenza gastronomica
none_a
Associazione La Voce del Serchio
none_a
Ass. La Voce del Serchio
none_a
Calci e Vicopisano
none_a
Parrocchia Madonna dell'Acqua
none_a
Circolo Il Fortino di Marina di P.
none_a
Fiab Pisa
none_a
San Giuliano, 21 ottobre
none_a
Palaia
none_a
  • Teatro del Popolo 26 ottobre

      Sulla mia pelle film di A. Cremonini

    È prevista, via Skype, una rappresentanza della famiglia Cucchi.

     

  • ASSEMBLEA ASBUC

      giovedì 4 ottobre, ore 21


    Si avvicina il giorno dell’assemblea pubblica per far sì che venga rinnovato il Comitato di amministrazione dei beni di uso pubblico di Migliarino con votazione Domenica 28 ottobre, presso l’Auditorium ASBUC- Via S. D’Acquisto 1.


Pontasserchio
none_a
Pappiana
none_a
COMUNICATO MIGLIARINO VOLLEY 1984
none_a
ASD PISA BOCCE
none_a
Io che ho spiegato le vele tutte finché la riva scompare,
esplorato ogni terra invisibile,
ogni visibile mondo, sfidato correnti, mostri marini, .....
Il giorno sabato 22 ottobre, dalle ore 9 alle ore 12, a San Giuliano Terme, in Piazza Italia,
GAZEBO LEGA . . . per un'iniziativa veramente interessante .....
di Carla Abruzzese
Il Ponte della Baccanella e le sue declinazioni.

9/5/2018 - 23:43

Il Ponte della Baccanella e le sue declinazioni.

“È fosco l’aere,

    È l’onda muta!...

    Ed io sul tacito

    Veron seduta,

    In solitaria

    Malinconia,

    Ti guardo, e lagrimo,

    Venezia mia!”


Anche a Vecchiano, a ragion veduta, potrebbe esser recitata la poesia “sul ponte sventola bandiera Bianca” come a Venezia nel 1849, per lo sconforto che, questa volta il ponte di Vecchiano, genera in tutti i vecchianesi. 

A Vecchiano il ponte mal mantenuto necessita una nuova pontificazione tecnica per il suo recupero non più rimandabile, tanto che l’unione non solo fisica che si era creata tra i due abitati, presto si interromperà, sembra per cinque lunghi mesi, sembra la durata prevista dei lavori, lasciando ogni lato di sponda quasi indipendente l’una dall’altra.

La pontificazione degli abitanti delle due sponde sarà messa in crisi, la programmazione degli spostamenti sarà difficilissima, e sembra che il ponte -quello fisico- possa trasformarsi anche in un lungo, interminabile ponte vacanziero dei mesi estivi e che tale periodo di forzata vacanza debba perdurare per tutto il tempo in cui il ponte di Pontasserchio sarà chiuso.

Ed a questo si aggiunge il fatto che non vi sono alternative percorribili vicine, il ponte sulla cataratta a Filettole è, in fondo, un mezzo ponte, quello a Ripafratta è ormai chiuso a tempo indeterminato ed il ponte di Migliarino è l’unico ponte decente di tutto il Comune.

Per le attività commerciali chiudere il ponte di Pontasserchio avrà ripercussioni pesantissime, i pendolari, i lavoratori e gli studenti che si spostano giornalmente dalle frazioni di Vecchiano alle frazioni di San Giuliano Terme e viceversa saranno sottoposti a percorrere decine di chilometri in più ogni giorno, a sobbarcarsi costi e perdite di tempo enormi passando da Migliarino

I mezzi di sicurezza da dove passeranno? Cosa succederà in quel periodo? Nella programmazione dei lavori e nel conto delle opere della sistemazione del ponte sono stati tenuti in considerazione i disagi creati alle popolazioni? I lavori saranno svolti anche di notte per ridurli al minimo tempo possibile? O indipendentemente dalle esigenze della gente tale aspetto non è stato tenuto in dovuta considerazione? Oppure dovranno gli abitanti organizzarsi indipendentemente magari facendo una raccolta non di firme, ma di barche, per crearsi da soli un ponte provvisorio alternativo di sopravvivenza? Potrebbe essere una soluzione valida da mettere in campo?

Il Centrodestra Unito per Vecchiano è veramente preoccupato di ciò che avverrà, per la gente, da qui alla fine dei lavori, e gira queste domande e queste preoccupazioni al Sindaco ed alle istituzioni tutte coinvolte nell’opera perchè facciano chiarezza e forniscano risposte esaustive, in anticipo, rispetto all’inizio dei lavori del nostro, così problematico ed importante, ponte.

A breve sarà indetta una assemblea pubblica per fare il punto sulla situazione

Fonte: carlaabruzzese@gmail.com
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: