none_o


 La notizia è di pochi giorni fa e ha lasciato a bocca aperta il grande pubblico; ma non gli addetti ai lavori.  Uno studio del Centro tedesco Helmholtz per la ricerca oceanografica GEOMAR, di Kiel, pubblicato sulla rivista Science Advanced, fa sapere che il nostro Etna, il vulcano più grande d'Europa, sta scivolando lentamente nelle acque dello Ionio....

Vecchiano: Percorsi Partecipativi
none_a
Invito
none_a
Teatro del Popolo Migliarino 26 ott.
none_a
Migliarino - Pubblica Assistenza
none_a
. . . . poi i veri guerrieri non scendono in campo .....
Capacità e intelligenza ? Lei dice ?
Ma un politico .....
Signora , mi perdoni, lei sa chi era Cassandra visto .....
. . . . voluto dal 70% di elettori, iscritti e simpatizzanti. .....
Salute e Benessere
none_a
I luoghi dell'eccellenza gastronomica
none_a
Associazione La Voce del Serchio
none_a
Ass. La Voce del Serchio
none_a
Calci e Vicopisano
none_a
Parrocchia Madonna dell'Acqua
none_a
Circolo Il Fortino di Marina di P.
none_a
Fiab Pisa
none_a
San Giuliano, 21 ottobre
none_a
Palaia
none_a
  • Teatro del Popolo 26 ottobre

      Sulla mia pelle film di A. Cremonini

    È prevista, via Skype, una rappresentanza della famiglia Cucchi.

     

  • ASSEMBLEA ASBUC

      giovedì 4 ottobre, ore 21


    Si avvicina il giorno dell’assemblea pubblica per far sì che venga rinnovato il Comitato di amministrazione dei beni di uso pubblico di Migliarino con votazione Domenica 28 ottobre, presso l’Auditorium ASBUC- Via S. D’Acquisto 1.


Pontasserchio
none_a
Pappiana
none_a
COMUNICATO MIGLIARINO VOLLEY 1984
none_a
ASD PISA BOCCE
none_a
Io che ho spiegato le vele tutte finché la riva scompare,
esplorato ogni terra invisibile,
ogni visibile mondo, sfidato correnti, mostri marini, .....
Il giorno sabato 22 ottobre, dalle ore 9 alle ore 12, a San Giuliano Terme, in Piazza Italia,
GAZEBO LEGA . . . per un'iniziativa veramente interessante .....
di Renzo Moschini
PARCHI ‘NON LUOGHI’?

20/5/2018 - 20:10

PARCHI ‘NON LUOGHI’?

 

Che di parchi e aree protette parlino e parecchio le cronache in tutta Italia è cosa nota. Ma mai come in questo momento il dibattito è stato così confuso. Intendiamoci oggi è tutt’altro che chiaro cosa sono le province ossia quel  che ne resta, e neppure il ruolo dei i comuni brilla per chiarezza, idem per le comunità montane dove sopravvivono in qualche modo, i bacini idrografici e neppure quello delle regioni ordinarie.

Dopo il referendum  esse vedono ridotte infatti  le loro competenze legislative mentre sono cresciute contraddittoriamente quelle amministrative. Chi rappresenta questi vari  soggetti istituzionali sul piano nazionale ANCI,UPI, Uncem, Conferenza regioni sono venute e stanno venendo perciò proposte allo  Stato e al  Parlamento perché si proceda alla correzione di questo stato di cose, proposte che non possono essere ignorate. Per i Parchi stato e parlamento non hanno avuto certo più riguardi come ben sappiamo. Ma  a differenza di quanto è avvenuto nel passato finora le proposte avanzate non sono risultate molto efficaci. So bene per esperienza personale che non sempre le proposte critiche sono gradite. Quando come direttore di Parchi la rivista di Federparchi criticai il ministro per l’impostazione della 1 Conferenza Nazionale sui Parchi in una lettera a Il Sole-24 Ore, il ministro Ronchi scrisse a Bino Li Calsi presidente di Federparchi chiedendo provvedimenti disciplinari nei miei confronti. Ma non per questo si può rinunciare a fare la nostra parte anche se talvolta scomoda. Ecco oggi dinanzi a tanta  confusione sulla identità e ruolo dei Parchi che rischiano per molti versi di risultare ‘non luoghi’ bisogna rilanciare quella identità dei  luoghi parco che la legge quadro ha definito molto chiaramente. Rifarsela con quella legge come avviene ormai da anni ha prodotto questa confusa e pasticciata situazione e non certo quel rilancio di cui si è cianciato.  I luoghi parco  una identità ce l’hanno ed è fondamentale affermarla e rilanciarla se vogliamo cambiare davvero le politiche ambientali e di governo del territorio. Nelle oltre 50 pagine del ‘contratto’ di governo di cui si sta discutendo di tutto questo c’è poco e spesso quanto mai confuso.
Ecco perché dobbiamo e alla svelta rimettere mano ad un impegno delle istituzioni perché la politica rioccupi la scena che gli compete nel modo giusto ed efficace.
Quello che stiamo facendo anche con l’aiuto dei libri a questo mira.
Renzo Moschini
 

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: