none_o


 La notizia è di pochi giorni fa e ha lasciato a bocca aperta il grande pubblico; ma non gli addetti ai lavori.  Uno studio del Centro tedesco Helmholtz per la ricerca oceanografica GEOMAR, di Kiel, pubblicato sulla rivista Science Advanced, fa sapere che il nostro Etna, il vulcano più grande d'Europa, sta scivolando lentamente nelle acque dello Ionio....

Vecchiano: Percorsi Partecipativi
none_a
Invito
none_a
Teatro del Popolo Migliarino 26 ott.
none_a
Migliarino - Pubblica Assistenza
none_a
. . . . poi i veri guerrieri non scendono in campo .....
Capacità e intelligenza ? Lei dice ?
Ma un politico .....
Signora , mi perdoni, lei sa chi era Cassandra visto .....
. . . . voluto dal 70% di elettori, iscritti e simpatizzanti. .....
Salute e Benessere
none_a
I luoghi dell'eccellenza gastronomica
none_a
Associazione La Voce del Serchio
none_a
Ass. La Voce del Serchio
none_a
Calci e Vicopisano
none_a
Parrocchia Madonna dell'Acqua
none_a
Circolo Il Fortino di Marina di P.
none_a
Fiab Pisa
none_a
San Giuliano, 21 ottobre
none_a
Palaia
none_a
  • Teatro del Popolo 26 ottobre

      Sulla mia pelle film di A. Cremonini

    È prevista, via Skype, una rappresentanza della famiglia Cucchi.

     

  • ASSEMBLEA ASBUC

      giovedì 4 ottobre, ore 21


    Si avvicina il giorno dell’assemblea pubblica per far sì che venga rinnovato il Comitato di amministrazione dei beni di uso pubblico di Migliarino con votazione Domenica 28 ottobre, presso l’Auditorium ASBUC- Via S. D’Acquisto 1.


Pontasserchio
none_a
Pappiana
none_a
COMUNICATO MIGLIARINO VOLLEY 1984
none_a
ASD PISA BOCCE
none_a
Io che ho spiegato le vele tutte finché la riva scompare,
esplorato ogni terra invisibile,
ogni visibile mondo, sfidato correnti, mostri marini, .....
Il giorno sabato 22 ottobre, dalle ore 9 alle ore 12, a San Giuliano Terme, in Piazza Italia,
GAZEBO LEGA . . . per un'iniziativa veramente interessante .....
Conte premier incaricato
“Sarò l’avvocato difensore del popolo italiano”

23/5/2018 - 20:10

Conte premier incaricato: “Sarò l’avvocato difensore del popolo italiano”


Nel suo discorso al termine del colloquio un chiaro riferimento alla collocazione internazionale ed europea dell’Italia

Giuseppe Conte, indicato da Matteo Salvini e Luigi Di Maio come premier del governo M5s-Lega, è stato incaricato dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella di formare il nuovo esecutivo. Il professore, come da prassi, ha detto di aver accettato con riserva.
Quello tra Conte, finito nella bufera nei giorni scorsi per le ombre sul suo curriculum, e il Capo dello Stato è stato un lungo faccia a faccia. Sicuramente più lungo rispetto a tutte le altre consultazioni al Quirinale per la formazione del governo nella XVIII legislatura. Fino ad ora i colloqui al Colle si sono protratti per una mezz’ora o poco più. Quello di oggi ha invece raggiunto e superato le due ore.
Uscendo dallo Studio alla Vetrata, il premier incaricato si è rivolto ai giornalisti annunciando l’esito dell’incontro che poco prima aveva anticipato il segretario generale di Palazzo Chigi: “Il presidente della Repubblica mi ha conferito l’incarico che ho accettato con riserva. Se riuscirò a portare a compimento l’incarico esporrò alle Camere un programma basato sulle intese tra le forze politiche di maggioranza”.
Poi Conte passa a spiegare i punti principali su cui è stato incentrato il colloquio con Mattarella.”Con il presidente della Repubblica abbiamo parlato della fase impegnativa e delicata e delle sfide che ci attendono e di cui sono consapevole – spiega – così come sono consapevole di confermare la collocazione internazionale ed europea dell’Italia”.
In quel riferimento chiaro alla collocazione internazionale ed europea pare scorgere la volontà del Capo dello Stato di mettere al riparo l’Italia dai fan dell’antieuro che potrebbero far capolino nella compagine di governo e sui quali, forse, Conte dovrà mettere un argine.
Il breve intervento di Conte prosegue con il riferimento all’intesa che potrebbe portarlo a Palazzo Chigi.

“Il contratto su cui si fonda questa esperienza rappresenta in pieno le aspettative di cambiamento degli italiani. Lo porrò a fondamento dell’esperienza di governo nel pieno rispetto delle prerogative del presidente della Repubblica e della Costituzione. Voglio dar vita a un governo dalla parte dei cittadini”.
Infine il riferimento al suo lavoro. Come a rimarcare la distanza tra lui e il mondo dei politici di professione.

“Sono professore e avvocato, ho perorato cause di varie persone e ora difendo l’interesse degli italiani in tutte le sedi Ue e internazionali dialogando con le istituzioni Ue e con gli altri Paesi mi propongo di essere l’ avvocato difensore del popolo italiano”. “Sono disponibile” a fare il premier “senza risparmiarmi, con il massimo impegno e la massima responsabilita'”.

“Non vedo l’ora di iniziare a lavorare sul serio, grazie a tutti”, conclude.

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: