none_o

Passaporto verde: anche il nome dovrebbe far riflettere e rassicurare. Il verde è il colore delle possibilità, del benvenuto, dell’accoglienza, della tolleranza e della salute. Rifiutarlo sembra da sciocchi, da sprovveduti, da fuori dal mondo reale, forse anche da manipolati, da chi mette in questo rifiuto, in questa protesta, molto di più di quello che in effetti ci dovrebbe essere. Alla base, forse, una buona dose di ideologia per essere sempre contro, contro il sistema....

Siamo stati chiusi in casa e per disposizione governativa .....
Quelli che lei chiama ignoranti irresponsabili sono .....
. . . . . . . . . . . . Anche il codice della strada .....
Abbiamo vinto contro malattie terribili come il vaiolo .....
Vecchiano è Voilontariato
#tantifiliunasolamaglia


“Il gioco serio del teatro”

Vecchiano è volontariato
#tantifiliunasolamaglia

L'associazione culturale La Voce del Serchio ospite del giornale online da cui è nata

Vecchiano è Volontariato
#tantifiliunasolamaglia


UN IMPEGNO COSTANTE PER MANTENERE VIVO IL PASSATO E FRUIRNE ANCORA IN FUTURO

Pisa, 11 novembre
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
no vax? Portateli a visitare un reparto"
none_a
Pisa, 15 e 17 ottobre
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
È con te
Facciamo oggi quella scelta
Oggi in due ma restiamo sempre noi
È con te
Che la vita è come foglia
Noi leggeri saggi dentro vuoti mai
Sei .....
caro baffuto baffino ricorda che la fantasia se sfocia in diffamazione e calunnia quello e reato e non pregare la Santa Vergine a Roma davanti alla porta .....
di Renzo Moschini
PERCHE’ SERVE LA TERZA CONFERENZA

6/7/2018 - 19:02

PERCHE’ SERVE LA TERZA  CONFERENZA NAZIONALE SUI PARCHI


Mi ero chiesto recentemente se data la situazione nazionale dei nostri parchi e aree protette non fosse opportuno riprendere una vecchia proposta che fu osteggiata ingiustificatamente e poco responsabilmente innanzitutto  in sede nazionale cioè la 3 Conferenza nazionale dei parchi.
Quanto la situazione sia grave per i nostri parchi nazionali ma anche regionale a partire da alcuni storici dall’Abruzzo allo Stelvio, dal Ticino al Montemarcello-Magra lo confermano ormai le cronache quotidiane. E ce n’è per tutti; ministero che  non riesce a superare presidenti e direttori commissariati da anni.

Regioni ed enti locali che se li dicono e se le danno di santa ragione. Sorvoliamo sul parlamento che ha concluso una legislatura dopo essersi rimpallata una legge che non riuscita a tagliare alcun traguardo tra i tanti ipotizzati. Le forze politiche anche quelle che negli anni avevano maggiormente contribuito ad approvare e gestire abbastanza bene la legge quadro del 1991 escono da questa situazione malamente.
Le cronache ormai sono zeppe solo di scambi di accuse, denunce anche alla magistratura. Che si tratti delle Alpi, delle zone terremotate, delle coste e aree marine, dei fiumi come dei laghi, della caccia come della pesca e tutto un guazzabuglio di cui stato, regioni, enti locali e parchi non riescono a venire a capo.

Ecco perché ritengo che l’unica risposta valida ed efficace che si può tentare di dare sul piano politico, istituzionale culturale è una Conferenza nazionale in cui ognuno dovrà mettere la faccia senza trucchi e senza inganni come sta avvenendo ormai da anni.
Perché il ministero dell’ambiente non promuove con la Conferenza delle regioni, l’ANCI, l’UPI, Federparchi e la molte associazioni ambientaliste impegnate da sempre su questo fronte per verificare se vale la pena e come farla.

Fonte: Renzo Moschini
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri