none_o

Oggi voglio parlare di poesia. A molti non interesserà e le letture saranno poche, ma io credo che ogni tanto sia salutare guardare in qualche altra direzione per staccare la mente dal veloce vivere quotidiano con i suoi tanti problemi. Problemi a volte minimi ma che tendiamo a esagerare avendo perso la capacità di godere delle piccole cose che abbiamo intorno. Le cose ci sono, solo che nella fretta di viverere  e nella smania di avere....

Il Diario di Trilussa
none_a
Compleanno
none_a
I 10 anni della Voce
none_a
Le Parole di Ieri
none_a
De Presbiteris nuovo segretario Pd Pisa, Nardini: .....
Chi ha i soldi è un ladro e chi governa ha sempre .....
Accidenti come le piace sostenere gli amministratori .....
. . . . mi vorresti dire che a Vecchiano la maggioranza .....
"Natura di San Rossore-Creazioni"
none_a
Esperienze di viaggio
none_a
Esperienze di viaggio
none_a
La Natura vista da Simona Tedesco
none_a
San Giuliano, 21 luglio
none_a
Tirrenia, 22 luglio
none_a
Alla Brilla il Tofanelli brilla
none_a
Vecchiano - Piazza P.P Pasolini
none_a
Marina di Pisa
none_a
All'Alba Jam Sun il 21/7
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      Cercasi operatori

    Il  Circolo ARCI Migliarino che gestisce la Ludoteca Comunale in versione estiva presso l'Oasi Dunadonda cerca personale qualificato per il perido di luglio e di agosto. Gli interessati possono inviare una mail alla posta del Circolo   arcimigliarino@gmail.com. Vedi sotto.


  • ALLA CITTADINANZA DI MIGLIARINO

      04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30
    AVVISO DI ASSEMBLEA


    Il comitato A.S.B.U.C. di Migliarinoinvita tutti i cittadini della frazione a partecipare all’assemblea indetta presso la nuova sede ASBUC in via S. D’Acquisto n. 1 in Migliarino:     in prima convocazione per il giorno 30 Aprile 2018 alle ore 12.00,   in seconda convocazione per il giorno 04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30


COME UN SASSO NEL FIUME


Resto in silenzio ad aspettare te,
a contemplare il tuo tenero viso,
i tuoi occhi candidi, dolcissimi,
semplici che .....
IL PONTE E LA SECONDA C
Stanotte, cari amici, e’ successo un fatto straordinario, incredibile a raccontarsi, il Ponte di Pontasserchio mi e’ apparso .....
Le Parole di Ieri
Da Unzi-Dunsi a VATIC

10/7/2018 - 19:33


UNZI DUNSI
Lett: nc.
Era una tiritera che serviva a far imparare ai piccoli, magari con l’aiuto di qualche pezzetto di canna, di legno tagliato a rondelle o di piccoli sassolini, a contare fino a dieci.
 
USCETTO DELL’ORTO
Lett: nc.
Modo dialettale di indicare un condimento semplice ed economico, realizzato senza carne, utilizzando cioè solo le verdure dell’orto.
Era anche diventato un modo per indicare una cosa realizzata in maniera molto semplice, senza difficoltà e senza fronzolo, una specie di “scussa, scussa”. (Come la prima maccjina fotografica di B.B.-red 3)
L’orto, posto di solito nelle immediate vicinanze delle abitazioni, spesso era approssimativamente recintato e chiuso da un cancellino, come un uscio, che veniva comunemente chiamato “uscetto”.
 
 

 

 

                            V         come Vale      

 

                            Val più un moccolo davanti,


                             che una torcia di dietro      
                                                               (Proverbio toscano)
 
VATIC
Più correttamente V.A.T.I.C., con il puntino.
E’ nota l’avventura di questi giovani migliarinesi che ebbe anche l’onore di un articolo sui giornali. Pur nella sua apparente drammaticità è la dimostrazione della ricchezza di idee e di fantasia che pervadeva i giovani negli anni 60, specie quelli che vivevano nei paesi, piccole comunità semichiuse che avevano proprio in questo la loro ricchezza: la vita era più semplice, le distinzioni fra giusto e ingiusto più facili, la presenza di menti fertili facilmente in grado di condizionare lo spirito di tutta la comunità.
Il paese di Migliarino è stato anche particolarmente fortunato per la presenza di moltissimi  personaggi muniti, oltre che di grande fantasia, anche di grande ingegno ed intelligenza.
Come possiamo diversamente classificare questo episodio, se non scomodando ingegno e fantasia?
Un gruppo di persone vestite con tuniche e cappuccio, a capo coperto quindi, che avanzano silenziosamente a piedi in Corso Italia con braccia protese in avanti. Come possono non scatenare attenzione, curiosità ed anche paura? E quello più piccolo davanti? Qual è il suo significato? E la scritta: VATIC, quale segreto si cela dietro questo misterioso messaggio stampato sulla tunica?
I Carabinieri, avvertiti da una valanga di telefonate, si precipitano con una certa preoccupazione, ma poi riconoscono la burla, si limitano ad una ramanzina sulla gravità dell’atto compiuto, rimane quella scritta però, di significato oscuro, di cui chiedono chiarimenti che pare non corrispondano.
Vi andiamo tutti …nel sedere” come spiegazione non coincide perfettamente con le iniziali VATIC, forse qualcuno mente, oppure ha riacquistato quel buon senso che pareva essersi smarrito.
I costumi furono sequestrati e i partecipanti se la cavarono con una segnalazione e una diffida a non ripetere il gesto, pena denuncia alla Magistratura.

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: