none_o

Ho assistito ad una interessante conversazione riguardo al problema della manifestazione novax del 20 giugno scorso. Qualche offesa è passata, qualche frase di troppo a mio giudizio è scappata ma certo è difficile esimersi dal classificare e definire una tale sconsiderata presa di posizione. L’articolo di giornale che riporta il fatto va giù duro e titola “La vittoria degli imbecilli: il 41% degli italiani non vuole vaccinarsi contro il Covid 19”.

Sono stati fatti tanti studi e molti convegni sulle .....
Io seguo da anni il prof Nardi, capo dell'autorità .....
Il sig. Bruno ha ragione e il si. Gentilini no. L'argomento .....
Ma cosa c'entra il mutuo? il mutuo lo paga ad un istituto .....
Bruno Pollacci
Direttore dell'Accademia d'Arte di Pisa
none_a
Di Guido Solvestri
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Incontrati per caso..
di Valdo Mori
none_a
Molina di Quosa, 11 luglio
none_a
Tirrenia, 12 luglio
none_a
Maigret sulle Mura
none_a
Tirrenia
none_a
Pisa, 9 luglio
none_a
Pontasserchio, 10 luglio
none_a
Molina di Quosa, 11 luglio
none_a
Bagno degli Americani
none_a
  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


  • Circolo ARCI MIgliarino

      Chiusura del Circolo

    Il Circolo ARCI Migliarino comunica ai propri soci che il bar resterà chiuso dalla data odierna (10.3) fino al 3 di aprile 2020. La riapertura sarà condizionata dalle disposizioni successive riguardo alla diffusione della malattia in ambito nazionale.


FC FORNACETTE CASAROSA
none_a
Dai monti al mare
none_a
camp estivi
none_a
di Marlo Puccetti
none_a
nato
in un tempo senza tempo
spoglio
corpo al vento
apre gli occhi
guardando curioso
quel volto
e quel fuoco

fa freddo
ma la luce che .....
Segnalo il degrado/ pericolo del campanile della chiesa di Migliarino Pisano. Andrebbe, perlomeno, messo in sicurezza.
Terricciola, 29 luglio
inCantinaJazz - Terre di Pisa Tour

26/7/2018 - 11:28

Domenica 29 luglio secondo dei dieci appuntamenti di "inCantinaJazz - Terre di Pisa Tour", la tournée di CantinaJazz realizzata grazie al supporto della Camera di Commercio di Pisa e delle Cantine e dei Produttori aderenti al brand "Terre di Pisa", e grazie alla preziosa collaborazione coi docenti di "Analisi Sensoriale" del Corso di Studi in Viticoltura ed Enologia dell'Ateneo Pisano.

 

Protagonista e ospite di questo appuntamento è l'Azienda Agricola Castelvecchio di Terricciola, certificata biologica, che presenta non solo i suoi vini ma anche i prodotti del suo orto, il suo olio extravergine d’oliva, il pane e formaggi e carni prodotte da collaboratori limitrofi, per una degustazione ad altissimo tasso di genuinità, rigorosamente a km0.

 

Castelvecchio allestisce una cena con servizio ai tavoli, durante la quale

si svolgerà CantinaJazz: la degustazione tocca, in crescendo, diversi vini dell'azienda, chiudendo in bellezza con l'Armida, il pluripremiato vinsanto dall'eccezionale caratura.

 

Altrettanto eccezionale la performance musicale affidata a un agguerritissimo Emiliano Loconsolo quintet, che vede la sezione ritmica composta da Piero Frassi (piano), Mirco Capecchi (contrabbasso) e Vladimiro Carboni (batteria), accompagnare la voce di Emiliano Loconsolo e l'ospite speciale Moraldo Marcheschi, sassofonista dal timbro suadente e coinvolgente.

Sul palco, l'Emiliano Loconsolo Quintet si alternerà con le poesie di Michele Cristiano Aulicino, che affrontano con vivace successo l'arduo compito di saldare insieme i vari momenti dello spettacolo.


Castelvecchio aprirà i cancelli alle 19, accogliendo gli spettatori con "un Tocco di Ginger" un long-drink a base del Tocco, il rosato dell'azienda, invenzione locale marcatamente rinfrescante.

Al contempo, Castelvecchio proporrà di degustare il proprio olio EVO su crostini e su verdure in pinzimonio.


Dalle 19 alle 20, la visita della cantina e dei locali per l’appassimento delle uve per la produzione del Vin Santo. 


Alle 20 il pubblico siederà al tavolo nello splendido balcone naturale con vista sulle balze terricciolesi (in caso di pioggia l’evento si svolgerà nel salone dei ricevimenti)  e inizierà il percorso eno-gastro-musicale di CantinaJazz, che in questo appuntamento prevede quattro momenti.


Il primo momento è affidato al Picchio 2017, gradevolissimo per acidità fresca e di ottima beva, che verrà accompagnato da un set di antipasti comprendente: un crostone al pomodoro fresco, un crostino al rigatino e taleggio e una frittatina di patate e cipolle.

Qui il repertorio musicale si adeguerà alla semplicità strutturale, all'immediatezza e alla giovanilità del vino, proponendo brani musicalmente assai intuitivi, orecchiabili e di immediata comprensibililtà.


Nel secondo momento è di turno il Tocco 2017, rosato che gioca sempre nel campo della freschezza e della giovanilità, ma aumentando la struttura e la persistenza in bocca.

Nel piatto vedremo delle lasagne vegetali preparate con le verdure degli orti di Castelvecchio.

Col Tocco il repertorio musicale si arricchisce di struttura e, pur continuando a proporre motivi ben noti e orecchiabili, aumenterà la complessità di scrittura e diventerà più incisivo il ritmo.


Il terzo momento vede protagonista Le Balze 2015, Terre di Pisa Rosso DOC, che esprime al meglio il vigore e la potenza del Sangiovese pisano.

Lo stacco di sapore e struttura è tale che nel piatto, a bilanciare la potenza del vino, viene chiamata una grigliata mista di maiale e tacchino, insieme a fagiolini croccanti e un'insalata di pomodori.

Per descrivere musicalmente la personalità di questo vino, avvolgente, caldo e pacato insieme, anche la musica farà un balzo di complessità, stavolta presentando brani in grado di scaldare il cuore e dare una sensazione di avvolgenza.


Infine, l'Armida 2013, pluripremiato Vinsanto del Chianti DOC di Castelvecchio, che lo cura come si conviene al gioiellino della casa: cernita delle uve, appassimento per minimo 3 mesi e affinamento fino al 5° anno successivo alla vendemmia, per ottenere una quintessenza di dolcezza.

L'accompagnerà un dolce a sorpresa, e sicuramente dei brani musicali altrettanto dolci.


La fine dello spettacolo è prevista per le 22:30.


Tutto il cibo è curato dall'Azienda Castelvecchio.

La degustazione tecnica dei vini è affidata al sommelier Luca Barsanti.


Il costo della serata è di 40 euro tutto incluso; sono previste riduzioni per bambini e ragazzi.

La serata è riservata ad  un numero massimo di 80 persone per cui è strettamente necessario prenotare quanto prima via email

( info@cantinajazz.com) o per telefono/whatsapp al 320 8787288. 


Per ulteriori informazioni consultare il sito www.cantinajazz.com o chiamare il numero delle prenotazioni.

    
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: