none_o

Mi verrebbe istintivamente di dire che i controlli sono inesistenti. Ma ripensandoci dico: magari fossero inesistenti, sarebbe meglio!         Sono infatti inesistenti i controlli tesi a far rispettare i limiti di velocità, quelli sì che sono COMPLETAMENTE INESISTENTI, mentre purtroppo esistono invece, ma OGNI TANTO, controlli che servono quasi esclusivamente a fare cassa da parte delle amministrazioni. E ve lo dimostro sùbito....

Metato - Pubblica Assistenza
none_a
Pubblica Assistenza Migliarino
none_a
Migliarino - Pubblica Assistenza
none_a
Soccorso Alluvionale
none_a
. . . . . . . . . . . . ICI, IMU, Condoni, Cartelle, .....
Un conto è dire, un conto è fare.
Questi parlano, .....
Oggi il professor Panebianco scrive un magistrale .....
. . ma unti viene mai annoia a stammi ghietro?

buon .....
Piante e giardini
none_a
Teatri della Resistenza
none_a
Concorso di Poesia
none_a
con Fulvio Pisani Guida Ambientale Escursionistica
none_a
San Giugliano Terme, 2 dicembre
none_a
Orzignano, 23 novembre
none_a
Pisa
none_a
"Terre di Pisa".
none_a
FIAB-Pisa
none_a
Invito alla lettura
none_a
  • Teatro del Popolo 26 ottobre

      Sulla mia pelle film di A. Cremonini

    È prevista, via Skype, una rappresentanza della famiglia Cucchi.

     

  • ASSEMBLEA ASBUC

      giovedì 4 ottobre, ore 21


    Si avvicina il giorno dell’assemblea pubblica per far sì che venga rinnovato il Comitato di amministrazione dei beni di uso pubblico di Migliarino con votazione Domenica 28 ottobre, presso l’Auditorium ASBUC- Via S. D’Acquisto 1.


Campionato provinciale di seconda categoria
none_a
Giovanissimi B girone A
none_a
Pontasserchio
none_a
#VecchianoSport #Karate
none_a
Io che ho spiegato le vele tutte finché la riva scompare,
esplorato ogni terra invisibile,
ogni visibile mondo, sfidato correnti, mostri marini, .....
Cerco ragazza / signora per la gestione di un appartamento In Penia di Canazei . Il lavoro consiste nel gestire check in/ out -pulizie cambio lenzuola .....
Via del Mare
Temerari!

31/7/2018 - 16:43

Affrontare la via del Mare in questa stagione è da temerari e necessita anche di una certa dose di incoscienza. La via non è fatta per le biciclette ma per le auto, i cui limiti di velocità sono dettati esclusivamente dalla sensibilità e dalla educazione del guidatore, non certo dai cartelli o dai controlli della Polizia Municipale.

 

Non sappiamo quando sentiremo parlare di piste ciclabili. Prima o poi dovrà pur succedere, speriamo non in seguito a qualche vittima della strada.

 

Le piste ciclabili hanno funzioni diverse a seconda del fine con cui vengono realizzate. Possono avere la funzione di favorire lo spostamento di cittadini da un luogo all'altro per motivi diversi (mercato, negozi, atti amministrativi, visita ai parenti, motivi sanitari, località turistiche e marine). Nel caso di tutti i comuni rivieraschi, come Vecchiano e San Giuliano, l'argine del fiume sarebbe molto adatto per questo tipo di spostamento in sicurezza.

 

Oppure potrebbero essere inquadrate in un progetto più ampio di tipo turistico. Servirebbero anche al primo scopo ma dovrebbero essere inserite in un programma più vasto e complesso di sviluppo escursionistico di cui sentiamo parlare (Ciclovia Tirrenica da Ventimiglia a Latina), ma che al momento non pare nell'agenda delle nostre amministrazioni. La Ciclopedonale Puccini è una specie di figlio nato male (in cui la stupidità ha avuto un discreto ruolo), ma fra qualche anno scomparirà e rimarrà solo un viottolo invaso dalle erbacce percorso solo dai mezzi medio-pesanti in funzione delle coltivazioni realizzate in golena.

 

Eppure lo sviluppo del turismo ciclopedonale è in grande crescita ed i luoghi più preziosi (come il nostro) dovrebbero essere pronti da tempo con iniziative volte ad attirare questo tipo di turismo. Oltretutto un turismo ecologico e compatibile che, in un futuro sempre più prossimo, sarà la carta vincente per ogni amministrazione che avrà saputo prepararsi a cogliere questa opportunità. Specie quando il territorio ha una conformazione geologica tale da essere facilmente destinabile allo scopo, campagna e periferia urbana, al contrario delle difficltà della realizzazione di piste in zone fortemente urbanizzate come le  città.

 

La foto dimostra che la presenza di turisti in bici non è sporadica. Solo che questi temerari non sembrano avere la consapevolezza del rischio che corrono percorrendo quella strada in piena estate.

 

Nick

 

 

 

 

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




6/8/2018 - 10:48

AUTORE:
D.S.

Siamo in grande ritardo. Lo siamo ed è ancora più grave perchè abbiamo tutto quello che ci serve per attirare turismo.
Questa amministrazione sembrava più sveglia ma per ora si muove nel solco delle precedenti.

4/8/2018 - 20:21

AUTORE:
F.C.

Quello che fa più tristezza è che la maggioranza di questi ciclisti non sono italiani. Questo significa che Marina di Vecchiano e Bocca di Serchio sono luoghi, all'interno del Parco, che hanno particolare attrazione. Un turismo, seppur di nicchia, che deve trovare soluzione arricchendo una offerta ambientale che pochi Comuni hanno e che darebbero benefici alle strutture ricettive del nostro Comune.