none_o


Era nata per sosta di preghiera ai pellegrini che si recavano a Roma, poi per santificare la processione del Corpus Domini che dalla chiesa di San Ranieri vi si recava a messa e a festeggiare la giornata con bancarelle di dolciumi e  “coperte” per merenda sugli “aguglioli”. Poi, per la cattiva strada che aveva preso la bella strada, tutto si dissolse lentamente fino a che un gruppo di migliarinesi si diedero da fare per chiuderne il transito...

. . . . . . . . . . . . l'epidemia corona virus, .....
. . . si perchè di bullismo se ne parla solo se succedono .....
Quasi tutti conoscono il detto "chi rompe paga ed i .....
. . . o a Migliarino martedì?
Adnkronos Salute
none_a
Libri
none_a
Il sito degli "ARTISTI PISANI SCOMPARSI" per una significativa memoria culturale
none_a
Come Steve McCurry e l'afghana dagli occhi verdi nel 2002
none_a
di Marlo Puccetti
none_a
Le squadre di Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Per gli atleti pisani 19 medaglie
none_a
Le squadre di Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Se fossi nata albero sarei cresciuta molto, almeno spero,

invece sono corta e mingherlina e accrescere è un mistero.

Mi è stata tolta l'occasione .....
Buongiorno, abito in Via Paganini a Colignola, quotidianamente percorro le strade bianche nelle vicinanze fino ad arrivare ad Asciano, lungo i condotti. .....
San Giuliano Terme, 8 settembre
INAUGURAZIONE DEL RESTAURATO MANUFATTO IDRAULICO

4/9/2018 - 15:47

Sabato 8 settembreil cartellone del Settembre Sangiulianese prevede un momento molto importante per la memoria storica di San Giuliano Terme: alle ore 10.30 il sindaco Sergio Di Maio inaugurerà ufficialmente il restaurato manufatto idraulico di via XX Settembre, nella frazione capoluogo.

 

"Si tratta di una vasca con acque termali utilizzata in passato dai residenti e dai lavoratori delle vicine cave - spiega il sindaco Di Maio - Dopo anni di abbandono, che avevano condannato il manufatto al totale degrado, l'amministrazione si è attivata per il recupero e la valorizzazione di questa testimonianza del nostro passato.

Purtroppo, nonostante l'impegno dei tecnici degli uffici comunali, non è stato possibile trovare traccia, nei documenti a disposizione, dello stato originario della struttura.

Abbiamo fatto quindi ricorso ad una risorsa spesso dimenticata e sottovalutata: la memoria degli anziani, che con le loro testimonianze hanno indirizzato il percorso di recupero".

 

Percorso che ha visto la partecipazione attiva dei ragazzi dell'Istituto d'istruzione superiore "Santoni" di Pisa:

"Gli studenti dell'allora classe IV, sotto la guida della professoressa Patrizia Pieroni, hanno affiancato i tecnici comunali nelle operazione di rilievo della struttura.

Una esperienza importante che ha portato alla firma, nel luglio 2017, di uno specifico protocollo d'intesa tra il Comune e l'istituto d'istruzione, della durata di tre anni, per lo svolgimento di attività di formazione negli ambiti condivisi, con attività di stage all'interno delle strutture comunali".

 

L'intervento di restauro del manufatto idraulico ha interessato la pulizia del canale sotterraneo, il consolidamento della volta di copertura, l'asportazione degli intonaci per riportare le muratore all'originale faccia-vista, la ricostruzione delle parti di muratura deteriorate o crollate e degli scalini di accesso.I lavori hanno permesso di individuare due piccole sorgenti pseudotermali che sono state canalizzate nel manufatto.

 

.Durante le operazioni di ripulitura il Gruppo Archeologico Pisano ha individuato alcune unità stratigrafiche attraverso la raccolta di materiali ceramici, metallici, litici, malacologici, vetri ed ossa animali, laterizi e intonaci.

I reperti, risalenti alla seconda metà del XIX secolo, sono depositati presso il magazzino dell'Istituto Comprensivo "G. B. Niccolini" di San Giuliano Terme.

 

"Non posso che esprimere la più viva soddisfazione per il lavoro svolto. Ringrazio i tecnici dell'ufficio urbanistica e i ragazzi dell'istituto "Santoni" per il lavoro svolto: un lavoro che testimonia la professionalità dei dipendenti del Comune e la bontà dei percorsi scolastici di formazione e tirocinio.

Un sentito ringraziamento anche al Gruppo Archeologico Pisano e soprattutto alla Fondazione Pisa che ha in parte finanziato il recupero del manufatto tramite i bandi promossi annualmente per la valorizzazione dei beni culturali".












 



  
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: