none_o


A Pisa quest'anno ricorre il settantacinquesimo Anniversario della Liberazione da parte delle truppe alleate (2 settembre 1944): settantacinque anni non sono ancora un tempo remoto, tuttavia è esperienza comune che molti pisani - giovani e meno giovani per non parlare di quelli “d’adozione” - sembrano aver gettato nel dimenticatoio collettivo le memorie dei loro nonni.

Arpat Toscana
none_a
Migliarino
none_a
Pubblica Assistenza Migliarino
none_a
Sistena Nazionale per la Protezione dell'Ambiente
none_a
. . . . . . . . . . . . anco i cinque stelle esultavano .....
In democrazia rappresentativa è così; una volta si .....
Conquistata dopo 24 anni l'ex roccaforte rossa.
Grande .....
. . . . . . . . . . . dai redattori agli scrivani .....
Pontasserchio, 31 marzo
none_a
Tempo di Fiera = tempo di TORTE
none_a
FIAB-Pisa
none_a
Pisa, 31 marzo
none_a
Capodanno pisano
none_a
Marina di Pisa
none_a
Pisa Libreria Feltrinelli 29 marzo
none_a
Cinema Lumiere
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      Partite Pisa A.C.

    Si avvertono i Soci che il Circolo trasmetterà in chiaro tutte le  partite dell'Associazione Calcio Pisa, sia in casa che in trasferta. Prossima partita Piacenza-Pisa domenica 30 settembre. 


  • Circolo ARCI Migliarino

      Cercasi operatori

    Il  Circolo ARCI Migliarino che gestisce la Ludoteca Comunale in versione estiva presso l'Oasi Dunadonda cerca personale qualificato per il perido di luglio e di agosto. Gli interessati possono inviare una mail alla posta del Circolo   arcimigliarino@gmail.com. Vedi sotto.


  • ALLA CITTADINANZA DI MIGLIARINO

      04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30
    AVVISO DI ASSEMBLEA


    Il comitato A.S.B.U.C. di Migliarinoinvita tutti i cittadini della frazione a partecipare all’assemblea indetta presso la nuova sede ASBUC in via S. D’Acquisto n. 1 in Migliarino:     in prima convocazione per il giorno 30 Aprile 2018 alle ore 12.00,   in seconda convocazione per il giorno 04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30


Val di Serchio
none_a
2018/2019 fase interprovinciale.
none_a
Pappiana
none_a
Pisa Beach Soccer
none_a
Nel germoglio di un'amore
C'e' il sorriso
della vita
Ed il tremito dei sensi
Che prelude a nuovi voli

E' la
danza di una fiamma
Che accarezza .....
. . . . . . . . . . . . . . un fatto accaduto quando andavo ancora alle elementari e che ricordo ancora molto bene. . . . . . Ebbene nell'ultimo banco .....
Rottamazione: era l'ora!
Raccontino di Bruno della Baldinacca

7/9/2018 - 14:21

Finalmente!

Il volontariato per certi aspetti non può essere fino a se stesso.

Volontariato lo dice la parola stessa: di volontà e con naturale tendenza ad essere sostituito dai preposti.

Avrete notato che con la nuova Amministrazione vecchianese e con l'acquisizione della Via del Mare da parte del Comune con firma Salviati-Lunardi, ora oltre i volontari che pulivano saltuariamente le vie del Parco, c'è una ditta incaricata che rende obsoleta la saltuaria pulizia e finalmente ora chi avrà tempo e voglia di impegnarsi in opere di bene andrà ad operare altrove senza...appunto togliere il lavoro alla ditta incaricata per il decoro della Via del Mare, Via del Balipedio e piazzali di sosta e...sperando sempre in una evoluzione maggiore:  dove nessuno più  sporca e la ditta incaricata per le pulizie si dedichi a qualcosa di superiore.

 

Voler mettere le mutande al mondo intero o addossarsi la colpa (come mi è capitato spesso nei momenti di relax)  per aver lasciato per giorni e mesi una zona degradata al massimo come era la Via dei Pini dopo il /79 con l'entrata in vigore del Parco MSRM e quindi la dismissione del controllo delle gurdie con la divisa verde e la scritta sul cappello "DS" Duchi Salviati, era per me medesimo: Cittadino del Parco facente parte del primo e secondo Comitato Parco, un scorno, se così si può dire, della premessa che ci fece il dott. Franceschi, amministratore della Tenuta Salviati.

Vedremo fra qualche anno se la "nostra" macchia sarà meglio o peggio con il vostro progetto Parco.

Lasciammo noi del primo Comitato Parco tutto il mano ai politici, ma non era nostra aspettativa quel che si è visto negli anni.

Il primo Presidente del Nostro Parco fù socialista perchè essendo Presidente della Provincia di Pisa, toccò a lui d'ufficio, poi si istaurò la rotazione fra i tre partiti maggiori: Comunista, Democristiano, Socialista, ma il degrado pian piano aumentava ed in ultimo si corse il rischio di due forti speculazioni edili, sia all'interno della Tenuta Salviati che a 18 metri dai confini del Parco con la proposta di un parco commerciale 2° più grande della Toscana.

 

Tutto ha un limite e fra tutti riuscimmo a fermare il forte inquinamento del Fiume Serchio ritornando così ad esser balneabile tutto il nostro litorale, dando così forte incentivo al lavoro di tanti stagionali impegnati nel farci godere al massimo le nostre bellezze dunali e marine con un decimo del nostro litorale dato in comodato alle tre oasi e i quattro ristoranti per poi godere di chilometri di spiaggia libera e unica al mondo.

 

nb: i cinesi ci comprano "Ugo sul Ponte" ed ora "LaRota" che non girava da parecchi anni, ma mai potranno "copiare"  BdS e MdV, oppure comprare perchè li c'è nostro, pagato in comode rate ventennali alla Cassa Depositi&Prestiti al Demanio Statale; vero Cattani et Lunardi? si!

bona, alla prossima

 

Fonte: Foto terra-terra di Bruno Baglini e foto aeree di Giulia fatte con il cell.
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




9/9/2018 - 18:30

AUTORE:
Ultimo

............... titolo credevo che tu raccontassi dell'arselle che hai seminato nell'orto. ....... Appropositomapoitisononate? ............. Ultimo

8/9/2018 - 16:51

AUTORE:
P.G_

..su molte cose non siamo d'accordo (su una poi!!) ma facemmo un bel lavoro come quando insieme andammo a raccogliere le firme per il Parco nelle varie città e a Livorno tirava una tramontanina che faceva brezzare l'orecchi.
Erano tempi di grandi speranze. Il Parco poi fu realizzato soprattutto grazie all'intervento di molte autorevoli personalità in campo politico e culturale, ma noi sappiamo che fu fatto anche grazie a noi semplici operai. Che non saremo mai citati nei libri ma dentro di noi sappiamo che il nostro contributo fu importante e ne possiamo andare fieri.