none_o


 La notizia è di pochi giorni fa e ha lasciato a bocca aperta il grande pubblico; ma non gli addetti ai lavori.  Uno studio del Centro tedesco Helmholtz per la ricerca oceanografica GEOMAR, di Kiel, pubblicato sulla rivista Science Advanced, fa sapere che il nostro Etna, il vulcano più grande d'Europa, sta scivolando lentamente nelle acque dello Ionio....

Vecchiano: Percorsi Partecipativi
none_a
Invito
none_a
Teatro del Popolo Migliarino 26 ott.
none_a
Migliarino - Pubblica Assistenza
none_a
Applicati, leggi meglio. Sono daccordo con loro per .....
. . . morire in conoscenza sia il miglior viatico per .....
Bomba I
bomba II
e giggetto pupazzo perfetto

ASPETTIAMO .....
Tiri in ballo me, ma fai cilecca. La risposta "nel .....
I luoghi dell'eccellenza gastronomica
none_a
Associazione La Voce del Serchio
none_a
Ass. La Voce del Serchio
none_a
Uno Sguardo dal Serchio
none_a
Parrocchia Madonna dell'Acqua
none_a
Circolo Il Fortino di Marina di P.
none_a
Fiab Pisa
none_a
San Giuliano, 21 ottobre
none_a
Palaia
none_a
ASBUC Migliarino, 19 ottobre
none_a
  • Teatro del Popolo 26 ottobre

      Sulla mia pelle film di A. Cremonini

    È prevista, via Skype, una rappresentanza della famiglia Cucchi.

     

  • ASSEMBLEA ASBUC

      giovedì 4 ottobre, ore 21


    Si avvicina il giorno dell’assemblea pubblica per far sì che venga rinnovato il Comitato di amministrazione dei beni di uso pubblico di Migliarino con votazione Domenica 28 ottobre, presso l’Auditorium ASBUC- Via S. D’Acquisto 1.


Pontasserchio
none_a
Pappiana
none_a
COMUNICATO MIGLIARINO VOLLEY 1984
none_a
ASD PISA BOCCE
none_a
Io che ho spiegato le vele tutte finché la riva scompare,
esplorato ogni terra invisibile,
ogni visibile mondo, sfidato correnti, mostri marini, .....
Il giorno sabato 22 ottobre, dalle ore 9 alle ore 12, a San Giuliano Terme, in Piazza Italia,
GAZEBO LEGA . . . per un'iniziativa veramente interessante .....
Auditorium ASBUC Migliarino
Bianchi e Neri (seconda serata)
venerdì 21 l'ultima

17/9/2018 - 12:11

Ed eccoci ancora a parlar di Loro!
Loro, i Magnifici incantatori, la Grande Coppia, la Fabbrica dei sogni.
Retorica? Me ne guardo bene!
Questa volta è successa un’altra commovente scenetta: ore 19.58 (alle 20.00 si sarebbe aperto il box office), entra una giovane e bella coppia che chiedono di acquistare i biglietti del concerto. Ero lì da tempo e mi scappa una battuta- “Siete arrivati primi, ma mi spiace non ci sono premi!”- due aperti sorrisi di compiacimento e lui risponde- “il premio nostro invece è grande, è quello di poter scegliere il posto migliore per ascoltare la musica del Maestro, ma non solo, quello che ci permetterà di essere più vicini alla “persona” del Maestro.”
 Vero! Sandro non solamente ha la grande dote di far entrare la musica nel cuore del pubblico, ma anche quella della narrazione, del far conoscere la vita, le debolezze, gli aneddoti dei Grandi della musica con uno sciolto e facilmente comprensibile linguaggio.  
La preannunciata sorpresa che era stata ventilata la volta scorsa è stata veramente una chicca di simpatia scaturita da dietro un paravento in un angolo del salone: Iacopo Bertoni, abito da sera, baffetti furbeschi, capigliatura mini-bartoli, fine lettore di storie e brani legati ai pezzi che avrebbero poi suonati i Padroni delle Note.
Grande apertura con brani dolci-forti che, senza pudore, erano a me sconosciuti. Uno fra tutti ha entusiasmato il numeroso pubblico: l’Andante finale della Lucia di Lammermoor, suonato con la sola mano sinistra!  Una vera prova di bravura. Poi non è stata solamente la presenza e il suono del violino, scettro della Regina Debra, e la conoscenza dei successivi conosciuti pezzi a farmi accapponare la pelle e salire un groppo alla gola.
Butterfly era nella sala, la vedevi tremante e fremente e ho dovuto chiudere gli occhi.  Il “coro” poi me li ha fatti riaprire per ritornare alla realtà.
Non “una bella serata”… una magnifica… solo perché l’italiano non ammette “magnificissima”!
Piedi in terra ora, è l’ora di pensare al corpo dopo lo spirito!
Senza  problemi, ci pensa Francesco Lombardi con le sue leccornie, il suo “magnificissimo” prosciutto e l’altrettanto vino nero del piano, non quello forte di Sandro del Bartoli, ma quello della Barra di Vecchiano!

Cosa resta da dire…alla prossima dolorosissima!
 
Come, ma non sarà bella al pari delle altre?
 
Sì, certo, ma sarà l’ultima!

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




17/9/2018 - 14:19

AUTORE:
Sandro Ivo Bartoli

Voialtri siete troppo gentili! Debra, Iacopo ed io ci siamo "divertiti", venerdì sera; è uno dei pochi privilegi di chi ha la fortuna di lavorare negli ambiti artistici, circondato da amici sinceri, dall'affetto di un pubblico straordinario, e dai più grandi Maestri della storia umana! Grazie di cuore!

17/9/2018 - 13:22

AUTORE:
Adò

Non mancheremo, anzi ci prenotiamo già per il 2019 così il Maestro ha maggior tempo per reperire le sue chicche.
Andranno benissimo anche pezzi conosciuti e popolari, noi "siamo di bocca buona"...in tutti i sensi...le emozioni scaturiscono spontaneamente, l'anima vola e sorvola sui pensieri magari seri e alla fine la gola pelosa canta vittoria!