none_o


In questo nuovo articolo di Franco Gabbani viene trattato un argomento basilare per la società dell'epoca, la crescita culturale della popolazione e dei lavoratori, destinati nella stragrande maggioranza ad un completo analfabetismo, e, anzi, il progresso culturale, peraltro ancora a livelli infinitesimali, era totalmente avversato dalle classi governanti e abbienti, per le quali la popolazione delle campagne era destinata esclusivamente ai lavori agricoli, ed inoltre la cultura era vista come strumento rivoluzionario. 

. . . altrimenti in Italia tutto il potere centrale .....
Sei fuori tema. Ma sappiamo per chi parli. . .
. . . non so se sono in tema; ma però partito vuol .....
Quelle sono opinioni contrastanti, il sale della democrazia, .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
PRESENTAZIONE DI Antonio Giuseppe Campo (per studenti e lavoratori fuori sede)
none_a
IL SEGRETARIO DE LLA SEZIONE DI SAN GI ULIANO TERME
none_a
Di Andrea Paganelli
none_a
IMMAGINA San Giuliano Terme
none_a
di Umberto Mosso
none_a
Nei tuoi occhi languidi
profondi, lucenti
piccolo mio
inestimabile tesoro
vedo il futuro
il tuo
il presente
quello del tuo babbo
il passato
quello .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
none_o
"INCURSORI due"
di Trilussa

30/9/2018 - 19:09


Sono costretto a domandarmi se il mio interesse per la sede degli incursori della Decima di Case di Marina sia sbagliata e se sia corretto invece il disinteresse dell’Amministrazione comunale sull’argomento. Difendo la mia posizione argomentando che quella di Vecchiano è stata la sola e unica sede in ambito nazionale, operativa, delle incursioni dei cosiddetti maiali (nome corretto SLC siluri a lenta corsa), che operarono, con grande successo e molti riconoscimenti internazionali, compresi quelli nemici, nella seconda guerra mondiale.


Mi risulta piuttosto difficile da capire come non si possa considerare strategico e utile a fini storici, e financo turistici, un bene capitato, così per caso, nel nostro Comune. Già questa fortuna ci era toccata con il Bosco e la Marina situate non solo in un contesto naturale stupendo ma anche poco lontane da un aeroporto internazionale, città d’arte come Lucca Pisa e Firenze, la Versilia e le Terme di San Giuliano, le colline di Vecchiano e il Lago di Massaciuccoli con il Teatro Puccini. Anche in questo caso il tornaconto nelle casse comunale di una tale fortuna (e quindi dei cittadini tutti, almeno sotto forma di servizi), è stato scelto da molti anni al ribasso limitandosi ad una semplice percentuale sui parcheggi e ad un affitto delle due strutture. Non poco, naturalmente, ma meno di quanto si potrebbe ricavare con delle scelte diverse di utilizzo del litorale (e dei vecchi edifici della Mandria e, perché no, del viale dei Pini) di cui spesso ho inutilmente parlato in molti dei miei interventi.


 Apro una piccola parentesi riguardo alla realizzazione di uno spot, commissionato dal comune di Vecchiano, da inserire in rete nei circuiti turistici per propagandare il territorio vecchianese. E’ indubbiamente carino, ripreso dal drone, ma alcuni di noi si sono domandati come mai non compare la macchia pisana, non compare il lago con i casottini per la pesca, lo stesso per il teatro a Massaciuccoli, il viale dei Pini, gli animali del bosco, un cartello con scritto Parco Naturale, la palestra di roccia? Sembra un prodotto un po’ parziale, una visione abbastanza limitata di quello che sa offrire il nostro territorio.


Per tornare a casa Coli nell’articolo precedente ho messo in guardia dalla possibilità della perdita del manufatto. E’ in avanzato stadio di decadenza strutturale ma un altro grave pericolo viene dalla sua messa in vendita. Ecco l’annuncio:


Nel parco naturale di Migliarino San Rossore Massaciuccoli, in posizione suggestiva ed unica, vista mare,dal quale dista 500 metri, è ubicato questo rustico di 600 mq, diviso in tre unità immobiliari, circondato da 10,000 mq di terreno. L'immobile è da ristrutturare, è tutelato dalla soprintendenza. Può essere interessante anche per creare una struttura turistico ricettiva, può essere diviso per tre nuclei familiari. La particolare ubicazione, a dieci minuti dall'aeroporto Galilei, e dalle principali vie di comunicazione, quali la FiPiLi, le autostrada, la possibilità di raggiungere la Versilia in 15 minuti, poco distante da Lucca, Firenze e Pisa. Le particolari caratteristiche architettoniche, il valore storico, l'ubicazione, lo rendono un immobile unico interessante anche il prezzo.”


Il prezzo di vendita è di 700.000 euro e considerando che è 600 metri quadri con 14 locali e 10.000 metri quadri di giardino qualcuno potrebbe farci un pensierino. E’ tutelato dalla soprintendenza e nella descrizione è scritto "en passant" ma la cosa non è indifferente. Non sappiamo quale sia la sua destinazione d’uso e nemmeno quali siano i vincoli della sovrintendenza ma contiamo molto su questi due ostacoli burocratici per non perdere un bene così prezioso. Anche se sappiamo tutti che alcune norme offrono ampie possibilità di interpretazione e un investimento potrebbe valerne la pena.


Questo porterebbe alla perdita di un edificio di interesse nazionale, un bene unico e quindi una perdita irreversibile. Da possibile museo della Marina Militare con scritti, cimeli (magari potrebbe ospitare anche uno degli SLC conservati a La Spezia), con quei pochi filmati esistenti di missioni che erano segretissime ma utili a far capire l’importanza di quella base e il valore di quegli uomini, passerebbe a B&B di lusso. Con la stanza dove Durand de la Penne soggiornava a riflettere sul rischio per la propria vita nella prossima missione nei porti nemici affittata per la notte a qualche Trump nostrano o a qualche arricchito calciatore di serie B completo di tatuaggi su entrambe le braccia (a dimostrazione evidente del suo alto valore sportivo) a riflettere sulla quantità dell’ingaggio per il prossimo campionato.


Non possiamo che sperare in un ripensamento dell’Amministrazione Comunale per una diversa considerazione sul valore storico e turistico del manufatto. Un’importanza storica e affettiva sollecitata anche, se pur indirettamente, dagli abitanti e dalla stessa Amministrazione del comune di Campo nell’Elba, luogo natale di Teseo Tesei che fu l’ideatore del progetto e medaglia d’ora alla memoria per il volontario sacrificio della sua vita durante una missione nel porto nemico di Malta.

 

Il link è per chi fosse interessato a sapere chi era Durand de la Penne che fu ospitato, come tanti altri, nella casa in Bocca di Serchio


 https://www.nauticareport.it/dettnews.php?idx=6&pg=4252

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri