none_o

 
 
 

Una conversazione con il filosofo Sebastiano Maffettone riscritta in forma di lettera. Il Coronavirus ha aumentato la consapevolezza della nostra fragilità. L’idea della vulnerabilità e della morte dell’intera umanità è distruttiva, ma può farci recuperare l’idea che siamo esseri umani che appartengono alla stessa specie.

Massimiliano Angori Sindaco
none_a
Massimiliano Angori Sindaco
none_a
Angori Sindaco-Questa mattina un evento tragico a Marina di Vecchiano
none_a
Notizie dal Comune
none_a
Mettetevela la mascherina, magari esteticamente ci .....
Il negazionismo di alcuni politici è assimilabile .....
. . . . . . . . . . . . . per interesse fazioso o .....
A parte che in questo momento le cuffie sono uno strumento .....
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
CULTURA E SPETTACOLO a cura di Giulia Baglini
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Appello di Frei Betto
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      Nuova apertura


    Il Consiglio di Circolo Arci Migliarino è lieto di annunciare ai propri Soci la riapertura dei locali che avverrà il giorno 1 agosto con orario dalle ore 19 alla mezzanotte. Sabato e domenica compresi. L'orario potrà variare in caso di eventi. Informazioni su iniziative sulla pagina FB del Circolo.


  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


#VecchianoSport #Calcio
none_a
di Marlo Puccetti
none_a
FC FORNACETTE CASAROSA
none_a
Dai monti al mare
none_a
nato
in un tempo senza tempo
spoglio
corpo al vento
apre gli occhi
guardando curioso
quel volto
e quel fuoco

fa freddo
ma la luce che .....
Segnalo il degrado/ pericolo del campanile della chiesa di Migliarino Pisano. Andrebbe, perlomeno, messo in sicurezza.
Fresca fresca da Marina di Vecchiano.
Sua maestà in rete

11/10/2018 - 21:08


 Si è sparsa la voce dell’avvistamento del grosso cigno alla foce del Serchio e, nonostante la fastidiosa inutile presenza dei militari che ci impediranno per altri SETTE mesi l’accesso al mare, solamente nei giorni feriali menomale, molti sono coloro che cercano di avvistare quell’insolito maestoso anatide.

 C’è anche chi cerca di fotografarlo mentre si alza dall’acqua, lui è un po’ vagabondo e ama starsene fermo e razzolare nel laghetto costiero, con l’uso di una canna a mo’ di frusta, strumento che andrebbe usato su questi stupidi, e chi si munisce di un buon tele o una buona cinepresa (anche da un buon telefonino) e ci fa vedere questa meraviglia. 

22 secondi, troppo pochi per un documento, ma abbastanza per vederne la bellezza delle forme, del modo di cercar cibo e… di godere della presenza di anatre locali che accettano e addirittura ringraziano l’extracomunitario nell’apporto del cibo, ribaltando i ruoli della società degli uomini: i neri sono bianchi e bianchi sono neri!

 Come dicono sul forum? 

Meditate gente, meditate!

 
Fonte: video e foto di Giancarlo Pardini
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




12/10/2018 - 12:36

AUTORE:
Grande Puffo

Bellissimo cigno che vivi nello stagno e insegni la convivenza felice a chi non sa farlo, onoraci della tua presenza e mostrati in tutta la tua bellezza maestosa.