none_o

 

 

Una chiacchierata con Gabriele Santoni. Martedì 29 settembre, alle ore 17, l’Associazione dà appuntamento all’ex asilo di Molina di Quosa, per discutere di nuove povertà, con interventi di Maurizio Iacono, Armando Zappolini, Emanuele Morelli e Francesco Corucci, coordina Francesco Bondielli.

Settembre, tempo di passeggiate.
none_a
#NotiziedalComune #EstateVecchianeseInsiemeaDistanza
none_a
AVVISO
none_a
. . . qui se c'è qualcuno che scappa mi pare che tu .....
vivi solo il presente dei tuoi interventi sulla VdS, .....
Quando io da buon soldatino ed iscritto al partito .....
Leggo ora di questa polemica su Bersani e dico la mia. .....
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
SPECIALE FINALMENTE DOMENICA!
none_a
Casa Nannipieri Arte
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Associazione culturale "Nati per scrivere"
none_a
Villa di Corliano, 4-10 ottobre
none_a
Corso di Scrittura Creativa
none_a
Pisa, 3 ottobre
none_a
Villa di Corliano, 4 ottobre
none_a
San Giuliano Terme
none_a
Molina di Quosa, 29 settembre
none_a
Molina di Quosa, 25 settembre
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      BURRACO!

    Proseguono le attività del Circolo cercando di rispettare tutte le misure anti-Covid. Da venerdi 21 riprendono i tornei di Burraco con una serie di importanti misure di sicurezza tra cui la prenotazione obbligatoria per l'assegnazione del tavolo, norme severe per divertirsi in sicurezza.

    Tutte le notizie sulle attività sul sito FB del Circolo.


  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


nato
in un tempo senza tempo
spoglio
corpo al vento
apre gli occhi
guardando curioso
quel volto
e quel fuoco

fa freddo
ma la luce che .....
Segnalo il degrado/ pericolo del campanile della chiesa di Migliarino Pisano. Andrebbe, perlomeno, messo in sicurezza.
L'opinione di Stefano Ceccanti
Perché sì a Minniti

18/11/2018 - 10:50

Perché sì a Minniti


Nonostante tutte le giuste critiche che si possono fare, soprattutto sulla lentezza del processo (la sconfitta avrebbe infatti richiesto un Congresso immediato dopo le elezioni) il Pd apre la propria fase congressuale che si concluderà comunque prima della scadenza decisiva delle europee. Postilla: se si riducessero al minimo i tempi statutari sarebbe ancora meglio.

Ci sono tutte le premesse per un congresso estroverso, che parte dal Paese e dall’Europa e da lì arriva al Pd. Per questo non ha senso affrettarsi a ipotizzare nuovi partiti, scissioni, e via dicendo, che poi dovrebbero anche allearsi con coloro da cui si scindono. 

Un Congresso estroverso non ha bisogno di candidature che nascono a vocazione minoritaria, al netto del valore dei singoli fatte soprattutto per prendere qualche punto percentuale tra gli iscritti e poi negoziare. Oppure per cullarsi nell’ipotesi, che stranamente viene data per buona ma che tale non è, secondo cui dei tre ammessi alle primarie nessuno arriverebbe al 50% più uno ed il terzo sarebbe così decisivo in Assemblea.

Uno scenario sempre prospettato, anche nelle volte precedenti, e che mai si è verificato perché gli elettori alla fine si concentrano sul voto utile tra i due in testa.

Dei due candidati in testa è evidente che il tipo di discontinuità prefigurata da Zingaretti consiste in sostanza nel mettere tra parentesi l’innovazione renziana e tornare a quella sinistra old style dell’usato sicuro su cui il Pd ha già dato fino al 2013 e che avrebbe portato ad una fine analoga a quella dei socialisti francesi.

Per questo, invece, il mio giudizio è che la candidatura di Minniti possa consentire di mettere insieme gli elementi di valore permanente dell’innovazione renziana separandoli da ciò che è datato e inadeguato. Uno sforzo analogo a quello che abbiamo cercato di fare con le 11 Tesi riformiste di Libertà Eguale.

Per questo credo che, come libera convergenza di scelte personali e senza nessuna pretesa di uniformità o di confusione di piani, in molti di coloro che abbiamo collaborato in quell’impegno ci potremo ritrovare ora anche nel sostegno a Minniti.

 Da oggi si comincia.

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: