none_o

Il Festival finisce fra le polemiche. A sorpresa Vince Mahmood pseudonimo di Alessandro Mahmoud un cantante che nelle cinque serate nessuno aveva mai inserito nella terna finale e non era mai stato preso in considerazione. Al secondo posto “Ultimo” che per la cocente delusione ha lasciato direttamente il palco dell'Ariston ed è stato l'unico cantante assente a Domenica In; terzi gli inossidabili Volo. Molti cantanti che...

AVVISO: Ponte di Ripafratta
none_a
Pubblica Assistenza Migliarino
none_a
Centro ASBUC a Migliarino (Vecchiano - Pisa)
none_a
SPORTERAPIA: Attività Fisica per tutti
none_a
Mai in passato si era vista una campagna politica pubblicitaria .....
. . . . . . . . . . . . che la protesta procede . . .....
Vediamo se ho capito la, profonda, teoria del sig. .....
. . . c'è già stato un eurodeputato che ha dato del .....
M5S - Regione Toscana
none_a
di Fulvia Ferrero
none_a
Verso le primarie PD del 3 Marzo
none_a
di Alessandro Sallusti
none_a
di Giuseppe Turani
none_a
Lo zio Alceste
none_a
Pro Loco San Giuliano Terme
none_a
Libri
none_a
FIAB-Pisa
none_a
Pisa, 15 febbraio
none_a
Pontedera, 22 febbraio
none_a
FIAB Pisa
none_a
Marina di Pisa, 16 febbraio
none_a
San Giuliano Terme, 12 febbraio
none_a
Sabato 16 al Fortino
none_a
San Giuliano Terme, 2 marzo
none_a
Pontasserchio
none_a
  • Circolo Arci Migliarino

      NUOVA GESTIONE LOCALE BAR

    Il Circolo ARCI Migliarino lancia una Manifestazione pubblica di Interesse finalizzata alla ricerca di un gestore del locale bar del Circolo in scadenza marzo 2019. Gli interessati possono rivolgersi direttamente ai consiglieri oppure inviare una mail alla posta del Circolo:  arcimigliarino@gmail.com.
    Scadenza delle domande: 31 gennaio 2019.


  • Circolo ARCI Migliarino

      Partite Pisa A.C.

    Si avvertono i Soci che il Circolo trasmetterà in chiaro tutte le  partite dell'Associazione Calcio Pisa, sia in casa che in trasferta. Prossima partita Piacenza-Pisa domenica 30 settembre. 


  • Circolo ARCI Migliarino

      Cercasi operatori

    Il  Circolo ARCI Migliarino che gestisce la Ludoteca Comunale in versione estiva presso l'Oasi Dunadonda cerca personale qualificato per il perido di luglio e di agosto. Gli interessati possono inviare una mail alla posta del Circolo   arcimigliarino@gmail.com. Vedi sotto.


E poi fate l’amore.
Niente sesso, solo amore.
E con questo intendo
i baci lenti sulla bocca,
sul collo,
sulla pancia,
sulla schiena,
i .....
Senti questa, Chiube, che ti garba anche la tradizione popolare:

Gennaio mette 'a monti la purucca
Febbraio grandi e piccoli 'mbaucca
Marzo libera .....
di Mario Lavia
Ma i sindacati dove sono?

5/12/2018 - 9:02

Ma i sindacati dove sono?

Protestano gli imprenditori e hanno ragione. Ma Cgil Cisl e Uil davanti al governo più di destra della repubblica tacciono: perché?

Il Grande Assente di questa fase politica è il sindacato. L’opposizione politica è insufficiente, ma il sindacato non c’è proprio. Non c’è come soggetto nazionale, non c’è come punto di riferimento del malessere sociale che pure è fortissimo. Ed è quindi ancora più sorprendente che a scendere in campo contro il governo più di destra della storia repubblicana siano gli imprenditori:  la Confindustria e le tante sigle che ieri a Torino hanno detto la loro con inusuale ruvidezza in una manifestazione mai vista prima.

Hanno fatto bene.

Hanno molte ragioni.

Soprattutto una semplice semplice: protestano contro un governo tutto chiacchiere e distintivo che ha fatto salire lo spread e probabilmente sarà responsabile di una stretta creditizia che strangolerà le imprese.
Ma mentre Vincenzo Boccia fa la sua parte, e gli imprenditori leghisti lo seguono – e d’altra parte si  muovono gli studenti, le donne, i cittadini senza partito, gruppi intellettuali – dei sindacati non v’è traccia.

Certo, le vertenze locali vengono portate avanti da coraggiosi sindacalisti, appunto, locali: ma i leader di Cgil Cisl e Uil non organizzano quasi niente. E non certo perché manchino i motivi per protestare: lo spread colpisce anche i lavoratori, per dire, per non dire delle persistenti difficoltà dell’occupazione o dell’assoluta mancanza di politiche per i giovani. E allora come mai il sindacato è assente finanche dal dibattito pubblico?
Va senz’altro rispettata la travagliata fase congressuale della Cgil (ma non sarebbe il caso – vale anche per il Pd – di accorciare i tempi di tutto l’ambaradan del Congresso?), che ormai sta entrando nella fase cruciale (Vincenzo Colla dovrebbe lanciare ufficialmente la sua candidatura nei prossimi giorni in alternativa a Maurizio Landini).

Ma alla base dello scarso protagonismo sindacale c’è forse una sorta di disorientamento politico dovuto da un lato al peso che fra gli iscritti hanno gli elettori leghisti e grillini; dall’altro a un mai sopito risentimento di un pezzo della Cgil verso il Pd e il centrosinistra che a molti dirigenti fanno preferire i grillini; dall’altro ancora a una pigrizia culturale e politica nel fare i conti e a trattare con la destra di governo.
In una fase davvero drammatica per l’economia del Paese, di tutto si parla tranne che di autunno caldo. In Francia infuria una protesta nei modi scellerata ma con un fondo di ragione a causa di un lieve aumento del prezzo del carburante mentre da noi la promessa salviniana di cancellare le accise non solo non è stata mantenuta ma la benzina è aumentata e nessuno dice niente.

Non vorremmo che l’Italia del mondo del lavoro si venisse a trovare senza una rappresentanza in grado di raccogliere il dissenso contro il governo fornendogli, come nei più alti momenti della sua lunga storia, un terreno di lotta e di crescita. Cgil Cisl e Uil, se ci siete battete un colpo.

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




6/12/2018 - 20:49

AUTORE:
Andrea

..e' la virtu' dei forti

6/12/2018 - 19:04

AUTORE:
buo

il reddito di cittadinanza, quota cento e la legge sulle festività.
Ti par poo?