none_o
Proseguendo la serie di articoli sulle vicende ( e leggende) del territorio, Agostino Agostini ci regala il resoconto immaginifico del serpente-alato, che abitava il castello dei Pagano da Vecchiano. Fu ucciso - secondo la leggenda - da Nino Orlandi nel 1109 nella selva palatina di Migliarino (oggi tenuta Salviati). Imbalsamato fu posto nel Duomo di Pisa ma ando' perduto nell'incendio del 1595. Una ulteriore riprova della grande ricchezza storica del nostro territorio.
Ammetto l'errore, ho solo visto il simbolo di presentazione, .....
. . . . Buonafede Alfonso, candidato sindaco di Firenze, .....
Cosa ci dicono le votazioni in Sardegna?

Calenda .....
Più che sembrare cavilloso mi sembri "mistificante" .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Associazione ambientalista - LA CITTÀ ECOLOGICA APS
none_a
di Umberto Mosso
none_a
di Bruno Pollacci
Direttore dell'Accademia d'Arte di Pisa
none_a
Primo Levi#Auschwitz #PrimoLevi #ebrei #campidiconcentramento #giornatadellamemoria
none_a
Eccolo
Come una furia scatenata
è arrivato il vento
a riportare tormento
alle marine
Prima con le piogge
che hanno colpito
la montagna
con smottanento
frane .....
LA TARI è ARRIVATA E SALATA
MA IL KIT PER LA RACCOLTA NON ANCORA
SIAMO A MARZO.

COME MAI?
COSì NON VA BENE.
Pontasserchio
Concerto alla Scuola Primaria di Pontasserchio

21/12/2018 - 13:30


 
Chiesa di San Michele Arcangelo gremita con il tutto esaurito per ascoltare i canti degli alunni/e della scuola Primaria Mazzini di Pontasserchio dell’Istituto comprensivo Livia Gereschi.

Il colore rosso dei cappelli da babbo Natale indossato dai bambini/e e dalle insegnanti colorava lo spazio antistante il presbiterio.

Si avvertiva l’emozione delle maestre che vedevano quell’evento come un momento importante per i loro scolari.

La scelta di farlo in chiesa era stata determinata dal maggior spazio a disposizione e anche per rimarcare i valori cristiani del Santo Natale. Ecco che l’insegnante fiduciaria del plesso scolastico Lucia Arrighi prendeva la parola e invitava all’attenzione il numeroso pubblico presente. Iniziavano con un brano cantato dai cento bambini presenti di tutta la scuola. Il brano era “You've got  power” sul rispetto dell'altro e la tolleranza, brano ispirato alle parole pronunciate da Malala in occasione del ritiro del Premio Nobel per la Pace.

In aiuto per le basi musicali era presente il noto DJ Andrea Andreotti.

Dal primo caloroso applauso si era capito il gradimento dei genitori, nonni e amici presenti oltre le aspettative.

In successione ogni classe partecipava con un proprio canto preceduto da una riflessione fatta direttamente dai bambini/e al microfono.

Era presente la prima classe con l' insegnantie Chiara Lorenzoni, la seconda con Beatrice Bachi, la terza con Lucia Arrighi e Agnese Matteini, la quarta con  Lorella Conti, Sandra Palla, Silvia Natili e Alessandra Di Battista e la quinta con Annamaria Palumbo.

Presenti anche le insegnanti di inglese Maddalena Massei e Donatella Ciari, l'insegnante di religione Cinzia Iandoli e l'insegnante di alternativa Claudia Benvenuti.

Da evidenziare il corretto comportamento degli scolari che sentivano in pieno il ruolo da tenere in quell’occasione.

Riprese dal pubblico con cellulari e tablet per un primo piano sui propri beniamini che erano i protagonisti della serata perché meritatamente bravi.

Per chiudere non potevano sottrarsi all’immancabile “Happy day” cantato nuovamente da tutti gli studenti con le loro maestre e supportato dal battimano del pubblico entusiasta dello spettacolo.

Alla fine le insegnanti hanno ricevuto uno scrosciante applauso per l’impegno profuso e per la bella organizzazione.

La maestra Lucia in chiusura ha ringraziato a nome delle colleghe Padre Davis e Don Marco per l’ospitalità, il Dj Andrea Andreotti e emozionata ha rivolto un caro saluto ai bambini e alle bambine e anche ai genitori e parenti che avevano fatto la fila per entrare in chiesa. 

 
 

 
Marlo Puccetti

   

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri