none_o



Orazio Riminaldi non è il mio pittore preferito. Dunque, credetemi: la decorazione della cupola della Cattedrale di Santa Maria Assunta di Pisa è davvero una “figata pazzesca”. La cominciò nel 1627, a trentaquattro anni, morì a soli trentasette anni di peste bubbonica. Aveva investito molto nella sua formazione di artista. Quando capiremo che investire nella formazione è un punto strategico?

. . . . . . . . . . ovvero i giornalisti seri e bravi .....
Il PD del vescovo Letta ha tolto la tari alla chiesa, .....
Con le nuove aliquote irpef come al solito ci rimettono .....
. . . tutti noi bravi soldatini bersaniani-cuperliani .....
....Ci siete? Proviamo ad aprire quella porta e ad incontrarci?
Mandateci un messaggio e noi organizzeremo un incontro.

C’è un’idea strana che aleggia su Migliarino, una sorta di profezia, a Migliarino non c’è niente e non succede niente.Siamo sicuri che a Migliarino non ci sia nulla? Proviamo a fare un inventario...

Vecchiano è Voilontariato
#tantifiliunasolamaglia


“Il gioco serio del teatro”

Vecchiano è volontariato
#tantifiliunasolamaglia

L'associazione culturale La Voce del Serchio ospite del giornale online da cui è nata

di Riccardo Ricciardi
none_a
di Anna Ferretti e Michele Passarelli Lio (Coordinatori Provinciali)
none_a
di Renzo Moschini
none_a
I Consiglieri di Vecchiano Civica
none_a
Comitato Comunale di Italia Viva Pisa
none_a
Molina di Quosa, 10 dicembre
none_a
Marina di Pisa, 3 dicembre
none_a
L'arte di fare l'olio a Vicopisano
none_a
Circolo ARCI Migliarino
none_a
Ai Circoli ARCI di Filettole e Nodica, sab.4 dic.
none_a
Squadre di calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Squadre calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Squadre di calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Squadre di calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Seduto al freddo e piove neve
Ma non ti nota quella gente
Con quello sguardo cerchi aiuto
Tu sei per loro inesistente
Mentre tu geli fra il cartone
Passan .....
Buongiorno, stamattina anche complice il forte vento e' caduto un palo della luce stradale in via d'ombra zona largo tazio Nuvolari, solo il "caso" a fatto .....
San Giuliano Terme
Turismo a San Giuliano

21/12/2018 - 16:26



Uno dei capitoli del programma di legislatura del sindaco Sergio Di Maio è dedicato allo sviluppo del turismo. Il primo cittadino della comunità termale e l'assessora con delega al turismo Luciana Cipriani intervengono per un bilancio provvisorio di quanto fatto fino a oggi.


“In questi anni – esordisce Di Maio – abbiamo lavorato quotidianamente per migliorare la qualità del territorio: l'attenzione costante alla pulizia e alla manutenzione del verde, ad esempio, sono due misure che concorrono da una parte al benessere della comunità e ad aumentarne il senso di sicurezza, dall'altra a migliorare l'approccio con gli ospiti e i turisti.

Così come gli interventi svolti a favore del decoro urbano e alla riqualificazione dei nostri centri urbani.

Un territorio accogliente è la base fondamentale per uno sviluppo di un turismo sostenibile e responsabile. Un turismo cioè di qualità, capace di riconoscere la centralità della comunità che lo ospita e il suo essere protagonista”.


Importante in tal senso il lavoro svolto dall'assessorato e dagli uffici tecnici nella promozione del territorio: “Ci siamo affidati a nuove strategie di marketing – prosegue l'assessora Cipriani – per valorizzare il nostro patrimonio culturale, naturalistico, storico-artistico ed enogastronomico. Significativa in tal senso l'esperienza del protocollo d'intesa firmato tra i setti comuni dell'area per la valorizzazione del comprensorio dei Monti Pisani.

Un’esperienza che si evolverà ulteriormente, con la stipula di una convenzione per lo sviluppo di strategie promozionali congiunte e coordinate, nonché la promozione di veri e propri prodotti omogenei e pacchetti turistici.

Nel 2017 abbiamo poi aderito al brand Terre di Pisa: l'iniziativa della Camera di Commercio di Pisa che ha raccolto l'esigenza degli operatori dei settori agroalimentare, vitivinicolo e dell'ospitalità per definire un progetto di marketing di destinazione per Pisa e il suo entroterra.

Il disciplinare del marchio è stato presentato agli operatori locali nel novembre 2017 con un apposito incontro organizzato al palazzo termale: il prossimo anno sono previsti incontri e tavoli per lo sviluppo del progetto”.


Confermato anche per il 2019 l'affidamento del servizio di informazione ed accoglienza locale alla Pro Loco di San Giuliano Terme:

“Gli obiettivi principali – prosegue Cipriani – saranno quello di affinare il servizio rispetto alle reali esigenze di valorizzazione del nostro Comune e quello di costruire una rete virtuosa di soggetti imprenditoriali o del mondo dell'associazionismo interessati allo sviluppo turistico del territorio.

La Pro Loco lavorerà in modo coordinato con il personale tecnico che l'amministrazione ha dedicato al settore. Lo scorso anno i turisti che si sono rivolti allo sportello informazioni della Pro Loco sono stati 434: un dato che vogliamo migliorare”.


Uno dei punti di forza delle proposte culturali sangiulianesi è sicuramente il Grand Tour delle Ville Storiche: “Un progetto – prosegue ancora l'assessora – nato nel 2014 e che si propone, quale obiettivo, la promozione delle ville e parchi storici del territorio attraverso concerti, visite guidate, degustazioni ed esposizioni artistiche.

La ricaduta di questo percorso di valorizzazione delle dimore storiche è testimoniata anche dal costante aumento delle coppie che decidono di celebrare il matrimonio proprio nelle ville.

Un altro momento importante del nostro territorio è il Settembre Sangiulianese, che ogni anno si arricchisce di iniziative e che abbiamo voluto esportare fuori dalla frazione capoluogo coinvolgendo anche altre frazioni del territorio”.


“Durante la scorsa campagna elettorale – conclude Di Maio – avevo definito San Giuliano Terme come un territorio-giardino tra due importanti città d'arte come Pisa e Lucca e sottolineato l'importanza di valorizzare questo potenziale.

In questi anni abbiamo fatto passi importanti in questa direzione.

E continueremo a farli grazie alla ristrutturazione e riqualificazione dell'ex hotel Granduca, che sono sicuro tornerà presto a essere un punto di riferimento, dell'Anfiteatro, il cui recupero è oggi ostaggio di problemi burocratici, e della Rocca di San Paolino a Ripafratta.

Riguardo a quest'ultima, l'attenzione dell'amministrazione non è venuta mai meno, come dimostra anche la richiesta fatta alla proprietà di donarci il bene monumentale per avviare un percorso di recupero.

Sono sicuro che prossimamente ci saranno novità anche su questo fronte”.


















 



  
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

26/12/2018 - 16:46

AUTORE:
Domenico Sputo

Pur avendo apprezzato nel concreto alcune delle iniziative del Sindaco, leggere, nelle prime righe di questa velina, dell’attenzione alla pulizia ed alla manutenzione del verde mi fa sorridere. Le strade ed i fossi sono continuamente imbrattate dai rifiuti che escono dai mezzi che fanno la raccolta porta a porta, i cestini dei giardini vengono svuotati quando ormai stracolmi, le campane del vetro sono circondate da frammenti taglienti, ecc.
Le iniziative che accolgono persone nel territorio, se si fa eccezione dell’Agrifiera, ormai ridotta ad uno spennapopoli, sono dovute quasi esclusivamente alla volontà di gruppi autonomi, autofinanziati che, seppur non siano ostacolati dall’amministrazione, non sono però neppure valorizzati. Mai che ci si ricordi di loro durante l’anno, ma solo quando sollecitati. Forse sarà per il troppo lavoro in carico all’assessore.

26/12/2018 - 14:41

AUTORE:
Oracolo della Val di Serchio

....dhe; nel senso di: dhe maallora!?
Intanto il "Punto e accapo" ha funzionato, il risanamento c'è stato a SgT e...chi va via perde il posto all'osteria.
I perdenti Strignano come Tamburini se ne sono iti anzitempo e guarda caso il Sindaco di Vecchiano doppia il "sindaco x caso" pisese trainato dall'onda verdognola cascinese favorita dalle primarie dalemiane 'ascinesi ed è li il trilemma!
I tafazziani del vecchio PD già proni alla prossima sconfitta di chi ha/avrebbe la "possibiltà" se non colpito dal "fuoco amico" di strabattere chi in questi 5 (cinque) anni ha prodotto solo chiacchiere a SGT e...poette anche di velle.

Non vi curate di loro...
...il vento sta cambiando disse la Virgigna un par d'anni fa e....

....ride ben chi ride urtimo!
per'òra un siemo anco a gnente.

26/12/2018 - 13:42

AUTORE:
bat 21

non so se mi pubblicheranno ma a me non mi imburrano piu'

23/12/2018 - 16:40

AUTORE:
ANTONIO

Mi sarei aspettato dal sig.sindaco gli auguri di buon Natale e se possibile di un sereno 2019 ed invece mi trovo un "intervento" sul turismo che a San Giuliano non esiste.
La campagna elettorale è iniziata e bisogna autoincensarsi, ma un minimo di sensibilità avrebbe dovuto convincere il sig. sindaco a evitare questa inutile e poco simpatica farsa.
Fare il sindaco significa anche avere rispetto dei propri concittadini e far giungere loro un segno di stima sarebbe stato sicuramente molto gradito.
Da parte mia invio all'assessora, della quale leggo per la prima volta un suo intervento in quattro anni,
e al sig. sindaco i miei più sentiti auguri.

22/12/2018 - 11:17

AUTORE:
Emilio

Se fossi il proprietario della Rocca di Ripafratta la cederei ben volentieri al comune per recuperarla a ben precise condizioni, perché il recupero avvenga nei modi e nei tempi stabiliti da un contratto e non sulla parola, con la clausola che se non viene rispettato il contratto in ogni punto la Rocca ritorna a pieno titolo alla proprietà attuale. Il comune sarebbe disposto ad accettare la clausola? Aspetto fiducioso la risposta dal sindaco. Chiedo troppo?

22/12/2018 - 10:28

AUTORE:
IPG

Non sapevo ci fosse un assessore al turismo.
Comunque "nel 2017 si è aderito ad un progetto e nel 2019 iniziano i tavoli tecnici di questo progetto", la dice tutta. Intanto in questi due anni il mondo è andato avanti.
Forse anche nell'occasione di questo annuncio si è perso qualcosa per la strada ed è un peccato continuare a non capirlo.