none_o


In questo nuovo articolo di Franco Gabbani viene trattato un argomento basilare per la società dell'epoca, la crescita culturale della popolazione e dei lavoratori, destinati nella stragrande maggioranza ad un completo analfabetismo, e, anzi, il progresso culturale, peraltro ancora a livelli infinitesimali, era totalmente avversato dalle classi governanti e abbienti, per le quali la popolazione delle campagne era destinata esclusivamente ai lavori agricoli, ed inoltre la cultura era vista come strumento rivoluzionario. 

. . . altrimenti in Italia tutto il potere centrale .....
Sei fuori tema. Ma sappiamo per chi parli. . .
. . . non so se sono in tema; ma però partito vuol .....
Quelle sono opinioni contrastanti, il sale della democrazia, .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
di Andrea Paganelli
none_a
PRESENTAZIONE DI Antonio Giuseppe Campo (per studenti e lavoratori fuori sede)
none_a
IL SEGRETARIO DE LLA SEZIONE DI SAN GI ULIANO TERME
none_a
Di Andrea Paganelli
none_a
IMMAGINA San Giuliano Terme
none_a
Nei tuoi occhi languidi
profondi, lucenti
piccolo mio
inestimabile tesoro
vedo il futuro
il tuo
il presente
quello del tuo babbo
il passato
quello .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
none_o
La povertà è intorno a noi. Possiamo essere "Fratelli tra fratelli"

4/1/2019 - 8:51

La povertà è intorno a noi. Possiamo essere "Fratelli tra fratelli

 

 In questi giorni un senzacasa di 50 anni è stato trovato morto a causa del freddo su una panchina di Roma. Al momento sono stati registrati ben 8000 mila senzacasa solo a Roma e nei centri di ospitalità notturna solo 1500 di questi 8000 riescono al momento a trovare un rifugio. A  volte si può vivere in paesi nei quali non sono evidenti i senzacasa,   ma magari sappiamo che esistono degli anziani soli, con una pensione da  fame, che vivono in condizioni precarie, senza riscaldamento nelle  proprie casette e costretti ad andare al mercato della frutta e delle  verdure raccattando quel che trovano in terra o tra gli scarti nei  cartoni o nell'immondizia. Possiamo provare, per un attimo, a non  "girarci dall'altra parte" dicendo: "Qualcuno ci penserà!" e prendere  coscienza di essere "fratelli tra fratelli".

Le conseguenze dello stato  di povertà è a livelli veramente drammatici ed ognuno di noi, per come  può e per come sa, può offrire un gesto di attenzione, di pietà, di  comprensione, di solidarietà, magari pensando per un solo attimo: “Se  ci fossi io in quel grave stato di difficoltà?...”. Un paio di guanti o  una sciarpa che non usiamo più o una bevanda calda ed un panino, per  persone che non hanno niente possono fare la differenza. E questi sono  solo alcuni dei gesti pratici in nostro potere.

Questa mia opera a  grafite intitolata “Il Sonno di Alfio, il senzacasa, sulla panchina del  Parco” ci può ricordare che specialmente in questo periodo di freddo,  per alcuni senzacasa è possibile passare con facilità dal sonno alla  morte, su una panchina.
Bruno Pollacci







Fonte: Bruno Pollacci
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

5/1/2019 - 9:05

AUTORE:
Extra super iper...glicemia colesterolo...

Se penso a quanto spreco di cibo e indumenti che ci siamo abituati a permetterci mi viene prima da piangere e poi da imprecare...e per constatare il livello di esosità che abbiamo raggiunto mi basta dare un'occhiata a tante persone che si trascinano dietro ai carrelli traboccanti di cibarie e al grado di inciviltà con cui si comportano all'interno dei market soprattutto davanti ai banchi del reparto frutta e verdura!
Comunque tutto è dovuto, ed è caccia spietata alle super offerte dei prodotti che riempiranno all'inverosimile i loro frigoriferi e di cui, più spesso di quanto non si pensi, ne verrà gettata una buona porzione perché lasciati scadere per eccesso...l'importante è averli acquistati con lo sconto!!
sappiate comunque carissimi anziani che vi beate per gli agi quotidiani e che inveite contro tutto e contro tutti e che vivete quasi esclusivamente di pensione...che se all'improvviso dovesse avvenire il tracollo perché chi vi ha lusingato ve la dovesse ridurre o togliere...sareste dei poveracci o degli "accattoni" , sì proprio come quelli che tanto disprezzate!