none_o


Un nuovo studio della Grotta di Bajondillo (Malaga, Spagna), svolto da ricercatori spagnoli, giapponesi e statunitensi per conto dell’Università di Siviglia, ipotizza che gli esseri umani moderni (Homo sapiens), intorno ai 44mila anni fa, si siano sostituiti ai Neanderthal che vivevano in questo sito

Pubblica Assistenza Migliarino
none_a
Centro ASBUC a Migliarino (Vecchiano - Pisa)
none_a
SPORTERAPIA: Attività Fisica per tutti
none_a
Con Borgo di Pratavecchie
none_a
. . . . . . . . . . il comune e senti la solita puzza. .....
Chi gira per le frazioni di San Giuliano Terme sente .....
. . . cosa c'incastra Matteo Renzi tutte le volte anche .....
Magari però è solo la voglia finalmente di rivendicare .....
Lo zio Alceste
none_a
Pro Loco San Giuliano Terme
none_a
Libri
none_a
FIAB-Pisa
none_a
Alla stazione Leopolda
none_a
Vecchiano, 2 marzo
none_a
Pisaciclabilenotizie
none_a
L'arse argille consolerai.
none_a
Lunedi 25/2 Sala Gronchi SR
none_a
Carnevale di Viareggio
none_a
Pontasserchio, 17 febbraio
none_a
Pisa, 15 febbraio
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      Partite Pisa A.C.

    Si avvertono i Soci che il Circolo trasmetterà in chiaro tutte le  partite dell'Associazione Calcio Pisa, sia in casa che in trasferta. Prossima partita Piacenza-Pisa domenica 30 settembre. 


  • Circolo ARCI Migliarino

      Cercasi operatori

    Il  Circolo ARCI Migliarino che gestisce la Ludoteca Comunale in versione estiva presso l'Oasi Dunadonda cerca personale qualificato per il perido di luglio e di agosto. Gli interessati possono inviare una mail alla posta del Circolo   arcimigliarino@gmail.com. Vedi sotto.


  • ALLA CITTADINANZA DI MIGLIARINO

      04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30
    AVVISO DI ASSEMBLEA


    Il comitato A.S.B.U.C. di Migliarinoinvita tutti i cittadini della frazione a partecipare all’assemblea indetta presso la nuova sede ASBUC in via S. D’Acquisto n. 1 in Migliarino:     in prima convocazione per il giorno 30 Aprile 2018 alle ore 12.00,   in seconda convocazione per il giorno 04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30


E poi fate l’amore.
Niente sesso, solo amore.
E con questo intendo
i baci lenti sulla bocca,
sul collo,
sulla pancia,
sulla schiena,
i .....
Senti questa, Chiube, che ti garba anche la tradizione popolare:

Gennaio mette 'a monti la purucca
Febbraio grandi e piccoli 'mbaucca
Marzo libera .....
di Renzo Moschini
none_a
di Renzo Moschini
none_a
di Renzo Moschini
none_a
di Umberto Minopoli
Ora siamo nelle mani del Capo dello Stato.

10/2/2019 - 9:06

E' indispensabile ormai: occorrerebbe una moral action del Capo dello Stato.

Come ha scritto ieri il direttore del Foglio.

La furia belluina, barbara, distruttrice, demagogica dei populisti al governo ha toccato due gangli vitalissimi dello Stato: le alleanze internazionali dell'Italia ( con il voto isolato dall'Europa sul Venezuela e con l'aggressione alla Francia sobillando la rivolta eversiva dei gilet gialli) e la stabilita' economica del paese ( l'attacco ai vertici indipendenti di Banca d'Italia e Consob).

Che nasce da volgari motivi elettorali ma solleva l'allarme internazionale sul rispetto italiano delle regole europee sulla governance e l'indipendenza bancaria, pilastro del patto europeo e della fiducia dei risparmiatori internazionali sulla economia del nostro paese. Ecco cos'e' in gioco su Venezuela, Francia, Banchitalia e Consob: siamo arrivati al cuore della stabilita' del paese.

E per atti inconsulti, assenza totale di cultura dello Stato, bestiale ignoranza di ogni visione di governo, barbarica incompetenza dei governanti: il giocattolo (lo Stato) in mano ai bambini (governanti incompetenti senza equilibrio) si sta rompendo. Di Maio e Salvini (stavolta l'ordine va rovesciato) sono l'epicentro di una catastrofe politica internazionale che, pochi lo hanno capito tra i commentatori sorpresi e perplessi sul "governo del cambiamento" sta provocando il Capo dello Stato, lo sta trascinando nel pantano, lo sta sfidando a "fare qualcosa". Pochi si stanno rendendo conto.

Ci sono solo due cose che, nei pochissimi poteri che il nostro ordinamento attribuisce al Capo dello Stato sono prescrittivi, imperativi, configurano un obbligo del Presidente che "assicura" (un verbo, come vedete, attivo e non di persuasione morale) il "rispetto dei trattati internazionali" e della stabilita' della collocazione del paese.

La moneta ( banche, risparmio), oltre che le alleanze internazionali sono, esattamente, nel perimetro in cui e' il Capo dello Stato che "assicura" ( verbo piu' forte di "garantire") la stabilita'. Insomma: e' al Capo dello Stato che questi sfasciacarrozze hanno portato il problema.

 

Ora lui e' costretto a intervenire. E ad "assicurare" la stabilita', non solo a "garantire" il nostro governo agli occhi del mondo. Ecco il livello a cui Cinque Stelle e Lega ( con particolare perversione e condotta eversiva dei primi) stanno portando, in soli 8 mesi di governo, la febbre del paese. Non bastasse la recessione.

Ora siamo nelle mani del Capo dello Stato.

Fino a quando puo' reggere un governo simile? Che fa l'opposizione oltre che contarsi al suo interno?

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




10/2/2019 - 19:51

AUTORE:
Filettolino

L' opposizione aspetta Umberto for president, colui il quale dovrà guidare le avanguardie liberal/democratiche alla conquista del sole, non quello dell' avvenir, ma quello che dalle parti del Valdarno risplende di luce abbagliante.
Coraggio, uomini e donne baciati dalla fortuna del nostro leader extraMaximo, dimostriamo al paese il nostro valore e attaccamento a l'unica legge divina. La nostra.