none_o


Guardati allo specchio! Il volto che vedi riflesso è il risultato di milioni di anni di evoluzione e riflette le caratteristiche più distintive, che utilizziamo per identificarci e riconoscerci.  E' il risultato che si è plasmato secondo i nostri bisogni, legati al mangiare, al respirare, alla vista, alla comunicazione.  Ma come si è evoluto nei millenni il volto che abbiamo, per arrivare a mostrarsi com' è oggi?

ARPAT Toscana
none_a
Conad City e Pubblica Assistenza di Migliarino
none_a
Arpat Toscana
none_a
Migliarino
none_a
Per chi non lo sapesse, da martedi il comune comincerà .....
Francesco T è Primo? ed Ultimo sono io!
Si perchè .....
Caro lettore, ho fatto anc'io quello che mi consiglia, .....
Caro Francesco T, lettore e scrittore del Forumm VdS. .....
Vecchiano, 26 aprile
none_a
Pisa, 28 aprile
none_a
Pontasserchio
none_a
FIAB-Pisa
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Per una Pasquetta partigiana
none_a
San Giuliano Terme
none_a
di Fabrizio Manfredi
none_a
CAMPIONI D’ITALIA!!! #W8NDERFUL!!!
none_a
Le squadre di Val di Serchio
none_a
Sogno San Giuliano:
none_a
Le squadre di Val di Serchio
none_a
Nel germoglio di un'amore
C'e' il sorriso
della vita
Ed il tremito dei sensi
Che prelude a nuovi voli

E' la
danza di una fiamma
Che accarezza .....
. . . . . . . . . . . . . . un fatto accaduto quando andavo ancora alle elementari e che ricordo ancora molto bene. . . . . . Ebbene nell'ultimo banco .....
di Renzo Moschini
none_a
di Renzo Moschini
none_a
Parco Regionale MSRM
none_a
Pisa, 13 aprile
Il fascino della storia di Pisa incontra il Festival MusikArte

11/4/2019 - 16:47


Era un evento atteso da tempo, e finalmente, a testimoniare la crescente importanza che questo Festival, organizzato da Fanny Mendelssohn, insieme con Dimore Storiche, La Voce del Serchio e Rossi Stewart, sta conquistando a livello regionale e persino con echi all'estero, ci sarà il debutto nel cuore della storia pisana.


Il Palazzo dei Dodici, ristrutturato come è ora nel 1603, ne rappresenta una concreta evidenza, con la sede attuale dei Cavalieri di S. Stefano.
A fine '600 sono datate le tempere a muro di Paolo Lippi e Antonio Giusti nella Sala Delle Udienze.


Ad un tale ambiente non poteva non corrispondere  un concerto con esecutori di grande livello.


JOAQUÍN PALOMARES 
Diplomato in violino, è stato vincitore del primo premio nei più importanti concorsi internazionali, è attualmente considerato come uno dei migliori violinisti spagnoli
Con la sua partecipazione al concorso C. Flesh di Londra, inizia una carriera artística attraverso le più importante sale di Europa e Giappone, suonando come solista con le orchestre national de Spagna, RTVE, Sinfonica de Asturias, , Mozartorchester di Vienna, Orchestre D´Avignon, Orchestra da Camera di Lodz sotto la guida di  direttori come Serebrier, Cheornuschenco,  , Salwarowski, Jurowski, Maazel, etc.
A ventidue anni ha ottenuto la cattedra del Conservatorio di Barcellona e dal 1985, quella del Conservatorio Superior di Murcia.
Ê fondatore della “ Art Tango Ensemble”, Camerata “ Virtuosi “, Beethoven Klavier Quartett o Beaux-arts string Trio.
Suona un magnifico violino di N. Gagliano ( Napoli 1761 ) e un R. Regazzi ( Bologna 2003 ).
 
DUCCIO BELUFFI  
Diplomatosi in violino, si è successivamente Interessato anche alla viola,  diplomandosi con lode in questo strumento nel 2008, vincendo subito il Concorso per prima viola al Teatro S. Carlo di Napoli.
Nel 2009 vince l’audizione, come prima viola, alla London Philarmonic.
A seguito di ciò viene invitato a collaborare con i Berliner Philharmoniker Camerata Ensemble.Nel 2014 vince il posto di prima viola solista presso il Gran Teatre Liceu di Barcelona.
Come violista ha suonato ed inciso i quartetti di Mozart con flauto con Franco Gulli e Sir James Galway, ha tenuto concerti con Salvatore Accardo in quintetto d’archi.

Per questo eccezionale evento non ci sono posti disponibili.


Al termine del concerto, brindisi offerto da Aurora Catering 

 
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




14/4/2019 - 10:36

AUTORE:
Ladygioiva

Era da tanto tempo che non restavo ammutolita davanti a tanta maestosità. Il palazzo, bellissimo, ed il salone con i suoi superbi giganteschi affreschi mi ha tolto letteralmente il fiato. I musicisti, con duetti eccezionali mi hanno trascinato in vortici di emozioni forti tenere profonde...e ho pensato che Beethoven Mozart Handel e Halvorsen saranno sicuramente orgogliosi di essere riproposti e riascoltati in un luogo così prestigioso...il brindisi finale un tripudio di calorosa partecipazione.