none_o

Con l’introduzione dei mini bond, comincia a chiarirsi la strategia economica della lega per il futuro del paese.
L’Idea è quella di liquidare i crediti di imposta con titoli di credito, senza scadenza e interessi, invece che in valuta reale, cioè appioppare ai creditori, carta straccia, al posto del dovuto, in pratica trasferendo il debito dallo stato ai privati...

Migliarino
none_a
Arpat Toscana
none_a
Pubblica Assistenza Migliarino
none_a
Arpat Toscana
none_a
Le ragazze della squadra azzurra, ai mondiali in Francia, .....
Nel disegno dell'architetto Donati commissionato dalla .....
Sulla pista ciclabile aggiungo che finisce nel nulla, .....
Pisa, 21 giugno
none_a
San Giuliano Terme, 30 giugno
none_a
Pisa, 19 giugno
none_a
Tirrenia, 17 giugno
none_a
Prossima gita in bici della Fiab
none_a
Pontasserchio
none_a
Libero Culto
none_a
ARCI Migliarino- 15 giugno
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      Convocazione Assemblea Soci

    Ilo Circolo comunica che l' Assemblea ordinaria viene indetta in prima convocazione il 6 giugno ore 21,30, in seconda convocazioneil giorno 7 giugno alle ore 21,00 presso il Circolo Arci, via Mazzini 35.

    1) Relazione del Presidente

    2) Rendiconto annuale 2018

    Tutti i Soci sono invitati a partecipare.


  • Circolo ARCI Migliarino

      Partite Pisa A.C.

    Si avvertono i Soci che il Circolo trasmetterà in chiaro tutte le  partite dell'Associazione Calcio Pisa, sia in casa che in trasferta. Prossima partita Piacenza-Pisa domenica 30 settembre. 


  • ALLA CITTADINANZA DI MIGLIARINO

      04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30
    AVVISO DI ASSEMBLEA


    Il comitato A.S.B.U.C. di Migliarinoinvita tutti i cittadini della frazione a partecipare all’assemblea indetta presso la nuova sede ASBUC in via S. D’Acquisto n. 1 in Migliarino:     in prima convocazione per il giorno 30 Aprile 2018 alle ore 12.00,   in seconda convocazione per il giorno 04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30


Il c.t. Bertolini: "Difesa top"
none_a
Val di Serchio
none_a
«Come fa a essere italiana?»
none_a
Trofeo di S. Ubaldo di Petanque
none_a
Il Lonfo non vaterca né gluisce
e molto raramente barigatta,
ma quando soffia il bego a bisce bisce,
sdilenca un poco e gnagio s'archipatta.
È .....
CERCHIAMO UN TRATTORISTA CON ESPERIENZA ALLA GUIDA DELLE PRINCIPALI MACCHINE AGRICOLE.
AZIENDA AGRICOLA TENUTA ISOLA

DISPONIBILITA' FULL TIME
di Renzo Moschini
none_a
di Renzo Moschini
none_a
di Renzo Moschini
none_a
di Renzo Moschini
COME RIPARTIRE CON I PARCHI

12/4/2019 - 17:59

                COME RIPARTIRE CON I PARCHI


Negli ultimi mesi con il ministro Costa è ripresa una qualche attenzione e riflessione anche sui parchi. Nelle ultime settimane però il contesto si è improvvisamente  ingarbugliato portando alla ribalta situazioni sulle quali sono in corso polemiche anche inaspettate che rischiano appunto di complicare scelte e decisioni non più rinviabili. Si è partiti con il concerto di Jovanotti sulle Dolomiti che è subito approdato anche sulle spiagge della Versilia.
A inasprire le polemiche non solo con Messener ha contribuito anche il WWF che lo ha appoggiato e sostenuto e che ora sta cercando di uscire dai guai specie dopo la proposta di nominare la sua presidente Donatella Bianchi alla presidenza del Parco delle 5 Terre da tempo orfano.

Il compleanno dell’amico Franco Pedrotti è stata così anche una occasione oltre che per omaggiare il caro maestro per riproporre concezioni, tradizioni ed esperienze che hanno segnato il difficile percorso delle nostre aree protette. E l’aggravante è costituita proprio dalle situazioni oggi a rischio che riguardano lo Stelvio, le Dolomiti bellunesi, il Gran Paradiso, le zone terremotate, il Po. A cui va aggiunto l’Abruzzo dove la speculazione tiene sotto tiro mafioso il nostro parco storico, ma anche la Liguria che sta discutendo la sua legge regionale come aveva già tentato  il parlamento con la 394, per vedere come peggiorarla e penalizzare i suoi parchi regionali come quello di Montemarcello-Magra. Non parliamo degli 8000 Km di coste, del Santuario dei cetacei, delle aree protette marine dopo la bella  cura di Ronchi. Abbiamo avuto modo di parlarne recentemente con il libro dedicato a Bino Li Calzi perché ci sono cose che è bene non dimenticare specie di questi tempi.
Insomma oggi grazie anche ai concerti in programma tocchiamo con mano cosa ha significato per i nostri parchi avere rifiutato un appuntamento nazionale in cui istituzioni, ambientalismo, ricerca scientifica intorno allo stesso tavolo avrebbero dovuto e potuto finalmente mettere a punto una politica nazionale per i parchi senza più pretesti e scuse. Insomma per mettere sotto torchio non la legge ma i ritardi e le inadempienze politico gestionale. E’ questo anche l’argomento che come Gruppo di San Rossore abbiamo criticamente discusso a Pisa fine marzo. Discussione che vorremmo poter discutere anche con il ministero, le regioni, gli enti locali, le associazioni ambientaliste e ovviamente con i parchi e le altre aree protette.

Fonte: Renzo Moschini
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: