none_o

 
 
 

Una conversazione con il filosofo Sebastiano Maffettone riscritta in forma di lettera. Il Coronavirus ha aumentato la consapevolezza della nostra fragilità. L’idea della vulnerabilità e della morte dell’intera umanità è distruttiva, ma può farci recuperare l’idea che siamo esseri umani che appartengono alla stessa specie.

Ultimo. . . sei il meglio! Poi mi domando come fa un .....
. . . . . . . . . . . . Noi siamo velli di BONA UGO .....
COMUNICATO STAMPA FORUM TOSCANO
REGIONE TOSCANA. .....
Mettetevela la mascherina, magari esteticamente ci .....
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
CULTURA E SPETTACOLO a cura di Giulia Baglini
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Appello di Frei Betto
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      Nuova apertura


    Il Consiglio di Circolo Arci Migliarino è lieto di annunciare ai propri Soci la riapertura dei locali che avverrà il giorno 1 agosto con orario dalle ore 19 alla mezzanotte. Sabato e domenica compresi. L'orario potrà variare in caso di eventi. Informazioni su iniziative sulla pagina FB del Circolo.


  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


#VecchianoSport #Calcio
none_a
di Marlo Puccetti
none_a
FC FORNACETTE CASAROSA
none_a
Dai monti al mare
none_a
nato
in un tempo senza tempo
spoglio
corpo al vento
apre gli occhi
guardando curioso
quel volto
e quel fuoco

fa freddo
ma la luce che .....
Segnalo il degrado/ pericolo del campanile della chiesa di Migliarino Pisano. Andrebbe, perlomeno, messo in sicurezza.
di Renzo Moschini
COME RIPARTIRE CON I PARCHI

12/4/2019 - 17:59

                COME RIPARTIRE CON I PARCHI


Negli ultimi mesi con il ministro Costa è ripresa una qualche attenzione e riflessione anche sui parchi. Nelle ultime settimane però il contesto si è improvvisamente  ingarbugliato portando alla ribalta situazioni sulle quali sono in corso polemiche anche inaspettate che rischiano appunto di complicare scelte e decisioni non più rinviabili. Si è partiti con il concerto di Jovanotti sulle Dolomiti che è subito approdato anche sulle spiagge della Versilia.
A inasprire le polemiche non solo con Messener ha contribuito anche il WWF che lo ha appoggiato e sostenuto e che ora sta cercando di uscire dai guai specie dopo la proposta di nominare la sua presidente Donatella Bianchi alla presidenza del Parco delle 5 Terre da tempo orfano.

Il compleanno dell’amico Franco Pedrotti è stata così anche una occasione oltre che per omaggiare il caro maestro per riproporre concezioni, tradizioni ed esperienze che hanno segnato il difficile percorso delle nostre aree protette. E l’aggravante è costituita proprio dalle situazioni oggi a rischio che riguardano lo Stelvio, le Dolomiti bellunesi, il Gran Paradiso, le zone terremotate, il Po. A cui va aggiunto l’Abruzzo dove la speculazione tiene sotto tiro mafioso il nostro parco storico, ma anche la Liguria che sta discutendo la sua legge regionale come aveva già tentato  il parlamento con la 394, per vedere come peggiorarla e penalizzare i suoi parchi regionali come quello di Montemarcello-Magra. Non parliamo degli 8000 Km di coste, del Santuario dei cetacei, delle aree protette marine dopo la bella  cura di Ronchi. Abbiamo avuto modo di parlarne recentemente con il libro dedicato a Bino Li Calzi perché ci sono cose che è bene non dimenticare specie di questi tempi.
Insomma oggi grazie anche ai concerti in programma tocchiamo con mano cosa ha significato per i nostri parchi avere rifiutato un appuntamento nazionale in cui istituzioni, ambientalismo, ricerca scientifica intorno allo stesso tavolo avrebbero dovuto e potuto finalmente mettere a punto una politica nazionale per i parchi senza più pretesti e scuse. Insomma per mettere sotto torchio non la legge ma i ritardi e le inadempienze politico gestionale. E’ questo anche l’argomento che come Gruppo di San Rossore abbiamo criticamente discusso a Pisa fine marzo. Discussione che vorremmo poter discutere anche con il ministero, le regioni, gli enti locali, le associazioni ambientaliste e ovviamente con i parchi e le altre aree protette.

Fonte: Renzo Moschini
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: