none_o

 

 

Una chiacchierata con Gabriele Santoni. Martedì 29 settembre, alle ore 17, l’Associazione dà appuntamento all’ex asilo di Molina di Quosa, per discutere di nuove povertà, con interventi di Maurizio Iacono, Armando Zappolini, Emanuele Morelli e Francesco Corucci, coordina Francesco Bondielli.

Settembre, tempo di passeggiate.
none_a
#NotiziedalComune #EstateVecchianeseInsiemeaDistanza
none_a
AVVISO
none_a
. . . si fanno proposte al contrario?
Velocizzare .....
Ma se il Serchio facesse una piena seria con tutto .....
E' APPENA USCITO IL SOLE
SIAMO IN DIVERSI CHE PARLIAMO .....
. . . qui se c'è qualcuno che scappa mi pare che tu .....
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
SPECIALE FINALMENTE DOMENICA!
none_a
Casa Nannipieri Arte
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      BURRACO!

    Proseguono le attività del Circolo cercando di rispettare tutte le misure anti-Covid. Da venerdi 21 riprendono i tornei di Burraco con una serie di importanti misure di sicurezza tra cui la prenotazione obbligatoria per l'assegnazione del tavolo, norme severe per divertirsi in sicurezza.

    Tutte le notizie sulle attività sul sito FB del Circolo.


  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


nato
in un tempo senza tempo
spoglio
corpo al vento
apre gli occhi
guardando curioso
quel volto
e quel fuoco

fa freddo
ma la luce che .....
Segnalo il degrado/ pericolo del campanile della chiesa di Migliarino Pisano. Andrebbe, perlomeno, messo in sicurezza.
Parco delle Alpi Apuane
Piano integrato per il Parco: si parte.

26/4/2019 - 12:48

                 Piano integrato per il Parco: si parte.
 
 Il Parco Regionale delle Alpi Apuane ha indetto una gara per affidare il servizio di redazione del piano integrato per il parco, lo strumento fondamentale per la gestione dell’area naturale protetta.
Il bando prevede che l’attività da svolgere consista nel redigere il piano integrato per il parco secondo i contenuti individuati dalla normativa di settore, nazionale e regionale. La durata del contratto è pari a 20 mesi dalla sua stipula. La base d’asta è pari a € 200.000,00 (al netto di IVA e oneri previdenziali).

I soggetti ammessi a partecipare sono gli operatori economici per l’affidamento dei servizi di architettura e ingegneria. Le professionalità minime richieste prevedono un “gruppo di lavoro”, composto dalle seguenti figure professionali: coordinatore/responsabile del progetto di piano; esperto in pianificazione territoriale e paesaggistica; esperto in ecologia; esperto in zoologia; esperto in botanica; esperto in geologia; esperto in chimica e/o biologia; esperto in agronomia; esperto in materie forestali; esperto in economia.
Il criterio di selezione prescelto è quello dell’offerta economicamente più vantaggiosa. Il termine per la presentazione delle manifestazioni di interesse, da effettuarsi esclusivamente tramite il Sistema Telematico Acquisti Regionale della Toscana – START, è fissato entro le ore 12.00 del 6 maggio 2019.
 
Il Piano integrato per il Parco tratterà la pianificazione delle aree parco e delle aree contigue zone di cava e la programmazione delle attività socio economiche e culturali che si svolgono al loro interno. “E’ lo strumento di attuazione delle finalità del Parco spiega – il Presidente Alberto Putamorsi- del suo sviluppo complessivo e delle azioni volte a favorire lo sviluppo economico, sociale e culturale della collettività residente nel parco, nelle aree contigue e nei territori adiacenti. Tra le azioni previste anche la pianificazione le aree estrattive. Non nella quantità di marmo da escavare, materia questa di competenza della Regione Toscana, ma nella definizione delle aree da dedicare all’estrazione. Un’azione che non viene fatta da vent’anni. E confermo la nostra volontà di riduzione della superficie delle aree estrattive del 30%”
 
“Con questo bando – spiega Putamorsi - abbiamo avviato la procedura preparatoria che ci permetterà di studiare le aree sotto il profilo ambientale: il Piano dovrà prevedere norme di tutela dei valori naturali, paesaggistici ed ambientali delle Alpi Apuane e norme per la regolamentazione delle attività economiche che dovranno essere conformate alla tutela e alla conservazione. Il Piano tra le altre cose dovrà realizzare un equilibrato rapporto tra attività economiche ed ecosistema.”
 
 
Il Piano integrato per il Parco dovrà essere pronto per l’adozione entro il 31 dicembre del 2021.
 

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: