none_o


In questo nuovo articolo di Franco Gabbani viene trattato un argomento basilare per la società dell'epoca, la crescita culturale della popolazione e dei lavoratori, destinati nella stragrande maggioranza ad un completo analfabetismo, e, anzi, il progresso culturale, peraltro ancora a livelli infinitesimali, era totalmente avversato dalle classi governanti e abbienti, per le quali la popolazione delle campagne era destinata esclusivamente ai lavori agricoli, ed inoltre la cultura era vista come strumento rivoluzionario. 

. . . altrimenti in Italia tutto il potere centrale .....
Sei fuori tema. Ma sappiamo per chi parli. . .
. . . non so se sono in tema; ma però partito vuol .....
Quelle sono opinioni contrastanti, il sale della democrazia, .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Nei tuoi occhi languidi
profondi, lucenti
piccolo mio
inestimabile tesoro
vedo il futuro
il tuo
il presente
quello del tuo babbo
il passato
quello .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
Politica
82 anni fa moriva Antonio Gramsci, fondatore del Partito Comunista Italiano e dell'Unità.

27/4/2019 - 20:27

27 APRILE 2019


82 anni fa, all'alba del 27 aprile del 1937, moriva di emorragia cerebrale Antonio Gramsci, politico, intellettuale, linguista, fondatore del PCI e dell'Unità.

Aveva 46 anni e ne aveva trascorsi undici nelle carceri del regime fascista o al confino. Nato ad Ales vicino a Cagliari nel 1891, si trasferì a Torino per frequentare la facoltà di Lettere e Filosofia.

Lì entrò in contatto con il movimento socialista e si iscrisse al Partito Socialista. Collaboratore dell'Avanti, nel 1919, fondò L’Ordine Nuovo.

A Livorno nel 1921, Gramsci fu tra i fondatori del Partito Comunista Italiano. Nel 1924 fu eletto deputato e nel 1926 segretario generale del Partito Comunista. Nell'ottobre dello stesso anno, a causa delle leggi eccezionali contro gli oppositori, Gramsci fu arrestato dai fascisti e condannato a vent’anni di carcere.

Nel 1929, iniziò a scrivere i Quaderni dal carcere, che diverranno ben 33, uno sviluppo originale e approfondito della filosofia marxista. A causa delle gravi condizioni di salute, nel 1934 chiese e ottenne la libertà condizionale.

Morì il 27 aprile del 1937 nella clinica Quisisana di Roma, stroncato da un'emorragia cerebrale, pochi giorni dopo essere stato liberato.  Le tomba che custodisce le sue ceneri si trova al Cimitero acattolico di Roma, nel Campo Cestio. 

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri