none_o

Riprendiamo con piacere la ricerca di storie e leggende del nostro territorio. Dopo Villa Alta e Ripafratta, approfondiamo questa volta i misteri dei fantasmi della Villa di Corliano.Sono numerose le ipotesi sui fenomeni paranormali che si manifesterebbero a Corliano; la  leggenda più conosciuta è quella del fantasma di Teresa Scolastica della Seta Gaetani Bocca che, secondo tradizione, si manifesterebbe solo nelle notti di luna piena...

Arpat Toscana
none_a
Alma Pisarum choir
none_a
Convocazione Assemblea ordinaria Soci
none_a
ARCI Migliarino-Sabato 18
none_a
Quando si mostra un simbolo, sia religioso che laico, .....
mostrare un rosario che la falce e il martello
Vorrei sottoporre all'attenzione dei lettori di questo .....
Ma perché un fate una bacheca e ci schiodate dentro .....
Uno sguardo dal Serchio
none_a
POSTE ITALIANE: a poste vita il PREMIO GOVERNANCE
di capital finance
none_a
A cura di Maini Riccardo
none_a
Libri ed altro
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      Convocazione Assemblea Soci

    Ilo Circolo comunica che l' Assemblea ordinaria viene indetta in prima convocazione il 6 giugno ore 21,30, in seconda convocazioneil giorno 7 giugno alle ore 21,00 presso il Circolo Arci, via Mazzini 35.

    1) Relazione del Presidente

    2) Rendiconto annuale 2018

    Tutti i Soci sono invitati a partecipare.


  • Circolo ARCI Migliarino

      Partite Pisa A.C.

    Si avvertono i Soci che il Circolo trasmetterà in chiaro tutte le  partite dell'Associazione Calcio Pisa, sia in casa che in trasferta. Prossima partita Piacenza-Pisa domenica 30 settembre. 


  • ALLA CITTADINANZA DI MIGLIARINO

      04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30
    AVVISO DI ASSEMBLEA


    Il comitato A.S.B.U.C. di Migliarinoinvita tutti i cittadini della frazione a partecipare all’assemblea indetta presso la nuova sede ASBUC in via S. D’Acquisto n. 1 in Migliarino:     in prima convocazione per il giorno 30 Aprile 2018 alle ore 12.00,   in seconda convocazione per il giorno 04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30


Nel germoglio di un'amore
C'e' il sorriso
della vita
Ed il tremito dei sensi
Che prelude a nuovi voli

E' la
danza di una fiamma
Che accarezza .....
Per una grande unità antifascista in Italia e in Europa

Mai come oggi dal dopoguerra si presenta in Italia e in Europa un così agguerrito e composito .....
di Renzo Moschini
none_a
Dal 24 al 26 maggio
none_a
di Renzo Moschini
none_a
AVIS, CRI, FRATRES e Pubblica Assistenza
Emergenza sangue.

3/5/2019 - 19:40


Emergenza sangue: appello a tutti i donatori e cittadini.

Emergenza sangue nella nostra città!

In queste ultime settimane il nostro ospedale e il sistema sanitario regionale sta patendo una importante carenza di donazioni di sangue che mette a dura prova la sua piena operatività e funzionalità. Da tempo nella nostra regione ed anche nella nostra zona vi è una costante diminuzione del numero di donazioni nonostante l’impegno senza sosta delle Associazioni di Volontariato che operano nel settore della donazione di sangue (AVIS, CRI,FRATRES e Pubblica Assistenza) e del Centro Trasfusionale per accrescere la cultura della donazione e sensibilizzare soprattutto nei più giovani. Lo scopo è anche quello di poter, per quanto possibile, organizzare e programmare le donazioni per avere adeguate disponibilità di sangue intero, plasma e piastrine per garantire l’effettuazione degli interventi chirurgici programmati, dei trapianti di organi e delle trasfusioni. Far fronte inoltre ai bisogni di alcune particolari tipologie di pazienti come ad esempio quelli oncologici e oncoematologici utilizzando al meglio le scorte di ogni singola tipologia. Donare sangue è semplice, sicuro e non nuoce alla salute del donatore. Per farlo è sufficiente recarsi presso il Centro Trasfusionale del nostro ospedale di Cisanello, nella prima visita verrà fatto un primo prelievo di sangue ed un colloquio con un medico trasfusionista che verificherà l’idoneità alla donazione; dopo alcuni giorni se non emergeranno problematiche la persona potrà fare la sua prima donazione recandosi nuovamente presso il CentroTrasfusionale e auspicabilmente continuare poi con regolarità la sua opera di donazione. Tutti questi passaggi verranno resi più semplici e veloci se le persone, potenziali e future donatrici e donatori, si rivolgeranno ad una delle Associazioni sopra menzionate, che attraverso l’apposita applicazione “AgenDona” potranno provvedere direttamente a prenotare la data e l’orario della prima visita e delle successive donazioni ottimizzando l’accesso dei donatori al Centro Trasfusionale. Per questo CRI, FRATRES e Pubblica Assistenza di Pisa rispondono all'appello del Centro Trasfusionale di Cisanello - aggiungendosi a quanto già fatto nei giorni scorsi da AVIS - invitando a gran voce tutti i propri donatori attivi ad andare a donare per evitare il blocco di alcune attività nel nostro ospedale e come in occasione anche di recenti emergenze di protezione civile e simili fanno appello alle coscienze di tutti i cittadini che sono in buona salute e che hanno tra i 18 ed i 65 anni affinché avviino il percorso per divenire donatori. Antonio Cerrai di CRI, Mirella Giannessi di Fratres e Daniele Vannozzi di Pubblica Assistenza ricordano che il Centro Trasfusionale rimarrà aperto anche domenica 5 maggio 2019 dalle ore 8 alle ore 11 e che è possibile contattare:

CRI Pisa Via Panfilo Castaldi, 256121 OSPEDALETTO (Pisa)Tel. 050 983575   http://www.cripisa.it

FRATRES Pisa, via Cisanello 4 Telefono 366 3664344 – 345 1734633 E- mail: donatorisanguefratres.pi@tin.it – gruppopisa@fratres.eu

Pubblica Assistenza S.R. Pisa Via Italo Bargagna, 2 56124 Pisa Telefono 800 500580 Email: donatorisangue@papisa.it http://www.papisa.it

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




4/5/2019 - 9:31

AUTORE:
Donatore avis

Sono donatore avis da più di 20 anni e negli ultimi anni ho riscontrato un notevole peggioramento dei tempi di attesa per la donazione. La sala prelievi è piena di poltrone vuote mentre fuori i donatori aspettano anche più di un'ora perché gli operatori sono 2-3 e, nonostante cerchino di fare il possibile, non possono certo fare miracoli.
Ho sentito più di qualche donatore dire che avrebbe provato in altri ospedali o addirittura smesso.
Forse è anche per questo che le donazioni a Cisanello sono in calo