none_o

Riprendiamo con piacere la ricerca di storie e leggende del nostro territorio. Dopo Villa Alta e Ripafratta, approfondiamo questa volta i misteri dei fantasmi della Villa di Corliano.Sono numerose le ipotesi sui fenomeni paranormali che si manifesterebbero a Corliano; la  leggenda più conosciuta è quella del fantasma di Teresa Scolastica della Seta Gaetani Bocca che, secondo tradizione, si manifesterebbe solo nelle notti di luna piena...

Arpat Toscana
none_a
Alma Pisarum choir
none_a
Convocazione Assemblea ordinaria Soci
none_a
ARCI Migliarino-Sabato 18
none_a
Quando si mostra un simbolo, sia religioso che laico, .....
mostrare un rosario che la falce e il martello
Vorrei sottoporre all'attenzione dei lettori di questo .....
Ma perché un fate una bacheca e ci schiodate dentro .....
Uno sguardo dal Serchio
none_a
POSTE ITALIANE: a poste vita il PREMIO GOVERNANCE
di capital finance
none_a
A cura di Maini Riccardo
none_a
Libri ed altro
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      Convocazione Assemblea Soci

    Ilo Circolo comunica che l' Assemblea ordinaria viene indetta in prima convocazione il 6 giugno ore 21,30, in seconda convocazioneil giorno 7 giugno alle ore 21,00 presso il Circolo Arci, via Mazzini 35.

    1) Relazione del Presidente

    2) Rendiconto annuale 2018

    Tutti i Soci sono invitati a partecipare.


  • Circolo ARCI Migliarino

      Partite Pisa A.C.

    Si avvertono i Soci che il Circolo trasmetterà in chiaro tutte le  partite dell'Associazione Calcio Pisa, sia in casa che in trasferta. Prossima partita Piacenza-Pisa domenica 30 settembre. 


  • ALLA CITTADINANZA DI MIGLIARINO

      04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30
    AVVISO DI ASSEMBLEA


    Il comitato A.S.B.U.C. di Migliarinoinvita tutti i cittadini della frazione a partecipare all’assemblea indetta presso la nuova sede ASBUC in via S. D’Acquisto n. 1 in Migliarino:     in prima convocazione per il giorno 30 Aprile 2018 alle ore 12.00,   in seconda convocazione per il giorno 04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30


Nel germoglio di un'amore
C'e' il sorriso
della vita
Ed il tremito dei sensi
Che prelude a nuovi voli

E' la
danza di una fiamma
Che accarezza .....
Per una grande unità antifascista in Italia e in Europa

Mai come oggi dal dopoguerra si presenta in Italia e in Europa un così agguerrito e composito .....
di Renzo Moschini
none_a
Dal 24 al 26 maggio
none_a
di Renzo Moschini
none_a
Il Sindaco Angori: “Grazie per l'impegno e il lavoro svolto fin qui a servizio del Comune di Vecchiano, in qualità di Consigliere Comunale”
Dimissioni della Consigliera Mattonai

7/5/2019 - 17:35

Dimissioni della Consigliera Mattonai, il Sindaco Angori: 
“Grazie per l'impegno e il lavoro svolto fin qui a servizio del Comune di Vecchiano, in qualità di Consigliere Comunale”
 
 
Vecchiano – “Ho appreso questa mattina presto, martedì 7 maggio, dalla stampa locale delle dimissioni della Consigliera Comunale, Alice Mattonai. Dimissioni che poi, nel corso della stessa mattinata di martedì 7 maggio, sono giunte anche al Protocollo del Comune”, spiega il Sindaco Massimiliano Angori.

“Ringrazio la ex Consigliera Mattonai per il lavoro svolto e l'impegno profuso fin qui nel suo ruolo istituzionale in rappresentanza dell'Amministrazione Comunale e del Comune di Vecchiano, ruolo ottenuto grazie alla fiducia degli elettori alle amministrative 2016.

Ben comprendendo che quello di Consigliere Comunale sia un ruolo complesso che, nella società odierna, sempre più frenetica, si coniuga non senza difficoltà coi numerosi impegni lavorativi e familiari di ciascuno di noi, auguro ad Alice un futuro ricco di soddisfazioni. Adesso”, prosegue il primo cittadino, “dopo aver avviato un percorso politico interno per l'avvicendamento dell'ex Assessore Nicolini, siamo già al lavoro per la surroga della ex Consigliera Mattonai e anche per definire uno scenario di ascolto, partecipazione e condivisione per la frazione di Filettole”, conclude il Sindaco Angori.

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




10/5/2019 - 14:52

AUTORE:
Marco

Scusate, ma che problemi ha il PD locale? Ho letto il comunicato dell'ex assessore che la gente onesta si dimette, quegli altri invece che rimangono si fanno gli applausi allo specchio...surreale. È una affermazione grave. Capisco che l'italiano non è il suo forte, caro ex assessore ma se ha evidenze simili farebbe bene a rivolgersi alla procura piú che a facebook. Saluti

9/5/2019 - 6:45

AUTORE:
Peppe Vessicchio

Ha ragione: i Jalisse a Vecchiano fanno tendenza, la scena musicale è quella che è.

8/5/2019 - 23:51

AUTORE:
Elettore

...l'uscita di scena dei due capogruppo di minoranza "ha stata più meglio" dei Jalisse?

8/5/2019 - 21:27

AUTORE:
Peppe Vessicchio

Cara Marilena, purtroppo su quel palco ne ho viste, anzi sentite, di tutti i colori. La metafora spesso è l'unico appiglio cui riferirsi per non rinunciare al ridanciano residuo di un barlume di senso. I Jalisse mi son venuti in mente proprio perché sono un possibile emblema dell'effimero, della velleità nell'arte del far cilecca e umanamente hanno la mia simpatia, al pari del duo di Filettole. Ogni giorno, a milioni di esseri umani, capita di rendersi conto di aver frainteso, puntato su obiettivi sbagliati, fallito, ma alla fine, oltre la propria coscienza, il segno e la qualità che poi il pubblico e la cronaca consacreranno come memorabile o meno, risiede nel come, una volta sul palco, si gestisce l'uscita di scena. E non mi sembra che in questo a Filettole sian stati particolarmente brillanti; fecero meglio i Jalisse.

8/5/2019 - 20:21

AUTORE:
Luce delle Rimembranze

Caro il nostro sindaco di fede Renziana
Le scelte le hai fatte tu
La politica locale la fai
Forse hai qualche problema.

8/5/2019 - 18:42

AUTORE:
Marilena

Non desidero entrare nel merito della questione dimissioni, tuttavia:
occorre ritenersi un competente critico musicale per permettersi di stroncare, a distanza di anni, canzone e artisti di conclamato valore (vedi recensioni di critici veri).
Occorre altresì un notevole sforzo di fantasia e di logica per confrontare due scenari tanto diversi come un festival e la politica locale.
Essere beffardi e sprezzanti a tutti i costi, anche in modo inappropriato, non è un segnale di rispetto e di volontà di critica costruttiva.
P.S. NON SONO FAN dei Jalisse, ma non è accettabile un atteggiamento gratuito e completamente fuori luogo
nencini.marilena@libero.it

7/5/2019 - 22:07

AUTORE:
Laura

...che è sempre piú raro incontrare persone che riescono a trovare motivazioni nell'impegnarsi per la cittadinanza nelle istituzioni. Sono molti i comuni medio/piccoli che riescono a stento a trovare candidati per le proprie istituzioni: poche soddisfazioni a dispetto di un impegno che non tutti sono in grado di garantire. D'altra parte sono anche frequenti i parvenu, come in questo caso, che fraintendono cosa è loro ruolo rispetto a quello che poi riescono a concepire. Par condicio impone poi non dimenticare i parvenu anche dell'opposizione, a partite dal candidato sindaco Tamburini dimessosi per gli stessi motivi della Mattonai e di Nicolini: Inadeguatezza.

7/5/2019 - 19:44

AUTORE:
Filettolino

Purtroppo sono molto deluso almeno per due ordine di motivi.
Il primo, piú lampante è l'arroganza e la mancanza di rispetto nei confronti di chi come me scrisse il cognome Mattonai sulla scheda elettorale, e scopre adesso di aver mandato in consiglio una persona inesperta, inadeguata, che a quanto leggo dalle tre parole messe in croce non sembra capace nemmeno elaborare politicamente una scelta, tre parole messe in croce. Il secondo motivo è che, anche se fosse stata la Merkel, non sarebbe stato bello andare prima al Tirreno che dai colleghi.

7/5/2019 - 18:10

AUTORE:
Peppe Vessicchio

Anni fa un duo vinse, forse per caso, il festival di Sanremo, una vittoria inattesa per una canzone insulsa, dichiara. Il tempo mi dette ragione, quei due trovarono in quella vincita casuale la loro fine di cantanti e senza che il mondo della musica ne abbia sentito lo scossone. Si chiamavano Jalisse mi pare; e chi se li sarebbe ricordati se oggi pensando a Filettole non mi fosse venuto in mente un altro duo meteoritico.