none_o

Riprendiamo con piacere la ricerca di storie e leggende del nostro territorio. Dopo Villa Alta e Ripafratta, approfondiamo questa volta i misteri dei fantasmi della Villa di Corliano.Sono numerose le ipotesi sui fenomeni paranormali che si manifesterebbero a Corliano; la  leggenda più conosciuta è quella del fantasma di Teresa Scolastica della Seta Gaetani Bocca che, secondo tradizione, si manifesterebbe solo nelle notti di luna piena...

Arpat Toscana
none_a
Alma Pisarum choir
none_a
Convocazione Assemblea ordinaria Soci
none_a
ARCI Migliarino-Sabato 18
none_a
Quando si mostra un simbolo, sia religioso che laico, .....
mostrare un rosario che la falce e il martello
Vorrei sottoporre all'attenzione dei lettori di questo .....
Ma perché un fate una bacheca e ci schiodate dentro .....
Uno sguardo dal Serchio
none_a
POSTE ITALIANE: a poste vita il PREMIO GOVERNANCE
di capital finance
none_a
A cura di Maini Riccardo
none_a
Libri ed altro
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      Convocazione Assemblea Soci

    Ilo Circolo comunica che l' Assemblea ordinaria viene indetta in prima convocazione il 6 giugno ore 21,30, in seconda convocazioneil giorno 7 giugno alle ore 21,00 presso il Circolo Arci, via Mazzini 35.

    1) Relazione del Presidente

    2) Rendiconto annuale 2018

    Tutti i Soci sono invitati a partecipare.


  • Circolo ARCI Migliarino

      Partite Pisa A.C.

    Si avvertono i Soci che il Circolo trasmetterà in chiaro tutte le  partite dell'Associazione Calcio Pisa, sia in casa che in trasferta. Prossima partita Piacenza-Pisa domenica 30 settembre. 


  • ALLA CITTADINANZA DI MIGLIARINO

      04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30
    AVVISO DI ASSEMBLEA


    Il comitato A.S.B.U.C. di Migliarinoinvita tutti i cittadini della frazione a partecipare all’assemblea indetta presso la nuova sede ASBUC in via S. D’Acquisto n. 1 in Migliarino:     in prima convocazione per il giorno 30 Aprile 2018 alle ore 12.00,   in seconda convocazione per il giorno 04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30


Nel germoglio di un'amore
C'e' il sorriso
della vita
Ed il tremito dei sensi
Che prelude a nuovi voli

E' la
danza di una fiamma
Che accarezza .....
Per una grande unità antifascista in Italia e in Europa

Mai come oggi dal dopoguerra si presenta in Italia e in Europa un così agguerrito e composito .....
di Renzo Moschini
none_a
Dal 24 al 26 maggio
none_a
di Renzo Moschini
none_a
none_o
12 maggio. Giornata Mondiale della Stanchezza Cronica

9/5/2019 - 19:43

12 maggio. Giornata Mondiale della Stanchezza Cronica 
                                  a cura di Leonardo Debbia
 
 
Domenica 12 maggio, come è consuetudine da alcuni anni, verrà celebrata in tutto il mondo la 'Giornata Mondiale della ME/CFS, il cui simbolo è rappresentato da un fiocchetto blu, istituita per sensibilizzare l'opinione pubblica su questa rara ma devastante patologia, praticamente sconosciuta ai più, ma che è particolarmente invalidante per chi ne è affetto, tanto da precludere la possibilità delle più normali azioni quotidiane, dal guidare un'auto alla costrizione a letto – nei casi più gravi – per intere giornate.
 
  La ME/CFS o sindrome da stanchezza cronica, conosciuta anche come Encefalomielite mialgica (ME) è una malattia multi-sistemica idiopatica, una condizione di estremo disagio fisico, caratterizzata da stanchezza profonda, grave affaticamento che si protrae nel tempo, che si acutizza con gli sforzi e non cessa con il riposo, associata a febbricola, linfonodi, dolori muscolari, alterazioni del sonno, affaticamento intellettivo; una sintomatologia estremamente variegata e cronica, talvolta comune ad altre malattie, con le quali viene spesso confusa.
  Fino alla metà degli anni '90 non si sapeva niente di questa sindrome, non compresa dalla stessa classe medica, fino al 1994, quando, per la diagnosi, furono stilate dai CDC (Center for Disease Control) di Atlanta, negli Stati Uniti, le linee guida di Fukuda, oggi rivedute e aggiornate.
  Al momento, la diagnosi avviene solo 'ad esclusione'.
  Le persone coinvolte sono più di 20 milioni nel mondo, di cui 200-300mila solo in Italia; e di guarigioni, purtroppo, non se ne conoscono.
  C'è ancora molta, troppa confusione tra i vari studi, che si dividono ancora perfino sul nome con cui definire questa patologia e questo non giova né alla ricerca né ai pazienti.
  In Italia, in pochi anni, sono aumentati anche i Centri di riferimento, anche con metodologie arginative diverse, stante la difficoltà del mondo scientifico e delle istituzioni nel riconoscimento della patologia e nelle terapie, spesso costose, da applicare.
  In Toscana, ad esempio, soltanto a Pisa si può contattare la dott.ssa Laura Bazzichi, dirigente medico dell'Unità Operativa di Reumatologia  e Responsabile dell'ambulatorio multidisciplinare di fibromialgia e fatica cronica presso l'Ospedale S.Chiara, che opera tra estreme difficoltà di supporto.

  Sono sorte anche varie Associazioni di ammalati, tra cui spicca la CFSME Associazione Italiana di Aviano (PN), prima in assoluto in Italia, che cura aggiornamenti, convegni e relazioni.

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: