none_o

 

La ricostruzione e il racconto con tanti ricordi, la rivolta dell'acqua questa volta non portatrice di vita ma di morte. Il pianto di una Nazione e..."al posto del campanile una scala a chiocciola", quella di Giovanni Michelucci.
 

La verità fa male a chi si nasconde.
Poi, forse, .....
Scrive il sig. Francesco T:
Sa benissimo anche lei .....
Sarei curioso di sapere dove ha vissuto, lei, con .....
. . . abitante sempre a MdA.
La sig. ra. Lucia ebbe .....
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
"Io lo vedo così"
none_a
Libri ed altro.
none_a
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
  • AD ACCOGLIERE GLI STUDENTI DELLE SCUOLE DI CALCI MOLTI SPAZI, AULE E GIARDINI RINNOVATI

      Suona la campanella

    Mancano tre giorni all’inizio della scuola e lunedì prossimo la campanella suonerà per i tanti alunni calcesani che potranno contare su aule, spazi comuni e giardini rinnovati e più sicuri...


Il Lonfo non vaterca né gluisce
e molto raramente barigatta,
ma quando soffia il bego a bisce bisce,
sdilenca un poco e gnagio s'archipatta.
È .....
Vendo FB FB johnson 5CV buone condizioni, bicilindrico, 2 tempi, gambo corto, elica 3 pale, anni 90, marcia avanti e indietro, serbatoio esterno .....
Migliarino, 25 maggio
#Grembiuli e Tacchi a spillo
dai social al palcoscenico

16/5/2019 - 16:37

''GREMBIULI E TACCHI A SPILLO''

con Daniela Bertini e Luca Erriquenz

testi di Simona Fruzzetti

Tecnico luci Marina Pieroni

Ufficio Stampa  ML Maria Luisa Gallo 

Illustrazioni Laura fabbri 

SABATO 25 MAGGIO ORE 21,30

TEATRO DEL POPOLO, MIGLIARINO

<<Puo’ succedere che una che ha la passione del teatro e delle letture si innamori di quello che un’altra, appassionata di scrittura, scrive sul suo blog, sulla pagina fb e nei suoi libri. Si, perché Simona Fruzzetti scrive e soprattutto pubblica, libri… che vengono letti, pensate un po’! Insomma, io stasera vi leggo, interpreto, illustro alcuni dei suoi piu’ fantasmagorici post nonché pagine dei suoi libri.
Argomenti ? Tutti. ‘’# grembiuli e tacchi a spillo’’. 
Ovvero lo scibile umano della quotidianità che passa dai post di fb. Dai social al palcoscenico. >>

Inizia così, più o meno, lo spettacolo.

Chi è Simona Fruzzetti?
Simona è una acuta osservatrice della realtà che la circonda.

Anche un caffè al bar, con lei, diventa una pagina di narrativa trasudante umanità.

Anche il mobiletto del bagno ha mille cose da raccontarci, con altrettante sfumature ( di taaaanti colori, non solo grigio!).

Con ironia e con un linguaggio pungente e spesso graffiante, sempre immediato, Simona ci racconta quello che vive, dalla sua casa ai suoi affetti, dalle sue passioni ai suoi imprevisti, dai suoi incontri ai suoi...’scontri’ .

E tutti, e tutte, ci riconosciamo in queste sue vive fotografie del quotidiano. Succedono anche a noi!

Solo che..lei sa raccontarlo meglio! E lo racconta nel suo blog, sulla sua pagina facebook e nei suoi libri.

E quando Daniela Bertini inizia a seguirla ( ops… è una ‘follower’!), non solo ride, ride tanto, nel leggere le sue (dis)avventure quotidiane, ma le ‘vede’, come solo chi fa teatro da anni riesce a ‘vedere’ un testo su un palco.

Da lì a mettere in scena, il passo è fatto, il dado è tratto, la data è fissata.


E dopo una prima versione, ridotta per motivi logistici dello spazio, Daniela Bertini è pronta a portare dovunque i … ‘’deliri quotidiani’’ di una donna intelligente, divisa tra il grembiule di cucina e la sua vita attiva tra mille impegni e passioni, con o senza tacchi a spillo, insieme a dei comprimari di tutto rispetto : il Santo, la figlia, i Goffredi, le Palmire..personaggi che nello spettacolo sono presentati dalla vivace penna di Laura Fabbri.

Riderete, penserete, vi ritroverete in quello che verrà detto, recitato, letto.

E pure cantato.

Perché accanto a Daniela, in scena, c’è   il Maestro Luca Erriquenz, musicista, cantautore, insegnante di musica e canto, che interagisce ‘’suonando e cantando..gliele ‘’ di santa ragione !

Dal vivo, con canzoni della nostra tradizione cantautorale italiana ma anche con brani stranieri ben amalgamati nello spettacolo, tra screzi, seriosità e amenità.

Quasi un … ‘one woman show’, insomma, in cui musica e testo sono strettamente intrecciate, il tutto condito in ‘salsa social’ ( da qui quell’Hastag nel titolo) grazie alla proiezione degli ‘hastag’ …
e, soprattutto, uno spettacolo sempre diverso, perché..come scrive Simona Fruzzetti :

‘’Queste informazioni sono in continuo aggiornamento, perché si sa, qualcosa può sempre spuntare. 
Tipo un brufolo sul mento domani mattina, degno di essere postato su facebook’’

Pronti ? Via!!

    
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




18/5/2019 - 10:43

AUTORE:
Pinco P.

A leggere sembra uno spettacolo interessante e anche divertente. Una pillola di divertimento in un Paese (p maiuscola) che si sta avviando verso una tragedia.