none_o

Parimenti all’amico Maini anche io faccio deroga al principio di non uscire più sulla Voce se non quando l’argomento è eccezionalmente importante. E questo video lo è! Il professor Galimberti spiega tutto, e con grande chiarezza. Un’ occasione per capire il particolare momento storico in cui viviamo. Da ascoltare per riflettere.
 

Pubblica Assistenza Migliarino
none_a
Arpat Toscana
none_a
Pubblica Assistenza Migliarino
none_a
Arpat Toscana
none_a
. . . . . . . . . . . . . Draghi c'è! . . . . . .....
Una partita al cardiopalma quella degli under 21 con .....
Le ragazze della squadra azzurra, ai mondiali in Francia, .....
Nel disegno dell'architetto Donati commissionato dalla .....
Un colpo al cerchio ed uno alla botte? mavvedrai!
none_a
Di Barbara Palombelli (a gentile richiesta)
none_a
Di Luca Barbuti
none_a
Di Franco Marchetti
none_a
Nodica, 4-7 e 11-14 luglio
none_a
Le mosse dei militari per danneggiare Renzi
none_a
MATTEO RENZI

ENRICO LETTA

PD
none_a
di Stefano Ceccanti; costituzionalista e dep.Pi
none_a
Polisportiva Sangiulianese
none_a
Consulta del Volontariato San Giuliano Terme
none_a
POSTE ITALIANE
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      Convocazione Assemblea Soci

    Ilo Circolo comunica che l' Assemblea ordinaria viene indetta in prima convocazione il 6 giugno ore 21,30, in seconda convocazioneil giorno 7 giugno alle ore 21,00 presso il Circolo Arci, via Mazzini 35.

    1) Relazione del Presidente

    2) Rendiconto annuale 2018

    Tutti i Soci sono invitati a partecipare.


  • Circolo ARCI Migliarino

      Partite Pisa A.C.

    Si avvertono i Soci che il Circolo trasmetterà in chiaro tutte le  partite dell'Associazione Calcio Pisa, sia in casa che in trasferta. Prossima partita Piacenza-Pisa domenica 30 settembre. 


  • ALLA CITTADINANZA DI MIGLIARINO

      04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30
    AVVISO DI ASSEMBLEA


    Il comitato A.S.B.U.C. di Migliarinoinvita tutti i cittadini della frazione a partecipare all’assemblea indetta presso la nuova sede ASBUC in via S. D’Acquisto n. 1 in Migliarino:     in prima convocazione per il giorno 30 Aprile 2018 alle ore 12.00,   in seconda convocazione per il giorno 04 MAGGIO 2018, alle ore 18.30


Polisportiva Sangiulianese
none_a
Il c.t. Bertolini: "Difesa top"
none_a
Val di Serchio
none_a
«Come fa a essere italiana?»
none_a
Il Lonfo non vaterca né gluisce
e molto raramente barigatta,
ma quando soffia il bego a bisce bisce,
sdilenca un poco e gnagio s'archipatta.
È .....
CERCHIAMO UN TRATTORISTA CON ESPERIENZA ALLA GUIDA DELLE PRINCIPALI MACCHINE AGRICOLE.
AZIENDA AGRICOLA TENUTA ISOLA

DISPONIBILITA' FULL TIME
di Renzo Moschini
none_a
di Renzo Moschini
none_a
di Renzo Moschini
none_a
Mazzarri chiede spiegazioni al Sindaco uscente!

22/5/2019 - 19:54

Mazzarri chiede spiegazioni al Sindaco uscente!
 
Apprendiamo che nella giornata di ieri, 21 maggio 2019, presso il Comune di San Giuliano Terme, ha avuto luogo una riunione partecipata del personale comunale. Durante questa riunione è stata data comunicazione della sospensione dal ruolo da parte dell’albo nazionale dei segretari della pubblica amministrazione del segretario generale del comune di San Giuliano Terme Stefano Bertocchi. Dalle informazioni in nostro possesso reperibili sul web ci risulta che il dott. Bertocchi sia stato condannato in primo grado ad una pena di 2 anni con sentenza del Tribunale di Grosseto del 31 ottobre 2018 per il reato contemplato dall’articolo 323 del Codice Penale (Abuso d’ufficio). Reato compiuto da Bertocchi in qualità di segretario generale del Comune di Follonica.
La sentenza è stata emessa il primo novembre 2018 dal Tribunale di Grosseto così costituito: Giovanni Puliatti presidente, Giovanni Muscogiuri, Andrea Stramenga. Bertocchi era al processo per gli abusi e i falsi ideologici fidefacenti relativi alle delibere di fine anno 2009 che riguardavano il personale comunale di Follonica. A suo tempo l’accusa parlò di “pactum sceleris”, per definire l’accordo criminale, tra Bertocchi e l’allora sindaco di Follonica Eleonora Baldi, deceduta nel corso del processo. Si trattò di uno scambio di favori, in cui Baldi chiese di assumere a FollonicaNoemi Mainetto (non imputata, ndr) che l’aveva sostenuta in campagna elettorale, in cambio della nomina per Bertocchi a direttore generale, che gli avrebbe consentito un corposo aumento di stipendio.
L’assunzione non poteva essere fatta per effetto della nuova normativa entrata in vigore dal 1° gennaio 2010. E da ciò era disceso tutto il resto, cioè i falsi e gli illeciti che avrebbero accompagnato l’attività amministrativa per alcuni mesi.
L’accusa evidenziò le irregolarità emerse negli atti. Punto focale, la delibera 292 del 2009 (conferimento a Bertocchi delle funzioni di direttore generale) da inquadrare nella riorganizzazione della pianta organica. L’attività illecita sarebbe consistita nel far retrodatare a prima del 31 dicembre quella delibera, che sarebbe stata sottoposta a «manipolazioni clandestine» da parte di Bertocchi.
In Merito a questa gravissima vicenda Mazzarri chiede al Sindaco uscente:
·         «Come sia potuto accadere che solo oggi Bertocchi sia stato sospeso dall’incarico di Segretario Generale quando la condanna risale addirittura al primo novembre 2018 ovvero a mesi fa?
·         Come mai fino ad oggi il Sindaco uscente non è intervenuto lui ed i cittadini di San Giuliano hanno dovuto attendere l’intervento dell’Albo nazionale dei segretari della pubblica amministrazione?
·         Come mai nel 2015 durante il pieno svolgimento del processo non è stata fatta una seria valutazione sull’opportunità di assumere come dirigente Bertocchi coinvolto in un procedimento penale per abuso per atti di ufficio?
·         Come mai sul sito istituzionale del Comune nella sezione amministrazione trasparente è reperibile l’autocertificazione del Dott. Bertocchi in cui si cita la condanna di primo grado del Tribunale di Grosseto, mentre sempre sullo stesso sito Istituzionale sotto la sezione Piano Triennale anticorruzione nella Delibera GC 36-2019 - PTPCT 2019-2021 si dichiara in modo generico, a pag. 17, relativamente alla struttura organizzativa del comune di San Giuliano Terme: “La struttura organizzativa dell’ente è stata definita con la deliberazione della Giunta Comunale numero 129 del 21.06.2016.
La struttura è ripartita in Settori/Servizi e U.O. extrasettoriali:
 - SETTORE N. 1 – Settore affari generali e servizi alla persona;
 - SETTORE N. 2 – Settore tecnico, assetto del territorio e opere pubbliche;
 - SETTORE N. 3 – Settore finanziario e gestione delle risorse
 - Struttura extrasettoriale Avvocatura
 - Struttura extrasettoriale Polizia locale
Al vertice di ciascun Settore è posto un dirigente.
La dotazione organica al 31 Dicembre 2018, prevede:
 - n. 1 Segretario Generale;
 - n. 1 Dirigente di ruolo
 - n. 1 Dirigente a tempo determinato 
 - n. 6 Posizioni Organizzative;
 - n. 1 Posizione di Alta Professionalità
 - n. 131 dipendenti
Appare inoltre opportuno dare conto dei seguenti elementi:
- non sono presenti fenomeni di corruzione e/o di cattiva gestione che sono stati rilevati da sentenze;
- assenza di segnalazioni qualificate di fenomeni di corruzione e di cattiva gestione, come ad esempio nel caso di indagini in corso etc;
- assenza di condanne penali di amministratori, dirigenti/responsabili e dipendenti;
- assenza di procedimenti penali in corso a carico di amministratori, dirigenti/responsabili e dipendenti;
- non sono state irrogate condanne per maturazione di responsabilità civile all’ente;
- non sono state irrogate condanne contabili ad amministratori, dirigenti/responsabili e dipendenti;
- non sono in corso procedimenti contabili a carico di amministratori, dirigenti/responsabili e dipendenti;
- non sono state irrogate sanzioni disciplinari legate a procedimenti penali;
- non sono in corso procedimenti disciplinari legate a procedimenti penali;
- non sono pervenute segnalazioni di illegittimità da parte dei dipendenti;
- non sono pervenute segnalazioni di illegittimità da parte di amministratori;
- non sono pervenute segnalazioni di illegittimità da parte di cittadini e/o associazioni
- non sono state segnalate anomalie significative con riferimento in modo ampio a denunce di cittadini/associazioni, a segnalazioni dei mass media, a costi eccessivi, a scadente qualità, a contenziosi relativi alle attività svolte, con particolare riferimento a quelli relativi alle aggiudicazioni di appalti etc.”» Mazzarri conclude invitando il Sindaco uscente a fare chiarezza sulla vicenda e sulle incongruenze formali e sostanziali.
 
Si allega:
link articolo tirreno del 2 novembre 2018 sulla vicenda
https://iltirreno.gelocal.it/grosseto/cronaca/2018/11/01/news/delibere-2009-sul-personale-condannati-dirigenti-comunali-1.17417287?ref=search
 
La Delibera GC 36-2019 - PTPCT 2019-2021
La DICHIARAZIONE DI ASSENZA DI CAUSE DI INCONFUTABILITÀ E INCOMPATIBILITÀ di Bertocchi



Fonte: dott.ssa Elisabetta Mazzarri
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




23/5/2019 - 19:23

AUTORE:
Luciano

non sono mai stato favorevole a inchiodare le persone al proprio passato, un seconda opportunita' andrebbe concessa. Tuttavia, pur non essendo giustizialista, il reato che avrebbe commesso il segretario comunale (che non conosco e non mi permetto di giudicare)e' talmente connesso alle sue funzioni istituzionali che, una volta noto, avrebbe dovuto consigliare al Sig. sindaco una maggiore prudenza, altrimenti a cosa serve imporre ai comuni una specifica normativa sulla trasparenza se poi non se ne tiene conto?

23/5/2019 - 9:40

AUTORE:
RICCARDO CINI

MI PARE CHE LE DOMANDE AVANZATE DALLA CANDIDATO SINDACO MAZZARRI SIANO LEGITTIME. FORSE IN VIA CAUTELARE SAREBBE STATO OPPORTUNO CHE IL SINDACO AVESSE DECISO LA SOSPENSIONE A GENNAIO E NON ADESSO, MEGLIO ANCORA SE AVESSE PRESO INFORMAZIONI PRIMA DELLA NOMINA.
COLGO L’OCCASIONE DI INVITARE IL SINDACO DI MAIO, NELLA SUA QUALITA’ DI CONSIGLIERE PROVINCIALE DELEGATO ALLA VIABILITA’, A RICHIEDERE ALLA REGIONE TOSCANA, VISTO CHE DOPO LA VENDITA DELLE AZIONI DELLA SAT (ORA AEROPORTI TOSCANI) DA PARTE DELLA STESSA, DEFINITE INALIENABILI DAL PATTO PARASOCIALE, CON LE QUALI SI E’ DI FATTO PRIVATIZZATO L’AEROPORTO GALILEI, NESSUNO HA ANCORA RICHIESTO LE SANZIONI PREVISTE (SI VOCIFERA CIRCA 35 MILIONI DI EURO). AVVII LA PROCEDURA DI RICHIESTA DELLE SANZIONI, MAGARI ANCHE IL COMUNE DI PISA, CON IL QUALE SI PARLA QUASI GIORNALMENTE (RIFERITO DA LUI STESSO AL CANDIDATO SINDACO CASUCCI IN OCCASIONE DEL CONFRONTO ALLA FARMACIA LE QUERCIAIOLE ) PUO’ CONDIVIDERLA.
CORDIALI SALUTI

23/5/2019 - 7:23

AUTORE:
Ettore

Va beh, siamo in campagna elettorale e "anco alle puci gli vien la tosse".

E poi, un selfie alla guida di auto scelta come immagine di sé dice già molto dell'aspirante Sindaca.

22/5/2019 - 23:41

AUTORE:
Sangiulianese

Ma, fortuna vuole che il nostro Sindaco uscente e (spero) rientrante al primo turno - perché non c'è nessuna alternativa a lui - abbia già risposto dimostrando chi è che ha cultura di governo.

Perché si, il comune agisce per atti, non fa proclami, non fa il giustizialista. Prende atto delle cose (non accadute nel nostro comune per altro), aspetta che si definiscano e poi segue delle procedure.

Ma del resto da chi ha fatto come massima proposta politica quella di portare la gente al Gombo con la barca a remi cosa ci vogliamo aspettare??

Dio ce ne scampi e ce ne liberi....

Link alla risposta del sindaco:

http://www.lavocedelserchio.it/vediarticolo.php?id=30574&page=0&t_a=comunicato-del-sindaco-sergio-di-maio-sulle-notizie-relative-al-segretario-comunale-il-comune-agisce-per-atti